Assocompositi | online gli atti della Scuola estiva compositi 2018


La prima giornata si è concentrata sul rinforzo strutturale e sulla normativa nazionale ed europea relativa a FRP e FRCM, con interventi del Prof. Ascione e del Prof. Occhiuzzi e la presentazione di case history aziendali. Il giorno seguente il dibattito si è spostato sui nuovi materiali e tecnologie con relazioni su giunzioni ibride, tecnologie ‘out of autoclave’, nuovi SMC in fibra di carbonio, automated fiber placement, incollaggio strutturale, processo NDI e dimostrazione di shearografia, modellazione e analisi CAE, compositi per applicazioni di metal replacement a carattere strutturale.
L’ultima giornata è stata invece dedicata alla visita di un’azienda del settore, HP Composites, dove si è tenuta una lezione speciale sulla produzione per il settore racing.
La Scuola è stata sponsorizzata da Carmonacarbon, Elantas Europe e Gi Group, con la collaborazione di HP Composites e il patrocinio di SAMPE Italia. Il Comitato tecnico-scientifico era formato da: Prof. Roberto Frassine (Politecnico di Milano), Prof. Alfonso Maffezzoli (Università del Salento), Prof. Andrea Ratti (Politecnico di Milano), Prof. Luigi Ascione (Università di Salerno), Ing. Abramo Levato (HP Composites), Ing. Giulio Morandini (Mapei), Ing. Giuseppe Cersosimo (Interbau), Ing. Andrea Zampa (Fibre Net).
La prossima edizione della Scuola estiva sui compositi si terrà a settembre del 2020. Gli atti della Scuola sono disponibili fino al 30 novembre al seguente link: https://drive.google.com/file/d/1GvSjB-I9Xyrkx9TzyvOSrZJeUzxQK5PM/view


Leggi anche

Il seminario, organizzato da PlastInnova, in programma mercoledì 24 ottobre presso l’Hotel e Centro Congressi “Antico Borgo la Muratella” a Cologno al Serio (BG) ha l’obiettivo di fornire informazioni teorico/tecniche di base sui materiali compositi e illustrare le principali tecnologie di trasformazione necessarie per una prima conoscenza di tali materiali e tecnologie innovative, oltre che una consapevolezza sul loro utilizzo….

Leggi tutto…

Greene Tweed ha sviluppato un sistema, noto come Xyscan®, per i test non distruttivi (NDT) applicabile su componenti compositi di forma complessa che, fino ad oggi, si sono dimostrati impossibili o poco pratici da valutare, utilizzando metodi NDT tradizionali, come ad esempio ultrasuoni. Xyscan® è in grado di fornire sia 2D che Imaging 3D per supportare la convalida dei processi dettagliata, i requisiti di tolleranza al danno, le misurazioni geometriche e il rilevamento dei difetti di produzione

Leggi tutto…

Chem -Trend è in grado di fornire sistemi distaccanti a base di acqua o di solvente per processi di stampaggio RTM e per via umida, compresi primer per stampi, sigillanti, distaccanti interni ed esterni e prodotti ausiliari come i detergenti per stampi. Essi consentono ai produttori che fabbricano volumi elevati di materiali compositi per l’industria automobilistica di mantenere l’operatività degli stampi….

Leggi tutto…

Gli UAV (unmanned aerial vehicle), i veicoli aerei senza pilota, ora sono droni e la tecnologia dei droni guarda oggi ai materiali compositi. Una delle grandi promesse di utilizzo dei compositi nei droni è quella di abilitare i sistemi persistenti di lunga durata che forniscono un accesso a Internet WiFi su ampia area. Due i prototipi in volo, L’ Aquila di Facebook e il Jungle Hawk Owl prodotto dall’Istituto di tecnologia del Massachusetts

Leggi tutto…

Introduzione alle metodologie di calcolo e di caratterizzazione
Clicca e scopri di cosa si parlerà durante la prima giornata di corso

Leggi tutto…