Assocompositi | online gli atti della Scuola estiva compositi 2018


La prima giornata si è concentrata sul rinforzo strutturale e sulla normativa nazionale ed europea relativa a FRP e FRCM, con interventi del Prof. Ascione e del Prof. Occhiuzzi e la presentazione di case history aziendali. Il giorno seguente il dibattito si è spostato sui nuovi materiali e tecnologie con relazioni su giunzioni ibride, tecnologie ‘out of autoclave’, nuovi SMC in fibra di carbonio, automated fiber placement, incollaggio strutturale, processo NDI e dimostrazione di shearografia, modellazione e analisi CAE, compositi per applicazioni di metal replacement a carattere strutturale.
L’ultima giornata è stata invece dedicata alla visita di un’azienda del settore, HP Composites, dove si è tenuta una lezione speciale sulla produzione per il settore racing.
La Scuola è stata sponsorizzata da Carmonacarbon, Elantas Europe e Gi Group, con la collaborazione di HP Composites e il patrocinio di SAMPE Italia. Il Comitato tecnico-scientifico era formato da: Prof. Roberto Frassine (Politecnico di Milano), Prof. Alfonso Maffezzoli (Università del Salento), Prof. Andrea Ratti (Politecnico di Milano), Prof. Luigi Ascione (Università di Salerno), Ing. Abramo Levato (HP Composites), Ing. Giulio Morandini (Mapei), Ing. Giuseppe Cersosimo (Interbau), Ing. Andrea Zampa (Fibre Net).
La prossima edizione della Scuola estiva sui compositi si terrà a settembre del 2020. Gli atti della Scuola sono disponibili fino al 30 novembre al seguente link: https://drive.google.com/file/d/1GvSjB-I9Xyrkx9TzyvOSrZJeUzxQK5PM/view


Leggi anche

Testare l’idoneità di nuovi tessuti da usare nel calcestruzzo tessile diventerà più semplice, grazie allo studio di Martin Scheurer, dottorando dell’Institut für Textiltechnik (ITA) della RWTH Aachen University, che il mese scorso ha vinto l’Hanns Voith Foundation Prize 2019 nella categoria New Materials. Con il metodo di Scheurer una buona valutazione iniziale di idoneità potrà essere effettuata con tre diversi test contro gli oltre cinquanta attuali, con ovvie riduzioni di tempi e di costi per le aziende….

Leggi tutto…

Un nuovo concetto per la ICC, nuove aree “Process Live”, un grande Forum dedicato alle Lightweight Technologies e “Foam Expo Europe”, questa edizione di COMPOSITES EUROPE 2019, che si terrà a Stoccarda dal 10 al 12 settembre, si presenta ricca di novità assolute. I visitatori incontreranno oltre 300 espositori provenienti, che presenteranno le più avanzate tecnologie dei materiali compositi. …

Leggi tutto…

La ricerca condotta dagli ingegneri di Performance Engineered Solutions (PES) Ltd mira a sviluppare una barra antirollio in materiale composito ad alte prestazioni per treni e mezzi pesanti. La nuova barra sarà più leggera rispetto a quelle tradizionali in metallo e senza compromettere le prestazioni, consentirà di ridurre il peso delle vetture, diminuendo il consumo di carburante e le emissioni…

Leggi tutto…

Il Ministero dell’istruzione e della ricerca tedesco ha finanziato con 6,5 milioni di euro il Green Carbon Project della Technical University of Munich (TUM), con lo scopo di progettare materiali compositi con applicazioni tecnologiche innovative e un’alta sostenibilità ambientale. Secondo i ricercatori del TUM, infatti, è possibile produrre nuovi materiali combinando granito allo stato nativo e altre rocce dure con fibre di carbonio di origine vegetale, e ridurre l’emissione di CO2….

Leggi tutto…

In a new study, researchers from the University of Oxford describe environmentally friendly, recyclable films that can replace the metallic layer in food packaging, while offering a similar level of protection for food….

Leggi tutto…