POLIECO GROUP – KIO il chiusino in Kinext

POLIECO GROUP è leader in Europa nella produzione e commercializzazione di tubi corrugati a doppia parete in polietilene ad alta densità. Alla produzione di cavidotti corrugati in polietilene per reti elettriche e telefoniche, prima azienda in Italia nel 1992, si è affiancata la produzione di tubi corrugati per reti fognarie non in pressione a partire dal 1996.

Oggi POLIECO GROUP è una realtà internazionale costituita da una serie di unità produttive presenti in Italia, Francia, Grecia e Slovacchia.

L’organizzazione di POLIECO GROUP si basa sull’operatività dei Sistemi di Gestione, in buona parte integrati tra loro e ormai consolidati in tutte le aree aziendali, sviluppati e successivamente certificati in riferimento agli standard internazionali UNI EN ISO 9001 (Qualità), UNI EN ISO 14001 (Ambiente) e OHSAS 18001 (Sicurezza nei luoghi di lavoro).

POLIECO GROUP nel corso del 2010 ha deciso di procedere allo sviluppo di un progetto per la realizzazione di un chiusino stradale in materiale composito. Attualmente i chiusini stradali sono realizzati quasi esclusivamente in ghisa sferoidale, ghisa lamellare o calcestruzzo. 

Nel 2012 POLIECO GROUP ha brevettato e presentato al mercato KIO®, il chiusino prodotto con uno speciale materiale composito, chiamato KINEXTTM.

KINEXTTM permette di produrre chiusini ad alta resistenza e sostituisce i tradizionali materiali soggetti ad usura, decadimento e furto.

Il chiusino KIO® è prodotto nelle classi di resistenza A15, B125, C250, D400 e nelle dimensioni analoghe a quelle dei chiusini in ghisa.
KIO® è certificato ICMQ in conformità alle normative EN124-1:2015 e EN124-5:2015.

 

 
 

 


Leggi anche

Un materiale che non manca mai su una pista, il filamento CF-PA12, e che ora supera di gran lunga il suo tradizionale impiego. Arricchito con la fibra di carbonio è stato adoperato nella stampa 3D. La gara ufficiale di Formula Student è stato lo scenario perfetto per sperimentare il neonato collettore di aspirazione stampato dalla società polacca Omni3D….

Leggi tutto…

Il fenomeno di carbonatazione del calcestruzzo e della successiva ossidazione delle barre di armatura è la causa principale del degrado e dell’abbandono delle opere in calcestruzzo armato. ANAS sta provvedendo a salvaguardare il patrimonio già esistente e a prolungare il periodo di efficienza dei ponti e dei viadotti….

Leggi tutto…

Apodius GmbH, azienda del gruppo Hexagon Manufacturing Intelligence (MI), produce sistemi di misura per l’assicurazione qualità nella produzione di componenti compositi rinforzati con fibre. Con l’acquisizione di Apodius GmbH, Hexagon MI estende le proprie competenze al campo dei materiali compositi in carbonio (CFK)….

Leggi tutto…

Il primo robot progettato a basso costo, al pari di una televisione di ultima generazione. Il robot è stato realizzato da un team di 32 ricercatori e designer dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova. Al massimo entro 18 mesi auspicano la produzione in serie, presto entrerà nelle nostre case….

Leggi tutto…

Il materiale dell’elettronica moderna imita il grafene, si prospetta un futuro sorprendente per la fotonica. Il silicio può assumere una struttura atomica bidimensionale, analoga a quella del grafene, che potrà rivoluzionare il futuro della fotonica. Il Cnr-Imm presenta soluzioni ottiche mai raggiunte prima…

Leggi tutto…