Researchers develop a model for a new composite for tensile strength

Materials scientists always try to develop new composite materials or combinate some composites in way to understand if they might work together so that the useful properties of one component enhance those of the other and vice versa. Often, the use of computation and modelling can help to calculate the likely outcomes of combining certain components.

Recently, a group of researchers formed by Divakara Rao and Udaya Kiran of the J.B. Institute of Engineering and Technology, in Hyderabad, and Eshwara Prasad of the Jawaharlal Nehru Technological University also in Hyderabad, reveals a mathematical model that can be used to optimize a novel composite for tensile strength. The material is made from the synthetic polymer, polyester, and human hair as a reinforcing component. The article was published in the «International Journal of Computational Materials Science and Surface Engineering».

The researchers prepared polymer-based composites using chopped fibres of human hair at between 5 and 25 percent by weight and with fibre lengths of 10 to 50 millimetres. They collected data from tensile strength testing of these experimental composites, and used these data to build a model that might then help to improve the formulation of new composites.

Given the need for novel composites with new properties and a need to reduce our reliance on petrochemicals and invoke the use of renewable materials, brushing up on hair science in this context makes complete sense. There are, of course, many other natural fibres that might also be incorporated into semi-synthetic composites for a wide range of materials science and engineering applications.

Source: Phys.org – The news is adapted with editorial change made by Compositi magazine.


Leggi anche

Gli accumulatori agli ioni di litio sono batterie impiegate sia nei trasporti (automobili, aeroplani) sia in moltissimi dispositivi di uso comune (come telefoni, tablet e laptop). Hanno però un difetto: sono infiammabili, e possono causare di conseguenza incendi ed esplosioni. Un gruppo di scienziati della Purdue University, in Indiana, hanno brevettato alcune tecniche che potrebbero ridurre i rischi connessi a questo tipo di batterie molto popolari…

Leggi tutto…

Verso un’economia circolare anche nel settore della produzione della vetroresina. A Bergamo entro l’estate 2020 sarà realizzato il primo impianto con il processo termochimico ideato in Italia e brevettato a livello mondiale per recuperare la vetroresina a fine vita…

Leggi tutto…

Il processo sviluppato da un gruppo di ricercatori della Università tecnica di Monaco (Technische Universität München, TUM) utilizza le alghe per rimuovere CO2 dall’atmosfera e dai gas di scarico e successivamente convertirla in olio di alga, poi utilizzato per produrre il poliacrilonitrile (PAN), precursore della fibra di carbonio…

Leggi tutto…

Ottobre è stato un mese di stagnazione per il mercato dei compositi. La domanda nella maggior parte dei settori è stata inferiore alla media stagionale. L’automotive è riuscito a stento a guadagnare terreno, nonostante una tendenza positiva nel segmento dei veicoli commerciali…

Leggi tutto…

Un team di ricercatori del FAMU-FSU College of Engineering dell’Istituto di materiali ad alte prestazioni della Florida State University sta sviluppando un progetto per uno scudo termico che protegge meglio satelliti, missili e aerei a reazione dalle altissime temperature a cui sono sottoposti…

Leggi tutto…