Convegno Nazionale Assocompositi 2015 – Call for papers

Si terrà il 6 e il 7 maggio 2015 il 4° Convegno Nazionale Assocompositi, presso la Fiera Milano-Rho, nell’ambito di PLAST 2015. Si svolgerà il 4 sessioni parallele, permettendo ai partecipanti di visitare sia il salone PLAST che EXPO Milano 2015. Gli abstract dovranno essere presentati entro il 27 febbraio 2015

Leggi tutto…

Il LCA degli aeroplani in composito salva le emissioni a lungo termine

Universities of Sheffield, Cambridge e University College London, effettuano per la prima volta una valutazione del ciclo di vita complessivo (LCA) di un aeroplano realizzato in materiali compositi, come il Boeing Dreamliner 787 o l’Airubus 350. I risultati mostrano che una flotta di aerei compositi potrebbe ridurre le emissioni di carbonio fino al 15 %.

Leggi tutto…

I compositi in fibra di carbonio di grafene-temperato migliorano le prestazioni meccaniche

La Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cardiff e Haydale ha dimostrato che la tecnologia di funzionalizzazione al plasma produce miglioramenti in termini di prestazioni meccaniche e di tolleranza al danno in materiali compositi in fibra di carbonio. Questi risultati potrebbero avere implicazioni per lo sviluppo di strutture composite futuri, dimostrando il potenziale di progettazione dei nuovi aeromobili per il risparmio di peso ed i benefici ambientali conseguenti, come la riduzione delle emissioni di CO2.

Leggi tutto…

Il Crash Test NASA delle nuove tecnologie

Gli assorbitori di energia dei lightweight compositi sono ideali per le applicazioni critiche, come aerei ed elicotteri. E’ stato convalidato da un crash test condotto dalla Nasa, il cui progetto, chiamato TRACT (Transport Rotorcraft Airframe Crash Testbed) utilizza strutture degli elicotteri CH-46 per valutare l’efficacia di nuove tecnologie per migliorare la resistenza agli urti e le capacità di sopravvivenza in condizioni di crash realistiche.

Leggi tutto…

London Underground ricerca soluzioni dalla tecnologia aerospaziale

Un esempio virtuoso per la gestione dei trasporti è dato da London Underground (LU), attualmente impegnata a ricercare materiali più leggeri, ricorrendo alla tecnologia aerospaziale, da impiegare per la costruzione delle porte dei treni. L’applicazione di queste tecnologie si tradurrà in ridotti tempi di percorrenza e di attesa; un risparmio di 530.000 ore all’anno. Inoltre, riduzione delle sollecitazioni meccaniche in altre parti del sistema di porte ridurrebbe la frequenza di guasti porte connesse portano a meno ritardi

Leggi tutto…

Precisione e velocità nella misura

Qualità e rapidità delle misurazioni nelle lavorazioni più complesse sono esigenze sempre più sentite nell’industria aeronautica e automotive. A questa domanda Hexagon Metrology risponde con i nuovi bracci di misura portatili, un laser scanner di ultima generazione e con un’offerta di servizi potenziata con l’apertura di nuovi Precision Center

Leggi tutto…

Marco Busi – Elantas Italia

Nell’ampia gamma di prodotti che l’azienda ha proposto alla manifestazione di Dusseldorf la pasta estrudibile applicabile a macchina; inoltre sistemi ad alta resistenza termica per la realizzazione di stampi per compositi.
Derivate dall’aeronautica le materie prime che servono per la realizzazione di questi prodotti sono in grado di raggiungere anche oltre 200° di resistenza termica.

Leggi tutto…

Creata una plastica “corazzata”

Una plastica con le proprietà di un’armatura è stata sviluppata dagli scienziati dell’Università politecnica di Tomsk (TPU). Di base questo materiale è resistente e leggero, realizzato con l’aggiunta di vetro o fibra di carbonio, adatto alla costruzione di razzi o . Gli specialisti promettono la costruzione dei prototipi di tali strutture entro la fine del 2015.

Leggi tutto…

Nanocompositi dalle ceneri

Il Centro di Ricerca in materiali avanzati del Messico, ha realizzato i materiali nanocompositi dalle ceneri leggere delle centrali a carbone. Questa tecnologia, oltre ad andare incontro alle esigenze del settore aeronautico, venendo applicata alle turbine aeree per proteggerle dalla degradazione termica, avrebbe risvolti anche sul piano ambientale, impiegando un materiale che fin’ora è stato considerato soltanto rifiuto inquinante

Leggi tutto…

Approcci di omogeneizzazione di tessuti compositi

Sviluppata una metodologia di omogeneizzazione di tessuti compositi, basata su tecnologia FEM. Gli strumenti sviluppati permettono di eseguire simulazioni ad elementi finiti su un volume rappresentativo del singolo strato utilizzando l’omogeneizzazione a livello di trefolo. Vengono descritti gli approcci di omogeneizzazione basati su metodo agli elementi finiti e su “mean-field”, per valutare le proprietà del materiale in campo lineare, e la comparazione con misure sperimentali.

Leggi tutto…