Kimia – Prodotti e tecnologie per il recupero edilizio

kimia-logo Nuovo Socio assocompositi Logo__trasp 

foto-anteprima-kimia

Kimia dal 1979 produce e commercializza materiali e tecnologie per il recupero edilizio e il consolidamento strutturale.

La scelta di concentrarsi fin dalle origini nel particolare ambito del recupero e la forte specializzazione delle soluzioni tecniche adottate ha permesso all’azienda di diventare un punto di riferimento apprezzato in Italia e nel mondo.

Kimia è stata la prima realtà nel settore a utilizzare materiali compositi FRP per il consolidamento degli edifici, tra le prime aziende al mondo a sviluppare resine specifiche per pavimentazioni e impermeabilizzazioni e tra le primissime realtà a sviluppare materiali a elevata compatibilità appositamente studiati per il restauro monumentale.

Oggi Kimia è una realtà all’avanguardia, proiettata al futuro e più che mai consapevole del proprio obiettivo: contribuire alla salvaguardia del nostro patrimonio più importante, il Passato.

2-piazza-popolo-roma-kimia_ok

 

GAMMA KIMIA: SOLUZIONI PER OGNI ESIGENZA

Kimia propone una gamma di prodotti e tecnologie a elevate prestazioni, studiati e sviluppati per applicazioni nel settore dell’edilizia civile, storico-monumentale, infrastrutturale e industriale:

  • sistemi compositi in fibra di carbonio certificati per interventi di messa in sicurezza post sisma e consolidamento strutturale;
  • tessuti in acciaio galvanizzato e inox;
  • reti in fibra di vetro e in aramide per intonaci armati;
  • resine per incollaggi strutturali;
  • malte cementizie e a calce per il ripristino e il rinforzo di opere moderne e storiche;
  • soluzioni per il restauro e la protezione di superfici lapidee;
  • impermeabilizzanti, deumidificanti, adesivi, resine per pavimentazioni e altri prodotti per interventi di ristrutturazione e rinnovo.
3-intonaco-armato-kimia

 

SISTEMI COMPOSITI IN FIBRA DI CARBONIO: LA GARANZIA DEL CIT

Kimia è in possesso del “Certificato di Idoneità Tecnica all’impiego” (CIT) per 10 sistemi compositi in fibra di carbonio della linea Kimitech. Ciò la rende di fatto l’azienda produttrice con il più alto numero di sistemi FRP certificati in Italia. Un primato frutto di un’esperienza nel settore con radici molto profonde: le prime applicazioni di materiali compositi Kimia risalgono infatti ai primi anni Ottanta.

I sistemi compositi certificati Kimia sono ideati per adattarsi al meglio alle diverse esigenze progettuali: presentano diverse grammature e tessiture, differenti resistenze e moduli elastici e sono disponibili forma di tessuti da impregnare “in situ” (linea di tessuti Kimitech CB e Kimitech CBA) e in lamine preformate (lamine pultruse in fibra di carbonio Kimitech PLATE).

4-carbonio-cappella-scrovegni-kimia

ASSISTENZA E FORMAZIONE: CI PENSA KIMIA

La mission aziendale è quella di essere il partner di riferimento del professionista in qualsiasi intervento di restauro e recupero. Nella pratica significa assistenza a progettisti e imprese in tutta Italia con una rete di tecnici di zona, rivendite specializzate e un servizio di supporto alla progettazione cucito sulle esigenze dei progettisti.

Porre attenzione ai professionisti significa anche contribuire alla loro formazione. Kimia organizza seminari, corsi professionali e convegni in Italia e all’estero in collaborazione con ordini professionali, enti, università e aziende partner. Per promuovere la cultura del recupero e condividere la propria esperienza l’azienda ha contribuito alla formazione nel 2017 di più di 2000 professionisti in tutta Italia.


Leggi anche

Heroal FireXtech D 93 FP è stato testato sulla resistenza al fuoco secondo le classificazioni EN 13501-2. Il nuovo dispositivo è stato in grado di resistere al fuoco per oltre 30 minuti, rispondendo alla classificazione di resistenza al fuoco EI 30. Il sistema ha raggiunto questa classificazione grazie a profili clamp-on (a scatto) e vetro laminato. Così l’inserimento delle piastre di raffreddamento nei profili principali, nel vetro e nei profili inferiori non è più necessario. In più il sistema ha anche caratteristiche di tenuta ai fumi in classe S200….

Leggi tutto…

Una miscela di cemento, in grado di conservare energia elettrica e scaricarla in caso di necessità, potrebbe convertire edifici, ponti, pavimentazioni stradali e lampioni in accumulatori di energia….

Leggi tutto…

Il salone JEC WORLD 2019 si è concluso dopo tre intense giornate all’insegna dell’innovazione, del networking e della condivisione delle conoscenze. 1.300 espositori, 43.000 visitatori professionisti da 112 paesi partecipanti e 27 padiglioni nazionali: sono questi i numeri, come riportati dal meeting delle associazioni europee e globali di settore, di JEC World, il luogo in cui il mondo dei materiali compositi si incontra riunendo i protagonisti del settore e i loro rappresentanti. …

Leggi tutto…

Le ricerche di alcuni studiosi universitari hanno portato alla realizzazione di uno spray costituito da materiale composito ideato per riparare le navi della marina militare danneggiate dal fuoco o attacchi missilistici…

Leggi tutto…

Scarti di latte dall’industria casearia e latte scaduto dalla grande G.D.O sono i nuovi ingredienti per produrre mattoni isolanti. L’innovazione dell’azienda che fonda le sue radici in Sardegna propone la soluzione alla dispersione termica degli edifici. Una novità per il mercato della bio-edilizia che dà il benvenuto a mattoni in bio composito di fibra di latte. …

Leggi tutto…