Stampa 3 D, le nuove tecnologie al servizio dei designer del futuro

L’Università La Sapienza di Roma, all’interno del suo ateneo ha istituito due corsi specifici, la Laurea Triennale in Design e la Laurea Magistrale in Product Design. Questa scelta è stata adottata proprio perché oggi è diventato fondamentale introdurre nei corsi progettuali le competenze per utilizzare le nuove tecnologie, da un lato per creare modelli con il rapid prototyping, dall’altro per innescare un processo creativo e mentale di sviluppo dell’oggetto.
Un presupposto che ha determinato le condizioni per avviare una fattiva collaborazione tra l’università romana e Weerg, inedita realtà nel mondo della meccanica che offre attraverso un’evoluta piattaforma la possibilità di ordinare online lavorazioni CNC e stampe 3D.
I designer del futuro devono poter conoscere, studiare e provare, le nuove tecnologie che sono presenti sul mercato. La collaborazione nasce da un incontro sui Social in occasione del lancio su Facebook del contest “Weerg Award”, che invitava a presentare originali modelli 3D. La finalità del contest creativo era testare le prestazioni delle stampanti implementate nel reparto produttivo di Weerg.
La collaborazione con La Sapienza è continuata in occasione dell’evento fieristico Mecspe (marzo 2018, Parma). con benefici per entrambi. La fantasia degli studenti ha permesso all’azienda di testare la realizzazione di pezzi originali e sofisticati, in cambio l’azienda ha offerto loro la possibilità di sperimentare a fondo la materia che stanno studiando, con grande libertà progettuale, grazie alla versatilità delle stampanti 3D.
Se l’industria manifatturiera è per molti versi ancora ‘seriale”, le tecnologie di nuova generazione offrono l’opportunità di andare oltre la ‘serialità’ creando pezzi unici e aprendo nuovi mondi e nuovi mercati. Nascono collaborazioni molto proficue che rappresentano un esempio di come le aziende e il mondo accademico possono essere sinergici. Lo conferma anche la prof.ssa Loredana Di Lucchio a capo del progetto: “Questa per noi rappresenta un’opportunità davvero interessante che avvalora ciò che cerchiamo di trasmettere da tempo ai futuri designer: è necessario aggiornare le competenze di una professione che per anni si è basata su processi seriali e standardizzati”. “È fondamentale che le nuove tecnologie non vengano impiegate solo per procedure consolidate, ma diventino luoghi di sperimentazione”, aggiunge Matteo Rigamonti – ideatore e fondatore di Weerg.com


Leggi anche

Waya sarà una città galleggiante, che vedrà sorgere sull’acqua una serie di edifici modulari a forma di piramide. Il progetto nato in Italia si ispira alla civiltà dei Maya, attualmente è in fase di crowdfunding ma, se tutto andrà bene, vedrà la luce già nel 2022

Leggi tutto…

Emilia4 è il prototipo, in fase di montaggio, dal telaio interamente in carbonio e con il motore solare. L’auto del futuro sarà pronta per la presentazione ufficiale prevista per il 14 giugno presso il Museo Ferrari di Maranello. Poi verrà inviata negli Stati Uniti dove, dal 14 al 22 luglio, parteciperà al più probante dei test: l’American Solar Challange, nella categoria Cruiser

Leggi tutto…

L’americana Kreysler & Associates – specializzata nell’impiego di materiali compositi in edilizia dal 1982 e riconosciuta a livello internazionale per la sua innovazione, creatività e abilità – presenta opere d’architettura in materiali compositi con metodi di produzione FRP. Questa visione del futuro deve essere uno stimolo per gli architetti nell’adottare soluzioni innovative che si confermano essere anche economiche per una vasta gamma di applicazioni architettoniche, scultoree e industriali

Leggi tutto…

Philipp Aduatz, il designer austriaco conosciuto nel mondo del design per la creazione di oggetti altamente scultorei e realizzati con materiali e tecnologie di fabbricazione innovativi, grazie alla tecnologia di stampa 3D presenta l’avveniristica ““Chaiselongue digitale” che sarà esposta, insieme ad altre opere futuristiche, a Ventura Future – Ventura Projects…

Leggi tutto…

Horacio Pagani, fondatore del marchio Pagani Automobili e padre delle supercar che portano il suo nome, è esperto nella lavorazione del carbonio, alla base dello sviluppo delle auto da competizione e dei più disparati oggetti dove leggerezza e robustezza devono andare a braccetto…

Leggi tutto…