A hydrogen power plant (composite) for the garden

According to data from the German Environment Agency, private households currently are responsible for about a quarter of Germany’s energy consumption in total. A good half of this energy is obtained from natural gas and crude oil. Given the intensification of climate change, this statistic is reflective.

“Hydrogen obtained from renewable energies has so much more potential as an energy carrier for the future” says Prof. Holger Seidlitz, lightweight construction specialist at BTU Cottbus-Senftenbergand Head of “Polymer Materials and Composite PYCO” research at the Fraunhofer Institute for Applied Polymer Research IAP at the Wildau location, highlighting the situation.
 
Together with his team and a medium-sized enterprise, he is taking a two-pronged approach to the future of hydrogen:
 
  1. First, he is focusing on sourcing the energy needed for hydrogen production. The cooperation partners are currently developing a small and efficient wind power plant to do this
  2. Second, the team is busy looking at how to store this valuable gas. To this end, they are producing new types of hydrogen tanks made of fiber-reinforced composites

 

Click here to read the full article

 

Subscribe now to our quarterly Compositi newsletter
to stay updated on news, technologies and activities 

 


Leggi anche

Un nuovo metodo di produzione roll-to-roll sviluppato presso il MIT potrebbe consentire di produrre celle solari ultraleggere e flessibili e una nuova generazione di schermi e altri componenti elettronici a film sottile…

Leggi tutto…

Structural supercapacitor electrode for Mobile electronic devices

L’esplosione di dispositivi mobili, veicoli elettrici, droni e altre tecnologie ha causato la crescita della domanda di nuovi materiali leggeri adatti alla loro fabbricazione. I ricercatori della University of Houston e della Texas A&M University hanno sviluppato un nuovo tipo di elettrodo per supercondensatori strutturali costituito da ossido di grafene ridotto e nanofibra di aramide, più forte e più versatile dei tradizionali elettrodi a base di carbonio…

Leggi tutto…

BRYSON project

Il Progetto BRYSON che vede coinvolto un consorzio di aziende e istituti di ricerca tedesche, tra cui l’Università tecnica di Dresda, risponde alla sfida della transizione verso l’idrogeno. Si pone infatti l’obiettivo di sviluppare innovativi sistemi di stoccaggio dell’idrogeno per una integrazione ottimizzata nella struttura dei vari tipi di veicoli…

Leggi tutto…

Volt

I ricercatori del KTH Royal Institute of Technology in Svezia hanno dimostrato in uno studio pubblicato di recente la possibilità per un nuovo materiale composito in fibra di carbonio di cambiare forma con l’aiuto di impulsi elettronici. Il materiale potrebbe trovare applicazione per esempio nella produzione di aeroplani e pale eoliche…

Leggi tutto…

researchers

L’etanolo ha una densità di energia volumetrica cinque volte superiore (6,7 kWh/L) rispetto all’idrogeno (1,3 kWh/L) e può essere utilizzato in sicurezza nelle celle a combustibile per la generazione di energia. In teoria, l’efficienza di una cella a combustibile a etanolo è del 96%, ma in pratica alla massima densità di potenza è solo del 30%. Per raggiungere una maggiore efficienza un gruppo di ricercatori dell’IPEN (Brasile) sta studiando nuove membrane in materiale composito per celle a combustibile a etanolo diretto…

Leggi tutto…