AC75: una imbarcazione sostenibile per l’America’s Cup 2021

ELG Carbon Fibre e la squadra di vela inglese INEOS Team UK hanno unito le forze per sviluppare materiali e pratiche di produzione a basso impatto ambientale per l’imbarcazione AC75, che competerà alla America’s Cup 2021.

ELG è stato il fornitore tecnico ufficiale di INEOS Team UK a partire dalla campagna cominciata nel 2018 e ha recuperato 1000 kg di scarti provenienti dalla fabbricazione di prodotti contenenti fibra di carbonio e componenti a fine utilizzo per produrre l’imbarcazione del team di vela inglese. Le fibre recuperate sono state convertite in prodotti macinati e tritati per realizzare composti termoindurenti e termoplastici e tessuti non tessuti (TNT o nonwoven), che a loro volta, sono stati utilizzati per realizzare strutture di materiale composito durante la produzione della barca che gareggerà ad Auckland nel 2021.

ELG ha spiegato che il tessuto non tessuto riciclato è stato impiegato per produrre due carrelli per il trasporto della AC75 e per la struttura dello scafo e del ponte.

 «Il riutilizzo di prodotti a base di fibre di carbonio è una svolta concreta – ha dichiarato Alan Boot, architetto navale presso INEOS Team UK.  Stiamo evitando che i rifiuti finiscano in discarica, chiudendo il cerchio di vita dei materiali reimpiegandoli dove possibile nei nostri processi produttivi. […] Questo è un momento di vero fermento per il settore della produzione navale e ci auspichiamo che il nostro progetto possa fare da apri pista e spingere altri produttori a seguire l’esempio».

The AC75 Boat 1 sarà lanciata questa estate.


Leggi anche

JEC ceremony 2019

Quest’anno i JEC Innovation Awards, il premio alle innovazioni nel settore dei compositi, si terrà per la prima volta in modalità online, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 13 maggio alle ore 12 e sarà possibile partecipare gratuitamente, previa registrazione. Verranno premiati 11 progetti per ognuna delle categorie in gara su 33 progetti giunti in finale, selezionati da una giuria internazionale …

Leggi tutto…

ElectraFly prototype

Nello sviluppo del nuovo settore emergente dei velivoli per la mobilità urbana (UAM, Urban Air Mobility) rivestiranno un ruolo centrale i materiali compositi avanzati stampati in 3D e ultraleggeri. Come suggerisce un progetto condotto dall’UAMMI in collaborazione con un’azienda dello Utah, il loro impiego aiuterà a risolvere i problemi di efficienza che incidono al momento sulle prestazioni e sullo sviluppo del mercato legato a questi velivoli…

Leggi tutto…

In base a una ricerca recente, si prevede che le dimensioni del mercato globale dei materiali compositi scenderanno da un totale di 90,6 miliardi di dollari del 2019 a 82,9 miliardi entro il 2021, con un tasso di crescita negativo del 4,4% rispetto al 2019. Ci si aspetta infatti che l’industria dei compositi subirà un calo dovuto all’interruzione della catena di approvvigionamento a causa della pandemia da Covid-19…

Leggi tutto…

La casa automobilistica McLaren continua il suo storico impegno nella riduzione del peso dei veicoli. Come conferma la supercar 765LT, l’azienda punta infatti a ottimizzare efficienza e prestazioni dei suoi modelli ibridi che prevede di lanciare sul mercato nel 2025 grazie a un attento lavoro sui materiali, ricorrendo ai materiali compositi sia per le parti interne sia per quelle esterne della vettura…

Leggi tutto…

Una nuova tecnologia rivoluzionaria sviluppata dal National Composites Center (NCC) e dalla Oxford Brookes University consente ora di separare (o smantellare) le strutture in materiale composito in modo rapido ed economico utilizzando una semplice fonte di calore. Questa ricerca potrebbe trasformare la progettazione, l’uso e il riciclaggio a fine vita di un’ampia gamma di prodotti, tra cui automobili, aeromobili e turbine eoliche…

Leggi tutto…