AIMPLAS aderisce al progetto ECOXY, un programma per sviluppare materiali compositi ecocompatibili

AIMPLAS, Plastics Technology Centre, offers solutions to companies of the plastics industry: R&D projects, analysis and testing, technical assistance, competitive intelligence and training.
The Plastics Technology Centre, announced it is taking part in the project ECOXY, coordinated by CIDETEC – an organization for applied research that integrates three international reference institutes in the fields of energy storage, surface engineering and nanomedicine – to develop reinforced composites meeting the strict requirements of the construction and the automotive sectors, with the advantage that they are repairable, reprocessable and recyclable.
Fibre-reinforced composites are materials of great interest to the construction and the automotive industries because of their low weight and the excellent mechanical properties. But there are some disadvantages related to the high cost and the environmental impact. Many are not repairable or recyclable and most of the polymers and reinforcements used in their manufacturing come from non-renewable sources or require a very significant energy expenditure.
A goal of project ECOXY is to develop new epoxy resins and reinforcements for the construction and the automotive sectors that are more environmentally-friendly and more economically competitive. For that purpose, new resin formulations are being used that are dynamic, allow the repair, the reprocessing and recycling of materials.
13 partners from eight different countries are taking part in the project which began last June and will be completed in November 2020. ECOXY has been funded by the Joint Technology Initiative on Biobased Industries within the EU H2020 research and innovation programme.


Leggi anche

La tecnologia CFIP (Continuous Fibre Injection Process) è stata sviluppata e brevettata da Eurecat Centro Tecnológico de Catalunya e consente di rinforzare parti in plastica, metalli o ceramica prodotte con stampa 3D con fibre continue in carbonio, aumentandone la resistenza e riducendo il peso…

Leggi tutto…

Hyundai

Una innovativa tecnologia ha permesso di ridurre del 20% il peso del bagagliaio della Hyundai Creta. Si tratta di un composito termoplastico che combina un pannello sandwich a nido d’ape in PP e pelle composita GMT…

Leggi tutto…

Un gruppo di ricercatori del College of Science del Virginia Tech (USA) hanno sviluppato un materiale formato da fibre di carbonio porose con una capacità di dissalazione di piccoli lotti di acqua fino a 40 volte più veloce rispetto ad altri materiali disponibili oggi. Questo tipo di fibre potrebbe trovare applicazione nell’industria automobilistica, dove materiali simili, ma meno efficienti, sono già utilizzati come gusci esterni di alcune auto di lusso. Ultimamente, i ricercatori prevedono anche una nuova applicazione nell’ambito della desalinizzazione capacitiva…

Leggi tutto…

JEC Awards

Si è svolta mercoledì 13 maggio la cerimonia di premiazione dei JEC Composites Innovation Awards, tenutasi per la prima volta online. Undici le aziende premiate per ognuna delle undici categorie nei differenti settori dell’industria dei compositi, alle quali si aggiungono altre due aziende premiate nelle due categorie speciali. La cerimonia è stata seguita da oltre 600 persone…

Leggi tutto…

researchers

L’etanolo ha una densità di energia volumetrica cinque volte superiore (6,7 kWh/L) rispetto all’idrogeno (1,3 kWh/L) e può essere utilizzato in sicurezza nelle celle a combustibile per la generazione di energia. In teoria, l’efficienza di una cella a combustibile a etanolo è del 96%, ma in pratica alla massima densità di potenza è solo del 30%. Per raggiungere una maggiore efficienza un gruppo di ricercatori dell’IPEN (Brasile) sta studiando nuove membrane in materiale composito per celle a combustibile a etanolo diretto…

Leggi tutto…