Combo S.r.l. crea Carbit®

Nuovo Socio assocompositi Logo__trasp

Combo S.r.l. è in grado di progettare e realizzare manufatti in fibra di carbonio e materiali compositi e affini, in particolare ha sviluppato un procedimento che li rende adatti al contatto alimentare permanente.

combo-srl

La missione aziendale di Combo è duplice: essere un laboratorio di idee che genera IP o Intellectual Property (come Carbit® e altri brevetti già depositati) e generare profitti tramite la realizzazione di soluzioni e prodotti innovativi costruiti in materiali compositi o il licensing della tecnologia Carbit®.

L’opportunità identificata da Combo consiste nel fatto che i materiali compositi sono leggeri, resistenti, esteticamente belli e personalizzabili, possono sostituire materiali tradizionali ma, rilasciando potenzialmente fibre e resine epossidiche, non sono adatti ad entrare in contatto con cibi e bevande. La risposta di Combo è lo sviluppo di Carbit®, una tecnologia brevettata che vetrifica la superficie delle fibre composite (fibra di carbonio, CFRP, ecc.), di modo che possono entrare in contatto con acqua, bevande e alimenti senza rilasciare fibre o resine. La messa a punto del procedimento (brevetto italiano n°102015000080291) è il risultato di anni di Ricerca e Sviluppo.

Carbit® oltre a consentire il contatto alimentare, protegge la fibra di carbonio sottostante e ne conserva l’elasticità in modo eccellente (vedi Figura 1).

La finitura superficiale si presenta lucida o opaca a seconda del rivestimento scelto, con aspetto vetroso, una elevata resistenza agli urti e ai graffi. Il rivestimento è certificato per contatto permanente con acqua potabile, certificato ai sensi del D.M. 21/03/73, ed è resistente al lavaggio in lavastoviglie a temperature non superiori a 65-70°C.

Grazie ad una filiera completa e di alto livello Combo S.r.l. è in grado di fornire prodotti finiti in serie, tutti rigorosamente Made in Italy, oppure di affiancarsi al Cliente per progettare congiuntamente nuovi prodotti e renderli “food contact proof” tramite la tecnologia Carbit®.

I settori di applicazione sono molteplici, i principali sono i seguenti:

Dinnerware – Disegno e realizzazione, anche su disegno cliente, di oggetti realizzati in fibra carbonio atti all’uso alimentare come bottiglie, bicchieri, vassoi, piatti, ecc. (vedi Figura 2).

Industrial – Disegno e realizzazione di componenti per linee automatiche di trasformazione e packaging del cibo (vedi Figura 3) in sostituzione dei componenti in acciaio inossidabile usati oggi per motivi d’igiene e di contatto con gli alimenti.

L’utilizzo della fibra di carbonio, che pesa circa un quinto dell’acciaio inossidabile, per la costruzione degli organi in movimento di una macchina / linea presenta un vantaggio crescente:

  • All’aumentare della velocità della macchina.
  • All’aumentare del rapporto tra peso degli elementi di presa/trasporto e carico utile.

I vantaggi sono importanti e vale la pena di citare i seguenti:

  • Utilizzo di minore energia e di conseguenza:
    1. minore potenza del motore con riduzione del costo di acquisto e/o riduzione del costo dell’energia;
    2. maggiore intervallo di tempo tra una manutenzione e l’altra o maggiore durata a parità di potenza del motore.
  • Minore massa in movimento e di conseguenza:
    1. riduzione di tutte le perdite legate all’inerzia e ai giochi della macchina;
    2. necessità di minori manutenzioni e regolazioni;
    3. ramp-up di avvio e/o di cambio tipo più rapido o meno oneroso;
    4. minore impatto sugli encoder.
  • La possibilità di avere un materiale sostitutivo rispetto all’acciaio inossidabile:
    1. equivalenza del contatto di tipo alimentare (soprattutto se viscosità / abrasione sono bassi);
    2. Sostituzione delle lavorazioni meccaniche con un processo di stampaggio che può essere almeno in parte industrializzato.

Retrofit – Utilizzo della tecnologia Carbit® su prodotti in carbonio esistenti per acquisire nuove funzionalità e proprietà. Combo ad esempio ha recentemente presentato alla fiera Cosmobike Show di Verona un concept di bicicletta in carbonio senza borraccia: il contenitore per i liquidi è ricavato direttamente dal carbonio del telaio o quello del manubrio grazie a Carbit®.

Licensing – Combo è disponibile a dare in licenza la tecnologia Carbit® per specifiche applicazioni e settori. Questo consentirà ai nostri Clienti di aprire nuovi mercati e prodotti / applicazioni totalmente innovativi.

 

figura1
Figura 1: Alcuni esempi di prodotti Combo realizzati tramite tecnologia Carbit

figura2 
Figura 2: il trattamento mantiene l’elasticità della fibra di carbonio

figura-3 
Figura 3: un componente in carbonio per linea di packaging alimentare


Leggi anche

Grazie alla provata e lunga esperienza nel taglio digitale per il settore dei materiali compositi, ATOM ha sviluppato sistemi ideali per la loro lavorazione in grado di soddisfare i più elevati standard di sicurezza e ridotto impatto ambientale….

Leggi tutto…

Il progetto FireMat mira a superare i principali limiti tecnici dei compositi a matrice polimerica (PMC), vale a dire resistenza al fuoco e la non riciclabilità. Il progetto, coordinato da ENEA – Laboratorio tecnologie dei materiali Faenza (ENEA-TEMAF), ha coinvolto 4 partner no-profit (ISTEC-CNR, CertiMaC, Consorzio MUSP e Romagna Tech), tutti appartenenti alla rete regionale “Rete Alta Tecnologia”, e 4 aziende locali (Bucci Composites SpA, Curti Costruzioni Meccaniche SpA, Aliva Srl e Tampieri Energie Srl)….

Leggi tutto…

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio. …

Leggi tutto…

I sistemi compositi continui e il sistema di pultrusione in poliuretano riducono le dimensioni della traversa fornendo allo stesso tempo resistenza, rigidità e stabilità per resistere a carichi elevati. Il primo pick-up della serie F completamente elettrico della Ford Motor Company debutterà questa primavera con una sezione strutturale pultrusa in poliuretano. Con i sistemi di Continuous Composites Systems™(CCS) di L&L Products e il sistema di pultrusione poliuretanica Elastocoat® 74850 di BASF non è stata necessaria l’ampia riprogettazione della traversa….

Leggi tutto…

Hypetex e Philip Morris International (PMI), proprietaria del marchio di dispositivi per il riscaldamento del tabacco IQOS, hanno recentemente collaborato per sviluppare un programma per creare cover colorate in composito di carbonio per i dispositivi di riscaldamento del tabacco IQOS. Hypetex, produttore e fornitore britannico di materiali avanzati ha coordinato tutti gli aspetti, dall’ideazione iniziale alla soluzione finale, compreso un processo di produzione completamente ottimizzato….

Leggi tutto…