Covestro aumenta gli investimenti nella crescita sostenibile

Covestro sta gettando le basi per una crescita sostenibile nel futuro. Come parte della sua nuova strategia “Sustainable Future”, il Gruppo continua a concentrarsi sull’economia circolare e sulla domanda strutturalmente crescente di soluzioni sostenibili. Le iniziative politiche per ridurre i gas serra, come in Cina, Europa e Stati Uniti, stanno guidando la domanda, soprattutto nei settori dell’edilizia ad alta efficienza energetica e dell’elettromobilità.

In questo contesto, Covestro prevede che la crescita della domanda globale del precursore della schiuma rigida MDI e del precursore della schiuma flessibile TDI aumenterà fino al 6% all’anno fino al 2025. Per l’MDI in particolare, la domanda sta incontrando un utilizzo già elevato delle capacità a livello industriale. Alla sua conferenza per gli investitori di quest’anno, il Gruppo ha annunciato che riprenderà il progetto di investimento per la costruzione di un impianto di MDI su scala mondiale, che era stato temporaneamente sospeso all’inizio del 2020.

Covestro prevede di implementare la tecnologia AdiP ad alta efficienza energetica, che è già utilizzata nel suo sito di Brunsbüttel in Germania. La tecnologia può ridurre il vapore fino al 40% e l’elettricità del 25% per tonnellata di prodotto in un impianto MDI, tagliando le emissioni di CO2 fino al 35%. L’azienda sta esplorando la costruzione del nuovo impianto MDI su scala mondiale negli Stati Uniti o in Cina. Una decisione finale dovrebbe essere presa dopo l’attuale fase del progetto. La messa in funzione dell’impianto è prevista per il 2026.

 


 

Espansione della capacità produttiva

Covestro mira a generare una crescita sostenibile. In futuro allineerà gli investimenti e le acquisizioni in modo ancora più coerente agli aspetti di redditività e sostenibilità.

La crescita organica continuerà a svolgere un ruolo centrale. Covestro investirà circa 800 milioni di euro nel 2021, ma la spesa in conto capitale aumenterà notevolmente negli anni successivi. Le spese in conto capitale crescono quindi in media a un livello pari o leggermente superiore a quello degli ammortamenti. Nel segmento Performance Materials, la prevista costruzione del nuovo impianto MDI su scala mondiale aumenterà notevolmente le spese di capitale, in particolare negli anni dal 2024 al 2026. Per soddisfare anche la crescita della domanda di TDI, Covestro espanderà le sue capacità produttive di TDI nel sito tedesco di Dormagen già nel 2023 attraverso la sistemazione degli impianti.
 

Aumento sostanziale dell’EBITDA fino al 2024

Nell’ambito della sua nuova strategia, nel luglio 2021 Covestro ha riorganizzato il suo business nei due segmenti:

  1. “Soluzioni e Specialità”
  2. “Materiali Performanti”

Come parte di ciò, il Gruppo ha dato più responsabilità imprenditoriale alle entità commerciali e ha integrato tutte le attività operative lungo la catena del valore che sono critiche per il successo direttamente in queste nuove entità. Di conseguenza, può affrontare meglio i requisiti dei mercati specifici e le esigenze individuali dei clienti.

Sulla base del riallineamento organizzativo, del successo dell’integrazione del business “Resins & Functional Materials” acquisito da DSM nell’aprile 2021, e della crescita della domanda guidata dalla sostenibilità, Covestro prevede che l’EBITDA di metà ciclo salirà dal suo attuale livello di 2,2 miliardi di euro a 2,8 miliardi di euro nel 2024.
 

Espansione del portafoglio di prodotti sostenibili

Nel suo percorso per diventare completamente circolare, Covestro continua il suo impegno incrollabile verso le tecnologie del futuro e aumenta costantemente il suo portafoglio di prodotti sostenibili. Ad esempio, l’azienda ha già commercializzato con successo circa 45 prodotti basati su materie prime alternative e sta portando avanti quasi 90 prodotti di ricerca associati.

Le pietre miliari di questo percorso sono state raggiunte nel 2021. L’azienda offre ora prodotti sostenibili bilanciati in massa da tre siti che hanno ottenuto la certificazione ISCC Plus:

  • Anversa in Belgio
  • Shanghai in Cina
  • Uerdingen in Germania

Questa “certificazione internazionale di sostenibilità e carbonio” significa che Covestro può offrire ai suoi clienti policarbonato plastico ad alte prestazioni e il precursore della schiuma rigida MDI, entrambi realizzati con materie prime alternative, nella stessa buona qualità delle controparti a base fossile. Covestro sta quindi aiutando i suoi clienti a ridurre la loro impronta di carbonio.

 

La presentazione della conferenza virtuale degli investitori è disponibile qui.

 


Leggi anche

The global composites community reunited at JEC World from May 3rd to 5th for 3 busy rewarding days of innovation, networking and knowledge sharing. The industry was excited to reconnect and the show exceeded all expectations in terms of product launches, content and business activity. The event welcomed 32,000+ professional visits, in Paris and online, from 115 countries and featured 1,201 exhibitors and 26 pavilions….

Leggi tutto…

Premier è il brand dedicato ai prodotti per l’edilizia di Unicalce S.p.A., che con 11 cave e impianti produttivi è il più grande produttore di calce in Italia. Premier nasce nel 1991 e si è evoluta nel tempo, sviluppando una linea completa di soluzioni che oggi va dai prodotti tradizionali come malte e intonaci, fino a soluzioni tecniche innovative, come sistemi compositi per interventi strutturali o prodotti per l’isolamento termico….

Leggi tutto…

A seguito del successo delle precedenti Call for Papers, questa volta abbiamo deciso di focalizzarci su un’altra area specifica di applicazione. È il turno, infatti, dell’industria edilizia che troverà spazio sul numero di giugno che – come da piano editoriale – avrà infatti lo stesso focus….

Leggi tutto…

Fibrolux, pioniere nello sviluppo e nella produzione di compositi pultrusi con sede a Hofheim, in Germania, ha completato il suo più grande progetto di ingegneria civile fino ad oggi: la fornitura di oltre 16 km di una pultrusione personalizzata in fibra di vetro su larga scala che ha consentito la ristrutturazione del ponte Marshal Jozef Pilsudski di 1 km a Torun, in Polonia, con percorsi pedonali e ciclabili a doppia larghezza…

Leggi tutto…

Sicomin ha supportato Fiberglass Industries, con i suoi gelcoat e resine a base biologica per la produzione di oltre 200 pannelli a doppia curvatura per l’interno della hall d’ingresso del Museum of the Future di Dubai….

Leggi tutto…