La nuova tecnologia di verniciatura Ferrari è adatta per i materiali compositi

Ferrari è la prima Casa automobilistica ad introdurre questa tecnologia nel proprio processo produttivo. Peculiarità delle resine “Low Cure Clear Coats” è la presenza di un nuovo agente indurente che è in grado di migliorare le prestazioni di resistenza chimica e meccanica garantendo una maggiore durata della lucidatura. Questa tecnica permette la verniciatura di componenti in fibra di carbonio e in materiali compositi contestualmente al trattamento dell’intero corpo vettura: ne guadagna l’omogeneità delle tinte fra le varie parti della carrozzeria.

Inoltre, da un punto di vista dell’impermeabilità della vernice, la nuova formula studiata da Ferrari migliora ulteriormente la capacità di reticolazione, diminuendo – attraverso un aumento della idrofobicità chimica – la permeabilità all’acqua. Analizzando più in dettaglio la nuova vernice – a due componenti – comprende un trasparente cotto, appunto a bassa temperatura: con questo elemento, l’essiccazione della tinta carrozzeria avviene a 100° anziché a 150, in modo da fornire un attivo contributo alla riduzione delle spese per l’energia, ed a tutto vantaggio della ecosostenibilità. Dati alla mano, sono almeno 61 le possibilità di nuance, date dall’abbinamento fra la vernice-base metallica ed un trasparente colorato (lucido ed opaco) che possono essere fornite da Ferrari.


Leggi anche

Riduce da ore a minuti i tempi di preparazione degli attrezzi nello stampaggio di materiali compositi nell’industria aerospaziale e risulta particolarmente efficace per componenti in prepreg epossidico di fibra di carbonio realizzati sottovuoto e con stampaggio in autoclave….

Leggi tutto…

Polestar ha condotto il primo di una serie di crash test interni nell’ambito dello sviluppo dell’elettrica Polestar 1. Si tratta della prima volta che il Gruppo Volvo, attraverso il suo nuovo brand dedicato alla gamma a zero emissioni, valuta la resistenza della struttura in fibra di carbonio rinforzato da polimeri in una situazione che ricrea le condizioni di un incidente reale…

Leggi tutto…

Auto elettriche senza batterie, alimentate dall’energia immagazzinata nei telai in fibra di carbonio. Questo lo scenario possibile, frutto di uno studio condotto alla Chalmers University of Technology di Goteborg, in Svezia che ha dimostrato come le fibre di carbonio siano in grado di funzionare come gli elettrodi delle batterie tradizionali…

Leggi tutto…

E’ stata la frenata uno dei punti di forza del Team Ferrari che ha portato Sebastian Vettel al raggiungimento del secondo posto nel GP del Messico. In quest’occasione è stata utilizzata, in esclusiva per la Rossa, una nuova generazione di disco freno Brembo …

Leggi tutto…

Così come altre maggiori industrie globali, i sistemi di trasporto di massa “lottano” per migliorare l’efficienza e ridurre i costi di gestione. Per i progettisti di carrozze ferroviarie merci e passeggeri questo ha significato approcciare nuovi materiali e tecniche di produzione. Ne è un esempio l’uso massiccio di materiali FRP per produrre strutture di basso peso e alta resistenza. bigHead con la sua vasta esperienza nei fissaggi lavora a fianco dei progettisti dei clienti per trovare soluzioni ad hoc….

Leggi tutto…