La tecnologia F1 di Williams per la sicurezza dei neonati


Il reparto materiali compositi di WAE costruisce circa 5 vetture all’anno per una stagione di Formula 1 che dura circa otto mesi. Un impegno importante lungo quarant’anni che ha portato a sedici titoli (9 costruttori e 7 piloti) grazie a un personale altamente qualificato. A stagione finita il Team, fruttando il know-how acquisito, si dedica alla realizzazione di nuovi progetti pensati la sicurezza in altri ambiti come il progetto legato allo sviluppo di cicli per atleti paralimpici o l’ideazione di “Babypod 20” progettato e realizzato per il mercato dei trasporti d’emergenza infantile.
Si tratta di una struttura leggera in fibra di carbonio adatta per trasportare in sicurezza i neonati sulle ambulanze. In precedenza, ciò richiedeva l’uso di incubatori pesanti e ingombranti, dispositivi che richiedevano non solo una fornitura di energia elettrica, ma anche veicoli dedicati. Il Babypod 20 fornisce l’ambiente di cui un bambino ha bisogno a un prezzo significativamente ridotto di un incubatore di trasporto standard. Leggero e maneggevole, Babypod 20 può essere fissato a qualsiasi barella di trasporto, su un carrello o in un’ambulanza, in auto o addirittura in elicottero.
I dispositivi di trasporto hi-tech in fibra di carbonio, in grado di resistere a un arresto di 20 G-force, sono stati già adattati all’interno di ambulanze predisposte per le terapie intensive, utilizzate al Great Ormond Street Hospital di Londra.


Leggi anche

La startup Moi, nata all’interno di + Lab del Politecnico di Milano, ha sviluppato e brevettato una tecnologia di stampa 3D in grado di realizzare prodotti ad elevate prestazioni in materiale composito guadagnandosi la vittoria del Pin, Premio Nazionale Innovazione 2018, il concorso legato a idee e business plan del mondo universitario…

Leggi tutto…

Chem -Trend è in grado di fornire sistemi distaccanti a base di acqua o di solvente per processi di stampaggio RTM e per via umida, compresi primer per stampi, sigillanti, distaccanti interni ed esterni e prodotti ausiliari come i detergenti per stampi. Essi consentono ai produttori che fabbricano volumi elevati di materiali compositi per l’industria automobilistica di mantenere l’operatività degli stampi….

Leggi tutto…

Gli UAV (unmanned aerial vehicle), i veicoli aerei senza pilota, ora sono droni e la tecnologia dei droni guarda oggi ai materiali compositi. Una delle grandi promesse di utilizzo dei compositi nei droni è quella di abilitare i sistemi persistenti di lunga durata che forniscono un accesso a Internet WiFi su ampia area. Due i prototipi in volo, L’ Aquila di Facebook e il Jungle Hawk Owl prodotto dall’Istituto di tecnologia del Massachusetts

Leggi tutto…

Introduzione alle metodologie di calcolo e di caratterizzazione
Clicca e scopri di cosa si parlerà durante la prima giornata di corso

Leggi tutto…

Annunciato un nuovo kit wide-body per la Porsche 991, si tratta di il un insieme di nuove barre paraurti anteriori e posteriori, passaruota anteriori estesi con piccole prese d’aria incorporate in un diffusore sul retro. Per completare il look, TopCar Porsche ha sviluppato anche in carbonio il cofano e lo spoiler posteriore….

Leggi tutto…