L’overtake del tubo PA12, ora in pista anche la fibra di carbonio

La società polacca Omni3D, produttrice di stampanti 3D industriali con tecnologia FFF (Fabbricazione a Filamento Fuso) ha creato una macchina professionale dedicata a scopi industriali: la stampante 3D Factory 2.0 indicata per la produzione di pezzi di ricambio per macchinari e linee di produzione, strumenti e attrezzature di produzione, prototipazione rapida e personalizzazione a basso volume di produzione.
Omni3D, nel pieno delle sue sperimentazioni, ha utilizzato un materiale composito arricchito con fibra di carbonio – il filamento CF-PA12 – nella stampa 3D. Proprio la stampante Factory 2.0 ha plasmato il filamento integrato con fibra di carbonio realizzando un collettore di aspirazione destinato ad una macchina da corsa PMT-12. L’evento ufficiale britannico di Formula SAE 2018 ha visto scendere in pista il nuovo collettore.

Il poliammide alla sua base è uno dei materiali usato comunemente nelle applicazioni tecniche grazie alla sua flessibilità e alle sue proprietà meccaniche. I tubi PA12 in poliammide assicurano alte proprietà meccaniche, buona resistenza al calore, basso assorbimento di acqua, resistenza agli idrocarburi e agli olii, e infine eccellente inerzia agli agenti chimici.

Il filamento PA12 potenziato dall’aggiunta di fibre di carbonio consente la riduzione del peso del componente, mantenendo tuttavia la sua elevata rigidità strutturale. La sua composizione permette l’applicazione in molti settori, comprese le industrie automobilistiche e ingegneristiche.
Il materiale PA12 arricchito con fibra di carbonio si presenta particolarmente solido, altamente rigido e resistente allo strappo. Infine, aspetto di molto interesse è il fatto che la fibra di carbonio è 2,5 volte più resistente rispetto il popolare ABS 42.
Per tutte queste caratteristiche la fibra di carbonio può essere usata, come sostiene uno dei tecnici di Omni3d, il Dott. Krzysztof Kardach, per produrre elementi costitutivi di auto e droni, parti altamente resistenti e al contempo leggeri. Utile e ideale anche nell’ingegneria delle parti, la produzione di elementi finali, prototipi funzionali e test di materiali da costruzione, apparecchi e attrezzature.

IN SINTESI, il filamento CF-PA12 presenta le seguenti caratteristiche:

  • doppia resistenza alla trazione rispetto al PA12
  • più rigido del doppio rispetto al PA12
  • maggiore resistenza termica rispetto al PA12 non modificato (fino a 160°C)
  • alta resistenza chimica

 

La società Omni3D e il suo team stanno effettuando ricerche e miglioramenti dei materiali descritti non solo nel settore automobilistico ma anche per future applicazioni per l’aviazione civile destando l’interesse del gruppo europeo Airbus e dell’industria delle armi.

Sono in corso anche gli sviluppi di un pionieristico robot di stampa 3D FFF, che utilizzerà materiali innovativi basati anche su nano ceramiche e materiali compositi con una resistenza allo strappo mai vista prima nella tecnologia Fabbricazione a Filamento Fuso.


Leggi anche

Williams Advanced Engineering (WAE) e il suo Team, a stagione conclusa, impiegano le proprie competenze per sviluppare nuove tecnologie sfruttando l’esperienza consolidata nella lavorazione dei materiali compositi. In particolare, WAE ha progettato e realizzato “Bodypod”, una struttura in fibra di carbonio adatta per i trasporti d’emergenza infantile…

Leggi tutto…

Stampato a pezzi, viene poi finito e assemblato a mano: questa tecnologia permette di realizzare forme impensabili prima d’ora. I processi di stampa in 3d garantiscono, alla ruota, principale componente della mobilità, inedite possibilità di sviluppo per gli anni a venire. Ne è un esempio il futuristico cerchio messo a punto da HRE, specialista californiano del settore…

Leggi tutto…

La Carbon Series è la Ford con più carbonio a vista mai prodotta: la trama del materiale composito è visibile in diverse parti dell’auto, comprese le nuove strisce che attraversano la parte superiore della carrozzeria per tutta la sua lunghezza. Il nuovo allestimento combina materiali ultraleggeri con nuove componenti per ridurre il peso della vettura di 18 kg….

Leggi tutto…

Riduce da ore a minuti i tempi di preparazione degli attrezzi nello stampaggio di materiali compositi nell’industria aerospaziale e risulta particolarmente efficace per componenti in prepreg epossidico di fibra di carbonio realizzati sottovuoto e con stampaggio in autoclave….

Leggi tutto…

Polestar ha condotto il primo di una serie di crash test interni nell’ambito dello sviluppo dell’elettrica Polestar 1. Si tratta della prima volta che il Gruppo Volvo, attraverso il suo nuovo brand dedicato alla gamma a zero emissioni, valuta la resistenza della struttura in fibra di carbonio rinforzato da polimeri in una situazione che ricrea le condizioni di un incidente reale…

Leggi tutto…