Nova-Institute published the list of European biocomposite producers

Nova-Institute (Hürth, Germany) has published a list of all European producers and suppliers of biocomposite granulates: it includes 30 producers from nine countries. The amount of granulates produced and sold in 2018 was almost 130,000 tons: Nova-Institute says it is a considerable increase compared to previous years and expected to grow substantially again in the next few years.

According to the report, the Portuguese cork manufacturer Amorim is the largest European producer of biocomposite granulates. The company produce more than 50,000 tons per year. Amorim’s cork materials are used in products such as shoes, handles for sports equipment or bathroom floors. Biologic (Zwevegem, Belgium) produces more than 10,000 tons per year, and Advanced Compounding (Rudolstadt, Germany) and Tecnaro (Ilsfeld, Germany) produce more than 5,000 tons per year each. These three companies offer a wide range of polymers as well as a wide variety of wood and natural fibers as fillers and reinforcers.

Nova-Institute reports that large companies that produce wood-based products and pulp, such as UPM (Finland), Sappi (South Africa) and Stora Enso (Sweden/Finland), have also entered into the production of biocomposites. The two tables above and below give a comprehensive overview of the 30 biocomposite granulate manufacturers in Europe.

According to the report, cork granulates account for the largest share of biocomposite granulates produced, at approximately 60%. Wood and cellulose fiber granulates account for slightly more than 25% and natural fiber granulates for 15%.

According to Nova-Institute, today’s customers expect companies to reduce plastics in their products, and biocomposites can be a solution that replaces plastic without compromising performance and processability. Nova-Institute says 30-80% of plastic fillers are being replaced for biogenic fillers such as wood flour or cook, or natural fiber reinforcement. These more natural, biocomposite granulates can be processed on existing machines without major modifications, whether by injection molding, extrusion or additive manufacturing/3D printing. Biocomposite products are also said to offer different mechanical properties, making the products they are added to stiffer, more tensile and bend-resistant due to the natural fibers.

For Nova-Institute, the reason of a rise in biocomposites use is occurred in part because larger quantities of high-quality granulates are available on the market for the first time, and that the larger volumes in turn allow for lower prices. There are biocomposites available for a variety of applications, including consumer goods, toys, handles and shoes, façade and terrace elements, floors, automotive interiors and space applications.

Source: CompositesWorld


Leggi anche

Un gruppo di ricercatori del College of Science del Virginia Tech (USA) hanno sviluppato un materiale formato da fibre di carbonio porose con una capacità di dissalazione di piccoli lotti di acqua fino a 40 volte più veloce rispetto ad altri materiali disponibili oggi. Questo tipo di fibre potrebbe trovare applicazione nell’industria automobilistica, dove materiali simili, ma meno efficienti, sono già utilizzati come gusci esterni di alcune auto di lusso. Ultimamente, i ricercatori prevedono anche una nuova applicazione nell’ambito della desalinizzazione capacitiva…

Leggi tutto…

Volt

I ricercatori del KTH Royal Institute of Technology in Svezia hanno dimostrato in uno studio pubblicato di recente la possibilità per un nuovo materiale composito in fibra di carbonio di cambiare forma con l’aiuto di impulsi elettronici. Il materiale potrebbe trovare applicazione per esempio nella produzione di aeroplani e pale eoliche…

Leggi tutto…

Interreg Europe, il Fondo europeo di sviluppo regionale, insieme all’Unione europea ha assegnato il nuovo progetto AACoMa alla regione Interreg Euregione Mosa-Reno (EMR). Il progetto si propone di accelerare lo sviluppo dell’advanced manufacturing per il settore dei compositi, dimostrando l’efficacia delle nuove tecnologie sviluppate tramite una stretta collaborazione tra istituti e centri di ricerca e piccole e medie imprese della regione EMR…

Leggi tutto…

researchers

L’etanolo ha una densità di energia volumetrica cinque volte superiore (6,7 kWh/L) rispetto all’idrogeno (1,3 kWh/L) e può essere utilizzato in sicurezza nelle celle a combustibile per la generazione di energia. In teoria, l’efficienza di una cella a combustibile a etanolo è del 96%, ma in pratica alla massima densità di potenza è solo del 30%. Per raggiungere una maggiore efficienza un gruppo di ricercatori dell’IPEN (Brasile) sta studiando nuove membrane in materiale composito per celle a combustibile a etanolo diretto…

Leggi tutto…

JEC ceremony 2019

Quest’anno i JEC Innovation Awards, il premio alle innovazioni nel settore dei compositi, si terrà per la prima volta in modalità online, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 13 maggio alle ore 12 e sarà possibile partecipare gratuitamente, previa registrazione. Verranno premiati 11 progetti per ognuna delle categorie in gara su 33 progetti giunti in finale, selezionati da una giuria internazionale …

Leggi tutto…