Nuove passerelle in compositi per impieghi gravosi

Dopo l’implementazione della soluzione di sovrapposizione della piattaforma presso la stazione di Victoria Street nel 2018, Dura Composites, azienda gallese specializzata nella progettazione e fornitura di prodotti realizzati con polimeri rinforzati in vetroresina, ha continuato a innovare. Ha lanciato infatti una gamma di soluzioni brevettate tra cui d2 Dura Grating, un prodotto per pavimenti e passerelle in GRP. Oggi questa linea di prodotti ad alte prestazioni è disponibile anche in Australia e Nuova Zelanda.

 

Le proprietà dei compositi in vetroresina

Questi materiali, che non non sono tutti uguali, sono riconosciuti per essere:

  1. meno dispendiosi in termini di energia in fase di sviluppo, rispetto ai materiali convenzionali
  2. avere un ciclo di vita molto lungo.

Per fare la differenza, Dura Composites ha deciso di investire in nuove tecnologie e tecniche di produzione che dessero vita ad una gamma di soluzioni uniche, note come d2, in grado di affrontare le sfide del mondo reale, adattandosi alle necessità dei diversi clienti.

Se usati in sostituzione dei materiali tradizionali, come acciaio, legno e cemento, i prodotti 2d sono in molti casi più veloci e facili da implementare. Permettono, quindi, di ridurre tempi e costi e di migliorare sicurezza e sostenibilità.

 

Una maggiore attenzione all’ambiente

In un’ottica di economia circolare, il riutilizzo è una strategia vincente dal punto di vista finanziario ed ecologico. I prodotti finiti valgono molto di più delle materie prime di cui sono composti e il riciclo diretto degli stessi permette di mantenere il maggior valore e risparmiare l’energia necessaria per la produzione.

I pannelli Dura Grating, dopo essere stati utilizzati per lo scopo previsto e aver concluso il loro ciclo di vita nel contesto originale, possono essere facilmente riciclati o riutilizzati in altre applicazioni.

 

Qualità certificata

Dopo 25 anni di attività nel mondo dei compositi, lo scorso anno, Dura Composites UK ha annunciato di aver ottenuto la certificazione ISO 14001 riconosciuta a livello internazionale. Tale certificazione attesta il raggiungimento degli standard a garanzia di un efficace sistema di gestione ambientale. Il marchio di qualità ISO 14001 punta a migliorare le prestazioni ambientali di Dura Composites controllando l’impatto dell’azienda sull’ambiente, riducendo l’uso delle risorse e migliorando l’efficienza complessiva. Completa, inoltre, l’attuale conseguimento della gestione della qualità ISO 9001.

 


Leggi anche

A seguito del successo delle precedenti Call for Papers, questa volta abbiamo deciso di focalizzarci su un’altra area specifica di applicazione. È il turno, infatti, dell’industria edilizia che troverà spazio sul numero di giugno che – come da piano editoriale – avrà infatti lo stesso focus….

Leggi tutto…

Fibrolux, pioniere nello sviluppo e nella produzione di compositi pultrusi con sede a Hofheim, in Germania, ha completato il suo più grande progetto di ingegneria civile fino ad oggi: la fornitura di oltre 16 km di una pultrusione personalizzata in fibra di vetro su larga scala che ha consentito la ristrutturazione del ponte Marshal Jozef Pilsudski di 1 km a Torun, in Polonia, con percorsi pedonali e ciclabili a doppia larghezza…

Leggi tutto…

Sicomin ha supportato Fiberglass Industries, con i suoi gelcoat e resine a base biologica per la produzione di oltre 200 pannelli a doppia curvatura per l’interno della hall d’ingresso del Museum of the Future di Dubai….

Leggi tutto…

Negli ultimi anni, oltre alle tradizionali fibre di vetro e di carbonio utilizzate per il consolidamento strutturale di edifici in c.a. e muratura, è cresciuto sempre più l’utilizzo dei compositi in fibra di aramide AFRP grazie alle elevate caratteristiche fisico meccaniche di tale fibra. La fibra aramidica è l’unica fibra caratterizzata da una resistenza propria al taglio e tranciamento che la rende indispensabile in numerose applicazioni di rinforzo, oltre ad essere caratterizzata da un’elevata resistenza alle alte temperature….

Leggi tutto…

Dalla cognizione dell’insieme alla radice dell’idea: un consolidamento “organico” per il “Cubicolo di Leone”, nelle catacombe di Commodilla a Roma. Leggi il progetto che ha partecipato alla nostra prima call for papers!…

Leggi tutto…