Più controllo e potenza con le nuove racchette firmate Pickleball in fibra di vetro e fibra di carbonio

Il Pickleball è una via di mezzo tra il tennis e il paddle. Si gioca su un campo da badminton utilizzando una pallina di plastica perforata e racchette grandi circa il doppio delle racchette da ping-pong. I due modelli di racchetta, dal nuovo design, BRUTALE FG (superficie in fibra di vetro) e BRUTALE CF (superficie in fibra di carbonio) di KitchenPro utilizzano la tecnologia del nucleo a nido d’ape in polipropilene all’interno dei loro telai in fibra di carbonio. L’anima a nido d’ape aumentando lo spessore della racchetta, consente un migliore controllo del gioco.

 
CONTROLLO VS. POTENZA

Con il telaio in fibra di carbonio, bilanciato in modo uniforme, BRUTALE FG presenta una superficie in fibra di vetro sull’anima a nido d’ape in polipropilene. Questa combinazione consente alla palla di rimanere sulla racchetta più a lungo, offrendo un maggiore controllo sui colpi.

 
BRUTALE FG
  • Lunghezza racchetta: 15,8″
  • Larghezza racchetta: 8”
  • Spessore anima: 0,51″
  • Lunghezza impugnatura: 4,75″
  • Dimensioni dell’impugnatura: 4 1/8”- 4 1/2” (può variare leggermente di 1/8”)
  • Impugnatura in pelle
  • Peso: 7,8 – 8,5 once
  • Superfice racchetta: fibra di vetro
  • Protezione bordo: fascia trasparente sagomata a telaio
  • Materiale del nucleo: nido d’ape in polipropilene
  • Telaio: fibra di carbonio a gola aperta (in attesa di brevetto)

 

BRUTALE CF

Con la sua superficie in filato in fibra di carbonio T-300, BRUTALE CF ha una proprietà reattiva maggiore consentendo un gioco più potente.

  • Lunghezza racchetta: 15,8″
  • Larghezza racchetta: 8”
  • Spessore anima: 0,51″
  • Lunghezza impugnatura: 4,75″
  • Dimensioni dell’impugnatura: 4 1/8”- 4 1/2” (può variare leggermente di 1/8”)
  • Impugnatura in pelle
  • Peso: 7,8 – 8,5 once
  • Superfice racchetta: filato in fibra di carbonio T-300
  • Protezione bordo: fascia trasparente sagomata a telaio
  • Materiale del nucleo: nido d’ape in polipropilene
  • Telaio: fibra di carbonio a gola aperta (in attesa di brevetto)

Il telaio in fibra di carbonio a gola aperta riduce la resistenza al vento, consentendo una velocità di rotazione più fluida e rapida. Con questo tipo di telaio si ha la sensazione che la racchetta sia un’estensione del braccio e della mano proprio perché si ha uno smorzamento delle vibrazioni. Le racchette da Pickleball sono spesso deboli nelle aree del collo e dell’impugnatura e l’uso di materiali compositi ne migliora l’integrità strutturale e l’affidabilità.

 


Leggi anche

Il territorio di Faenza viene riconosciuto come centro nevralgico del manufacturing avanzato, grazie alla sottoscrizione di un memorandum di intenti tra l’amministrazione locale, il sistema delle imprese, il mondo della ricerca universitaria e della formazione tecnica. È l’inizio di un percorso sinergico che mira allo sviluppo di un ecosistema territoriale competitivo….

Leggi tutto…

La Pittsburgh Water and Sewer Authority sta ristrutturando i tubi di distribuzione chiave nel sistema idrico della città con un polimero rinforzato con fibra di carbonio (PWSA). Il progetto, chiamato Rising Main 4, fa parte del Water Reliability Plan (WRP) dell’utility…

Leggi tutto…

Si chiama Convergence il nuovo cerchio in fibra di carbonio che si presenta come se fosse stato contorto, con un profilo leggermente angolato intorno a ciascun foro del raggio. Questo tipo di struttura è in grado di ridurre la fatica sui nipples e aumentarne la durata…

Leggi tutto…

I ricercatori dell’ingegneria North Carolina State University hanno sviluppato un materiale composito autorigenerante che consente alle strutture di aggiustarsi da sole in posizione, senza dover essere rimosse dal servizio. Questa tecnologia potrebbe essere in grado di prolungare notevolmente la vita media di alcuni componenti strutturali, tra cui le pale delle turbine eoliche e le ali degli aerei….

Leggi tutto…

L’Agenzia spaziale europea ha dato l’ok a Phoebus, un progetto volto a dimostrare che le fibre di carbonio possono essere utilizzate al posto delle parti metalliche nei serbatoi criogenici ad uso aerospaziale. Questa innovazione garantirà un risparmio di peso, una maggiore competitività, un aumento della capacità del carico utile e un uso più sostenibile delle risorse….

Leggi tutto…