Pleko, the athletic shoe in 3D print and Windform SP

Middle-distance runner Miro Buroni created Pleko, a customized and revolutionary athletic shoe thanks to the technologies used and production material. Miro used the expertise and support of Diadora for historical analysis and design, and CRP Technology for the realization of the supporting part of the professional 3D printing footwear (Selective Laser Sintering) and composite material.

The development of Pleko

The project began with three-dimensional scanning of the athlete’s foot and biomechanical analysis of the act of:

  1. running
  2. foot support
  3. foot pressure on the ground

The resulting mapping has allowed Buroni:

  • to model the shoe on the precise needs of the athlete
  • and also to arrange the traction elements – the so-called “nails” – in precise points under the sole.
The analysis of the strength that the athlete imprints on the shoe during the race (and the following needs) have also shown that the success of the entire project – the total customization of the footwear to improve the performance of the athlete – would depend on the construction material of the sole, midsole, nails and ribs.
 

Only a material with excellent mechanical characteristics would have allowed Buroni to make innovative shoes in 3D printing!

 
The collaboration with CRP
After the design of Pleko, Buroni decided to rely on additive manufacturing to build the supporting structure. The research focuses on a company able to provide a professional 3D printing service and a material with “strong bending resistance characteristics“. And so Buroni relies on CRP Technology and one of its top-of-the-range materials, the Windform SP for Powder Bed Fusion process / Selective Laser Sintering. Windform SP is a polyamide-based material loaded with carbon fibres with excellent properties of resistance to deformation and elasticity: “exactly the characteristics that the shoe must have for athletics” comments Buroni.
 
About the material 

The Windform SP – emphasizes Miro – allows the creation of parts with very thin and resistant thicknesses; 
this feature has allowed me to make the traditional athletic shoe a series of improvements including the perfect fascination of the foot, which results in increased comfort and improved sports performance.”

 


Leggi anche

Con la domanda globale di fibra vergine destinata a superare l’offerta entro il 2025, il National Composites Centre (NCC, Bristol, Regno Unito) ha deciso di lanciare un programma triennale di innovazione per perfezionare e scalare i processi industriali necessari a creare un mercato commerciale per la fibra di carbonio continua rigenerata. Uno degli obiettivi del progetto è alleviare la pressione sulle catene di fornitura e vedere il Regno Unito assumere un ruolo di primo piano nella definizione di una nuova era per i compositi….

Leggi tutto…

Meccanismi innovativi per azionare e posizionare i pannelli solari, un adattatore universale in materiali compositi e il miglioramento dell’elettronica di rete centrale sono le novità che caratterizzano i razzi delle tre missioni Artemis: il rivoluzionario programma della NASA, che, dopo cinquant’anni, segna il ritorno dell’uomo sulla Luna. …

Leggi tutto…

I crescenti investimenti in energie rinnovabili hanno stimolato la domanda di turbine eoliche e di pale che le alimentino. Per rispondere a questa esigenza del mercato è inevitabile fare i conti con il prezzo della balsa, il legno forte e leggero che viene inserito tra GFRP per creare pale eoliche, che oggi è insostenibile. Diversi produttori hanno iniziato ad usare polietilene tereftalato (PET) e schiuma di cloruro di polivinile (PVC) nelle punte delle lame, ma per fornire modulo di taglio per la sezione della radice della lama la balsa è ancora indispensabile. …

Leggi tutto…

Si chiama Marlic (Marche applied research for innovative composites) il progetto di economia circolare, co-finanziato dalla Regione Marche attraverso fondi europei, che prevede di ridare nuova vita a materiali compositi di scarto, creando il nuovo da qualcosa che altrimenti andrebbe buttato e disperso nell’ambiente. …

Leggi tutto…

Un recente progetto ha visto la realizzazione e l’approvazione di una sovrapposizione del pannello strumenti in un elicottero Airbus H125. L’intero procedimento doveva far sì che l’abitacolo venisse modernizzato, come richiesto dal cliente, ma senza dover aspettare i tempi e sostenere i costi necessari per rifare completamente il pannello….

Leggi tutto…