Report USA sull’adozione dei compositi nelle infrastrutture


Composites can help project owners and end users save construction costs and create a durable, sustainable 21st century infrastructure that supports economic growth, according to the NIST report. One of the ways ACMA advocates for the interests of the composites community is by working with policymakers, regulators and federal agencies to foster policies and standards that grow the industry. “As a leader in composites industry advocacy and standards development, ACMA was proud to support the development of this important project,” said Tom Dobbins.

During the workshop, designers, engineers, ACMA member manufacturers, researchers, owners and end-users identified barriers that must be overcome to enable the adoption of composite technology. The attendees developed a preliminary roadmap with three proposed solutions to those barriers. If carried out, they could lead to the adoption of Fiber Reinforced Polymers (FRPs) that are more reliable, durable and cost-effective than current infrastructure material options.

The proposals included:

• Improved durability testing: The development of a five-year program to establish reliable design tools based on new durability standards. The tools would be available to all stakeholders through an online data portal.
• Design Data Clearinghouse: A desire for a way to gather, curate and disseminate design data to engineers.
• Education and Training: The need to create a constant stream of education and training materials for universities and industrial schools that have composite training and certification programs.

“We look forward to working with the composites industry, other government agencies and university partners to address the needs identified by the workshop participants,” commented Jeffrey Gilman, leader of the composites project at NIST.

The Roadmapping Workshop Report is available here


Leggi anche

Carbon reinforced concrete by ITA, RWTH Aachen

La Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG, Fondazione tedesca per la ricerca) ha deciso di finanziare con 12 milioni di euro nei prossimi quattro anni il Centro di ricerca collaborativa (CRC)/Transregio 280 “Calcestruzzo rinforzato con fibra di carbonio” presso la Technische Universität di Dresda (TUD) e l’Università RWTH di Aquisgrana con la partecipazione dell’Institut für Textiltechnik (ITA) …

Leggi tutto…

Green construction

Un gruppo di ricercatori australiani ha scoperto un nuovo tipo di polimero per la produzione della gomma che unito a plastica riciclata, fibre da scarti vegetali o sabbia potrebbe favorire la produzione di nuove tipologie “verdi” di mattoni e materiali da costruzione…

Leggi tutto…

JEC Awards

Si è svolta mercoledì 13 maggio la cerimonia di premiazione dei JEC Composites Innovation Awards, tenutasi per la prima volta online. Undici le aziende premiate per ognuna delle undici categorie nei differenti settori dell’industria dei compositi, alle quali si aggiungono altre due aziende premiate nelle due categorie speciali. La cerimonia è stata seguita da oltre 600 persone…

Leggi tutto…

In base a una ricerca recente, si prevede che le dimensioni del mercato globale dei materiali compositi scenderanno da un totale di 90,6 miliardi di dollari del 2019 a 82,9 miliardi entro il 2021, con un tasso di crescita negativo del 4,4% rispetto al 2019. Ci si aspetta infatti che l’industria dei compositi subirà un calo dovuto all’interruzione della catena di approvvigionamento a causa della pandemia da Covid-19…

Leggi tutto…

Il legno è tradizionalmente considerato un materiale sicuro per la salute da impiegare in edilizia e nel design di interni. Tuttavia, anche il legno richiede agenti di rivestimento e adesivi, molti dei quali emettono composti organici volatili che si disperdono nell’aria delle stanze molto tempo dopo il completamento dei lavori di costruzione. Fortunatamente, sono già stati sviluppati materiali sostitutivi, e anche questi sono realizzati in legno…

Leggi tutto…