Sospensioni in GFRP per le nuove Audi


Compositi sempre più protagonisti nel comparto auto. L’ultima novità viene dalla Germania, dove Audi sta montando su un veicolo in uscita il prossimo autunno delle innovative molle per sospensioni realizzate in GFRP (polimero rinforzato con fibre di vetro).
Le nuove molle, realizzate dal costruttore tedesco in collaborazione con un fornitore italiano, vanno a sostituire quelle in acciaio, con tutta una serie di vantaggi. A partire da una consistente riduzione del peso, pari a circa il 40%: da circa 2,7 kg dei modelli in acciaio a 1,6 kg per quella di ultima generazione. Considerando che ogni vettura ne monta quattro, il risparmio di peso in totale ammonta a 4,4 kg. Risparmio, inoltre, ottenuto in una posizione cruciale nel sistema del telaio, consentendo quindi di migliorare il comfort vibrazionale e la tenuta della vettura e di renderne la guida più precisa e sicura.
Rispetto alle tradizionali in acciaio, le nuove molle, di colore verde, presentano un diametro leggermente più grande, con un numero minore di spire, ma più spesse.
Il loro nucleo è costituito da lunghe fibre di vetro attorcigliato ed impregnato con resina epossidica. La produzione avviene attraverso una macchina che avvolge le fibre addizionali intorno al nucleo, di soli pochi millimetri di diametro, alternando angoli di più o meno 45 gradi rispetto all’asse longitudinale. Questa trazione e compressione dei veli consente di sostenersi reciprocamente per assorbire in modo ottimale le sollecitazioni agenti sul componente. Nell’ultima fase di produzione, il vuoto viene asciugato in forno a temperature superiori ai 100 °C.
Le nuove molle in composito, inoltre, sono impermeabili alle sostanze chimiche, come i detergenti per ruote, e resistenti ai danni provocati dal pietrisco, proprietà che ne garantiscono una maggior durata di vita e una minore rumorosità. La produzione richiede minori consumi di energia, dalle 3 alle 5 volte inferiori, rispetto alla produzione di molle in metallo, con benefici per l’ambiente anche in termini di minori emissioni di CO2


Leggi anche

Bavarian-based supercar manufacturer launched a convertible version based on the Ferrari 812 GTS. The bodywork components are made of carbon, forged sports wheels entirely in black, a powerful performance update and a series of internal changes give the two-door Spider an amazing and masculine look….

Leggi tutto…

After years of development, in conjunction with a prestigious world-class OEM, the Bucci Composites wheel has finished the rigorous TÜV test procedure, enabling the company to set a new world record. With safety guaranteed, the Made in Italy wheel sets the benchmark in the carbon fibre rim market….

Leggi tutto…

The Lotus Evija hypercar has been awarded at the prestigious International Design Awards (IDA), winning the “Product Design of the Year” category. The Evija is the first Lotus road car to feature a single-piece carbon fiber chassis….

Leggi tutto…

Nel settore dei compositi, i clienti richiedono macchine che progrediscano con lo sviluppo dei materiali e stiano al passo con la tecnologia software garantendo anche bassi consumi, sostenibilità e sicurezza. FKgroup sembra aver affrontato tutte le condizioni con il suo sistema di taglio automatizzato di punta: Tecno Freccia è il risultato di uno sforzo tecnologico di decenni….

Leggi tutto…

After more than three years of international research, the ECOXY project finally comes to an end. The European project, involving twelve partners from eight different countries, has achieved its goal by finishing the query and development of new thermoset and sustainable materials, made of a plant origin resin and reinforcements of either linen fiber or biobased PLA….

Leggi tutto…