Terza international Summer School su Affidabilità strutturale e resistenza a lungo termine di strutture in materiale composito avanzato

La settimana prossima si terrà presso il Dipartimento di Tecnica e Gestione dei sistemi industriali dell’Università di Padova (sede di Vicenza) la 3a edizione della Summer School Internazionale sul tema dell’Affidabilità strutturale e resistenza a lungo termine di strutture in materiale composito avanzato (Fatigue and Damage Mechanics of Composite Materials).

 

I patrocini

La scuola ha ricevuto il patrocinio dell’Ateneo e di numerose importanti istituzioni nazionali ed internazionali tra cui vanno ricordate:

  • ESCM – la Società Europea per i Materiali Compositi
  • Assocompositi, l’associazione che consorzia le principali aziende italiane del settore
  • AIAS, la Società italiana di progettazione meccanica
  • IGF, il Gruppo Italiano Frattura

La scuola è ormai diventata un punto di riferimento internazionale sulla tematica.

 

La partecipazione

L’evento è coordinato dal Prof. Marino Quaresimin, professore ordinario di Progettazione Meccanica e responsabile del gruppo Materiali Compositi attivo presso la sede vicentina e come le precedenti edizioni ha riscosso un notevole successo, con oltre 50 partecipanti, tra studenti di dottorato, ricercatori e personale aziendale, da 16 paesi (Austria, Croazia, Danimarca, Germania, Ungheria, Inghilterra, Italia, Giappone, Lituania, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Stati Uniti, Turchia, Ungheria). 

Le motivazioni del successo dell’evento e della ampia partecipazione, sia scientifica sia industriale, vanno ricercate negli ottimi risultati delle precedenti edizioni, nella significativa visibilità della rete internazionale creata dal gruppo coordinato dal prof. Quaresimin, ex presidente della Società Europea sui materiali Compositi ed editor della più importante rivista internazionale del settore (Composites Science and Technology), ma anche e soprattutto nell’importanza e notevole attualità scientifica ed industriale dei temi trattati durante le 5 giornate di corso, intrinsecamente collegati ad attività strategiche in ambito europeo e internazionale e così come nell’altissima qualificazione del panel internazionale di docenti della scuola. 

 

I docenti

Oltre ai prof. Quaresimin, Zappalorto, Carraro e Maragoni della sede vicentina si susseguiranno in cattedra altri esperti di fama mondiale del settore quali:

  • Ramesh Talreja (Texas A&M, USA)
  • Soraia Pimenta (Imperial College London, UK)
  • Alberto Barroso (università di Siviglia, Spagna)
  • Karl Schulte (TUHH, Germania)
  • Leif Asp (Chalmers University, Svezia)

Con riferimento ai contenuti dei 5 giorni di lezioni e laboratori, saranno illustrate le principali problematiche relative alla progettazione a lungo termine e a fatica (Design Against Fatigue) di strutture in materiale composito avanzato a matrice polimerica, materiale con cui vengono realizzate, ad esempio, le pale delle turbine eoliche di grandi dimensioni (fino ad oltre 250 m di diametro), gli elicotteri e gli aeroplani più avanzati e di nuova generazione (ad esempio i recenti Airbus 350 XWB o Boeing 787), automobili ad alte prestazioni ma anche di larga produzione (dalla Lamborghini Aventador e Huracan, alla BMW elettrica I3).

A dimostrare l’importanza delle problematiche trattate per il settore industriale e il fortissimo legame della sede vicentina dell’Università di Padova con primarie aziende nazionali ed internazionali, i docenti citati sono stati affiancati da rappresentanti industriali di altissimo livello quali il dott. Yongxin Huang responsabile della progettazione della divisone pale eoliche Siemens Wind Power (USA) e l’ing. Luca Vescovi, Automotive Manager e responsabile del nuovo centro ricerca Dallara sui materiali compositi a Varano de Melegari (Parma). 

 

Gli obiettivi

Il programma formativo è stato progettato con l’obiettivo di mantenere un adeguato equilibrio ed una buona integrazione tra gli interventi di carattere teorico e applicativo, partendo dalle tecniche sperimentali, analizzando gli aspetti di modellazione e gli strumenti progettuali, per arrivare agli aspetti pragmatici e implementativi su componenti industriali. L’integrazione tra i contributi formativi è stata sicuramente facilitata dal fatto che tutte le aziende e le sedi universitarie citate hanno costanti contratti e progetti di collaborazione attivi con la sede vicentina, che si conferma quindi a pieno titolo un centro di riferimento nel settore.


Leggi anche

The global composites community reunited at JEC World from May 3rd to 5th for 3 busy rewarding days of innovation, networking and knowledge sharing. The industry was excited to reconnect and the show exceeded all expectations in terms of product launches, content and business activity. The event welcomed 32,000+ professional visits, in Paris and online, from 115 countries and featured 1,201 exhibitors and 26 pavilions….

Leggi tutto…

Premier è il brand dedicato ai prodotti per l’edilizia di Unicalce S.p.A., che con 11 cave e impianti produttivi è il più grande produttore di calce in Italia. Premier nasce nel 1991 e si è evoluta nel tempo, sviluppando una linea completa di soluzioni che oggi va dai prodotti tradizionali come malte e intonaci, fino a soluzioni tecniche innovative, come sistemi compositi per interventi strutturali o prodotti per l’isolamento termico….

Leggi tutto…

A seguito del successo delle precedenti Call for Papers, questa volta abbiamo deciso di focalizzarci su un’altra area specifica di applicazione. È il turno, infatti, dell’industria edilizia che troverà spazio sul numero di giugno che – come da piano editoriale – avrà infatti lo stesso focus….

Leggi tutto…

Fibrolux, pioniere nello sviluppo e nella produzione di compositi pultrusi con sede a Hofheim, in Germania, ha completato il suo più grande progetto di ingegneria civile fino ad oggi: la fornitura di oltre 16 km di una pultrusione personalizzata in fibra di vetro su larga scala che ha consentito la ristrutturazione del ponte Marshal Jozef Pilsudski di 1 km a Torun, in Polonia, con percorsi pedonali e ciclabili a doppia larghezza…

Leggi tutto…

Sicomin ha supportato Fiberglass Industries, con i suoi gelcoat e resine a base biologica per la produzione di oltre 200 pannelli a doppia curvatura per l’interno della hall d’ingresso del Museum of the Future di Dubai….

Leggi tutto…