Toyoda Gosei Co., Ltd. sviluppa un composito con CNF per componenti automobilistici

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio.

 

Il materiale è stato creato come parte di un progetto governativo per promuovere l’uso della nanocellulosa come rinforzo nei materiali plastici nel tentativo di ridurre le emissioni di CO2 dei prodotti in plastica.

Lo sviluppo di materiali che aumentino le prestazioni ambientali dei suoi prodotti fa parte degli sforzi dell’azienda verso la decarbonizzazione e l’economia circolare. L’uso della plastica rinforzata con CNF ha il potenziale per ridurre le emissioni di CO2 generate durante l’intero ciclo di vita dei componenti automobilistici che produce, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento.

 
Tre sono i benefici evidenziati dal gruppo giapponese:
  • la possibilità di produrre componenti più sottili o in espanso, considerato che la nanofibra di cellulosa – se utilizzata in combinazione con plastiche o elastomeri – è leggera (solo un quinto rispetto all’acciaio) e resistente (5 volte più dell’acciaio); ciò riduce il peso e i consumi delle autovetture;
  • il materiale riprocessato mantiene buona parte delle sue proprietà meccaniche;
  • il rinforzo non incrementa la quantità di CO2, assorbita dalla pianta nel suo ciclo di crescita, anche in caso di termovalorizzazione.

La plastica rinforzata con CNF di nuova concezione combina il 20% di CNF in una plastica per uso generale (polipropilene) utilizzata nei componenti interni ed esterni delle automobili.

Inizialmente, a livello pratico, la ridotta resistenza all’impatto dovuta all’incorporazione di CNF era un problema. Tuttavia, l’azienda ha superato con successo questa sfida per creare un materiale con una resistenza agli urti in grado di soddisfare i requisiti per i componenti automobilistici.

I prodotti di prova includono i vani portaoggetti e le guarnizioni dei montanti anteriori.

 


Leggi anche

Collaborazione tra le due aziende per sviluppare una nuova soluzione ibrida in plastica-composito per la produzione di una cassetta degli attrezzi per camion. La soluzione ibrida di SABIC combina la resina Stamax con inserti compositi termoformati utilizzando un nastro unidirezionale in PP rinforzato con fibra di vetro della cinese Qiyi Tech….

Leggi tutto…

Stratasys Ltd., azienda che si occupa di soluzioni di stampa 3D a base di polimeri, ha collaborato con Radford, marchio automobilistico di lusso a livello mondiale, per la realizzazione di più di 500 componenti stampati in 3D per la carrozzeria della Lotus Type 62-2. La tecnologia di stampa 3D dà infatti la possibilità di progettare senza vincoli e di creare facilmente componenti e pezzi unici personalizzabili sotto ogni singolo aspetto, rendendo ogni vettura unica, come le carrozzerie di una volta, ma con la tecnologia del XXI secolo…

Leggi tutto…

The letter of intent signed by the two companies – Solvay and Trillium Renewable Chemicals – will enable the supply chain for bio-based acrylonitrile (bio-ACN). The goal of this partnership is to produce carbon fiber for use in various applications such as aerospace, automotive, energy and consumer goods….

Leggi tutto…

Appuntamento con la X edizione del Convegno/Exhibition che dal 28 al 29 settembre 2022 ospiterà nella cornice del Museo Alfa Romeo la supply chain dell’Additive Manufacturing….

Leggi tutto…

The ground mobility company Local Motors’ autonomous electric vehicle Olli 2.0 includes some 3D printed parts manufactured by CRP Technology in Windform composite materials…

Leggi tutto…