Toyoda Gosei Co., Ltd. sviluppa un composito con CNF per componenti automobilistici

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio.

 

Il materiale è stato creato come parte di un progetto governativo per promuovere l’uso della nanocellulosa come rinforzo nei materiali plastici nel tentativo di ridurre le emissioni di CO2 dei prodotti in plastica.

Lo sviluppo di materiali che aumentino le prestazioni ambientali dei suoi prodotti fa parte degli sforzi dell’azienda verso la decarbonizzazione e l’economia circolare. L’uso della plastica rinforzata con CNF ha il potenziale per ridurre le emissioni di CO2 generate durante l’intero ciclo di vita dei componenti automobilistici che produce, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento.

 
Tre sono i benefici evidenziati dal gruppo giapponese:
  • la possibilità di produrre componenti più sottili o in espanso, considerato che la nanofibra di cellulosa – se utilizzata in combinazione con plastiche o elastomeri – è leggera (solo un quinto rispetto all’acciaio) e resistente (5 volte più dell’acciaio); ciò riduce il peso e i consumi delle autovetture;
  • il materiale riprocessato mantiene buona parte delle sue proprietà meccaniche;
  • il rinforzo non incrementa la quantità di CO2, assorbita dalla pianta nel suo ciclo di crescita, anche in caso di termovalorizzazione.

La plastica rinforzata con CNF di nuova concezione combina il 20% di CNF in una plastica per uso generale (polipropilene) utilizzata nei componenti interni ed esterni delle automobili.

Inizialmente, a livello pratico, la ridotta resistenza all’impatto dovuta all’incorporazione di CNF era un problema. Tuttavia, l’azienda ha superato con successo questa sfida per creare un materiale con una resistenza agli urti in grado di soddisfare i requisiti per i componenti automobilistici.

I prodotti di prova includono i vani portaoggetti e le guarnizioni dei montanti anteriori.

 


Leggi anche

Si chiama Convergence il nuovo cerchio in fibra di carbonio che si presenta come se fosse stato contorto, con un profilo leggermente angolato intorno a ciascun foro del raggio. Questo tipo di struttura è in grado di ridurre la fatica sui nipples e aumentarne la durata…

Leggi tutto…

I profili in fibra di vetro possono essere integrati, al posto di quelli tradizionali in alluminio, nella maggior parte delle sezioni di un pullman, come il corrimano, i supporti per i bagagli, le condutture dell’aria, le fiancate e le pannellature. Una scelta di questo tipo offre diversi vantaggi chiave, che si traducono in una riduzione del costo totale di proprietà per le aziende. …

Leggi tutto…

Si chiama Aehra il nuovo Sport Utility Vehicle che vanta una potenza fino a 816 CV (550-600 kW) e un’autonomia superiore agli 800 km, grazie a soluzioni aerodinamiche all’avanguardia e a un peso inferiore alle 2 tonnellate. L’auto è realizzata in materiali compositi, scelti per la loro leggerezza e il basso impatto ambientale, ottenuto grazie all’impiego di materiali riciclabili fino a cinque cicli e alla possibilità di utilizzare compositi da riciclo….

Leggi tutto…

Sviluppato da un gruppo di pluripremiati ingegneri britannici e americani, Dragonfly è un super monopattino a quattro ruote, dotato di uno sterzo full-tilt brevettato e di sospensioni ammortizzate a doppia indipendenza. Il ponte è stato realizzato in compositi di fibra di carbonio, per offrire stabilità e controllo anche su terreni accidentati…

Leggi tutto…

Prodotta tra il 1965 e il 1969 come modello entry level, la 912c originale non aveva le caratteristiche per essere considerata un’auto da corsa ad alte prestazioni. Montava, infatti, un motore 1.6 quattro cilindri da 90 CV che le consentiva un’accelerazione 0-100 km/h in 13,5 secondi. Oggi, però, questa vettura è stata rivista con una meccanica completamente diversa. …

Leggi tutto…