Una Mini per il Dakar Rally


La MINI John Cooper Works Rally 2017 è un nuovo ed emozionante sviluppo prodotto da MINI e dal partner X-raid. È basata sulla nuova MINI Countryman, le cui caratteristiche di sportività hanno subito fornito una eccellente piattaforma per la nuova MINI John Cooper Works Rally come vettura dedicata al cross-country.
Il solo fatto di produrre una vettura capace di affrontare la durezza dei cross-country rally e superarla, è già una sfida. La MINI John Cooper Works Rally è stata progettata e costruita non solo per raggiungere, ma anche superare il successo ottenuto dalla precedente MINI ALL4 Racing grazie ad un rigoroso programma di sviluppo.
Durante le fasi di progettazione, sviluppo e costruzione della MINI John Cooper Works Rally, molte aree chiave sono state sottoposte ad un accurato esame e ampiamente rilavorate, in confronto alla precedente vettura cross-country rally, per garantire che la MINI John Cooper Works Rally disponesse di performance migliorate pur con minor consumo di carburante. I cambiamenti si sono tradotti anche in maggiore maneggevolezza della vettura. I miglioramenti allo châssis producono importanti vantaggi quando si tratta di affrontare ogni tipo di terreno e qualsiasi condizione di guida.
L’esterno della MINI John Cooper Works Rally riproduce le forme della MINI Countryman e ripropone, quindi, in condizioni di gara, la tipica agilità posseduta dalla MINI. È anche una delle aree che ha ricevuto particolare attenzione dai tecnici di X-raid. Le molte ore trascorse nella galleria del vento del Gruppo BMW, lavorando assieme ai motoristi della Casa, si sono tradotte in una cura dell’aerodinamica che ha fruttato una considerevole riduzione della resistenza all’avanzamento. Un’ulteriore conseguenza dello sviluppo aerodinamico si trova nel minore consumo di carburante e nella maggiore efficienza del raffreddamento.
La carrozzeria della MINI John Cooper Works Rally è in fibre composite, come ad esempio carbonio e Kevlar, mentre una struttura a nido d’ape negli stessi materiali è usata per un piano inferiore. L’uso di questo materiale si traduce in tre effetti: 1) forza e resistenza, ideale per proteggere ancora meglio l’equipaggio; 2) riduzione del peso e maggiore robustezza; 3) pannelli che si possono rimuovere con facilità durante l’assistenza o in caso di danni.
Con l’avvento della MINI John Cooper Works Rally è stata introdotta anche una nuova gamma di colori e stile, per mantenere il carattere della linea sportiva delle John Cooper Works stradali.
L’interno dell’abitacolo è stato rinnovato. Il cruscotto, in fibra di carbonio, mantiene la suddivisione in tre sezioni: pilota, centrale, navigatore, con strumenti atti a fornire informazioni essenziali all’equipaggio.
La performance, esemplare in termini di risposta, potenza ed affidabilità, è garantita dal motore BMW Group TwinPower Turbo sei cilindri Diesel.
Numerosi test e continuo lavoro di sviluppo sono fondamentali per raggiungere il successo nei rally. La nuova MINI John Cooper Works Rally è attualmente sottoposta ai controlli finali in vista del Rally Dakar 2017 e concentrerà l’attenzione degli specialisti di X-raid e degli ingegneri di MINI per tutta la vita del veicolo.


Leggi anche

Ilium Composites, produttore globale di rinforzi compositi strutturali in fibra di vetro, ha sviluppato un prodotto innovativo per garantire una migliore finitura estetica. Si tratta di Amplify surface veil che trova applicazione soprattutto nel settore marittimo e automobilistico. Preferito rispetto alle alternative in metallo, non ha rivali in termini di rapporto qualità/prezzo e di resistenza chimica…

Leggi tutto…

Elettronica integrata nei rivestimenti interni delle automobili grazie all’impiego di tessuti hi-tech realizzati con scarti di fibra di carbonio. È uno degli obiettivi del progetto di ricerca industriale TEX-STYLE che vede la partecipazione, tra gli altri, di ENEA e del Centro Ricerche Fiat (CRF) come coordinatore. Alla base un mix tra fibra di carbonio e poliestere per la creazione di un tessuto intelligente e soprattutto a basso impatto ambientale….

Leggi tutto…

L’Absolute Scanner AS1 è costruito su un’architettura hardware modulare innovativa che gli permette di funzionare come sensore 3D sia per un laser tracker che per un braccio di misura portatile, entrambi i quali possono agire come sistema di riferimento per i dati di scansione che l’AS1 acquisisce….

Leggi tutto…

Il centro spagnolo di tecnologia delle materie plastiche Aimplas partecipa a un progetto per lo sviluppo di nuovi compositi termoplastici a fibra lunga con proprietà eco-compatibili che riducono il peso delle batterie dei veicoli elettrici del 50-70%….

Leggi tutto…

Per la nuova stagione 2022 gli ingegneri del Dynamis PRC hanno adottato un nuovo processo produttivo per la realizzazione delle appendici aerodinamiche che prende ispirazione dal mondo Formula 1….

Leggi tutto…