Una soluzione rivoluzionaria per i veicoli su rotaia

Revolution VLR (Very Light Rail) è un innovativo veicolo passeggeri a base composita progettato per semplificare l’estensione delle reti ferroviarie esistenti del Regno Unito e consentire la riapertura delle linee storiche.

Transport Design International (TDI), che guida il consorzio Revolution VLR, con sede a Stratford-upon-Avon, ha lavorato a stretto contatto con TRB Lightweight Structures con sede a Huntington sul design della scocca composita del veicolo, creando pannelli strutturali modulari in un unico pezzo che formano sia le pareti interne che esterne.


Conosciamo meglio TRB Lightweight Structures
 

TRB Lightweight Structures (TRB) è una delle principali società internazionali di produzione e ingegneria, specializzata in prodotti compositi leggeri e prodotti compositi leggeri. È attiva in una vasta gamma di settori:

  • aerospaziale
  • difesa
  • marittimo
  • ferroviario
  • automobilistico

 

Un veicolo ultra leggero

Gli obiettivi di progettazione del Revolution VLR erano di progettare un veicolo sostanzialmente più leggero che offrisse un consumo energetico ridotto, aderendo al contempo ai rigorosi standard di sicurezza del settore ferroviario e agli obiettivi di decarbonizzazione del governo. Per raggiungere questi obiettivi, TRB ha sviluppato pannelli modulari composti da laminati in fibra di carbonio stampati con un’anima in schiuma riciclata.

Il progetto ha anche sfruttato una bioresina unica di alcol polifurfurilico (PFA), un’alternativa sostenibile alle resine fenoliche derivate da un sottoprodotto della raffinazione della canna da zucchero. Combinata con una serie di altre tecnologie innovative, questa costruzione modulare ha fatto sì che il Revolution VLR Demonstrator fosse il 40% più leggero dei tradizionali veicoli ferroviari pesanti di capacità simile. Ciò significa che il veicolo a carrozza singola può circolare su linee esistenti ripristinate o su nuove infrastrutture di binari più leggere.

 

Caratteristiche

Il veicolo dimostrativo Revolution VLR ha le seguenti misure:

  • lunghezza di 18,5 m
  • larghezza di 2,8 m
  • altezza di 3,8 m

Può ospitare 120 passeggeri, di cui 56 seduti. Il veicolo è alimentato da un sistema di propulsione modulare. Funziona cioè con una batteria elettrica o diesel ed è dotato di un sistema di frenata rigenerativa per recuperare l’energia cinetica. Può raggiungere una velocità massima di 104 km/h.

Il design leggero e i gruppi di alimentazione ibridi hanno lo scopo di ridurre il consumo di energia aumentando l’efficienza dei costi operativi.

Lyndon Newman, Capo Ingegnere presso TRB Lightweight Structures, ha dichiarato

I nostri pannelli modulari strutturali leggeri non solo hanno contribuito in modo sostanziale a una riduzione di 16 tonnellate del peso totale, ma sono stati anche ottenuti da una fonte sostenibile. Ciò contribuirà in modo significativo agli impegni del governo per la decarbonizzazione nei trasporti”.

I pannelli compositi della carrozzeria oltre a consentire la costruzione di un veicolo più leggero sono di aiuto anche nella sostituzione di parti per esigenze di manutenzione generale. Una considerazione importante data la longevità del veicolo, con durata di vita compresa tra i 30 e i 40 anni.

 


Leggi anche

Collaborazione tra le due aziende per sviluppare una nuova soluzione ibrida in plastica-composito per la produzione di una cassetta degli attrezzi per camion. La soluzione ibrida di SABIC combina la resina Stamax con inserti compositi termoformati utilizzando un nastro unidirezionale in PP rinforzato con fibra di vetro della cinese Qiyi Tech….

Leggi tutto…

Stratasys Ltd., azienda che si occupa di soluzioni di stampa 3D a base di polimeri, ha collaborato con Radford, marchio automobilistico di lusso a livello mondiale, per la realizzazione di più di 500 componenti stampati in 3D per la carrozzeria della Lotus Type 62-2. La tecnologia di stampa 3D dà infatti la possibilità di progettare senza vincoli e di creare facilmente componenti e pezzi unici personalizzabili sotto ogni singolo aspetto, rendendo ogni vettura unica, come le carrozzerie di una volta, ma con la tecnologia del XXI secolo…

Leggi tutto…

The letter of intent signed by the two companies – Solvay and Trillium Renewable Chemicals – will enable the supply chain for bio-based acrylonitrile (bio-ACN). The goal of this partnership is to produce carbon fiber for use in various applications such as aerospace, automotive, energy and consumer goods….

Leggi tutto…

Appuntamento con la X edizione del Convegno/Exhibition che dal 28 al 29 settembre 2022 ospiterà nella cornice del Museo Alfa Romeo la supply chain dell’Additive Manufacturing….

Leggi tutto…

The ground mobility company Local Motors’ autonomous electric vehicle Olli 2.0 includes some 3D printed parts manufactured by CRP Technology in Windform composite materials…

Leggi tutto…