Aerotech Campus, centro all’avanguardia per aerospazio, difesa e sicurezza

Leonardo, azienda globale ad alta tecnologia, tra le principali società a livello mondiale nei settori aerospazio, difesa e sicurezza, venerdì 28 febbraio 2020 ha organizzato presso il proprio stabilimento di Pomigliano D’Arco (Napoli) l’evento #InnovarePerCrescere. All’iniziativa nata per promuovere un dibattito aperto e un’analisi sui temi legati a ricerca, crescita e innovazione, con una particolare attenzione alla creazione di nuove possibilità per i giovani, hanno partecipato le principali istituzioni nazionali e locali, oltre a Gianni De Gennaro e Alessandro Profumo, Presidente e Amministratore Delegato di Leonardo, Roberto Cingolani, Chief Technology and Innovation Officer e Giancarlo Schisano, Capo della Divisione Aerostrutture.

Un centro per progetti di ricerca ad alta tecnologia in ottica internazionale

L’evento è stato anche l’occasione per inaugurare l’Aerotech Campus, un centro con competenze avanzate su programmi di ricerca innovativi ad alta tecnologia negli ambiti aerospazio, difesa e sicurezza. L’Aerotech Campus aspira a sviluppare questi settori in ottica internazionale, consentendo una crescita del tessuto imprenditoriale collegato, dei giovani e dei territori di riferimento. Sulla scorta dei Leonardo Labs – i nuovi incubatori di tecnologia dell’azienda per la ricerca di lungo periodo – il centro si occuperà dello studio di nuovi materiali e nuovi processi produttivi da applicare in soluzioni tecnologiche innovative. Tra queste, soluzioni in ottica di sostenibilità grazie allo sviluppo di nuovi materiali a basso impatto ambientale e alla ricerca sui materiali compositi, dotati di basso peso specifico a fronte di maggiore elasticità e resistenza meccanica. Inoltre, soluzioni per lo sviluppo di una manifattura di prossima generazione tramite la digitalizzazione applicata ai processi produttivi.

Aerotech Academy

Grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, l’Aerotech Campus ospiterà, da questo marzo a dicembre 2020, le attività dell’Aerotech Academy, un percorso di alta formazione nel settore aerospaziale articolato in tre aree: le tecnologie core delle aerostrutture, l’industria 4.0 e la digitalizzazione, le sfide per i velivoli di nuova generazione. Il percorso  interdisciplinare affronterà temi avanzati di ricerca assieme ad applicazioni di interesse per l’industria manifatturiera attraverso metodologie di insegnamento e di apprendimento innovative.

Credit immagine di apertura: Leonardo

Fonte: Leonardo – Il testo è stato rielaborato da Compositi magazine


Leggi anche

JEC ceremony 2019

Quest’anno i JEC Innovation Awards, il premio alle innovazioni nel settore dei compositi, si terrà per la prima volta in modalità online, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 13 maggio alle ore 12 e sarà possibile partecipare gratuitamente, previa registrazione. Verranno premiati 11 progetti per ognuna delle categorie in gara su 33 progetti giunti in finale, selezionati da una giuria internazionale …

Leggi tutto…

Laser metal deposition

Oggi le aziende hanno bisogno di processi di produzione più rapidi e più economici, che consentano di passare velocemente dalla fase di ideazione a quella di realizzazione e di immissione sul mercato di un nuovo prodotto. Il Fraunhofer Institute ha cercato una soluzione a questo problema con il progetto ProLMD, che riguarda lo sviluppo di una catena di processi economica che ricorra alla tecnologia LMD (Laser Metal Deposition)…

Leggi tutto…

ElectraFly prototype

Nello sviluppo del nuovo settore emergente dei velivoli per la mobilità urbana (UAM, Urban Air Mobility) rivestiranno un ruolo centrale i materiali compositi avanzati stampati in 3D e ultraleggeri. Come suggerisce un progetto condotto dall’UAMMI in collaborazione con un’azienda dello Utah, il loro impiego aiuterà a risolvere i problemi di efficienza che incidono al momento sulle prestazioni e sullo sviluppo del mercato legato a questi velivoli…

Leggi tutto…

In base a una ricerca recente, si prevede che le dimensioni del mercato globale dei materiali compositi scenderanno da un totale di 90,6 miliardi di dollari del 2019 a 82,9 miliardi entro il 2021, con un tasso di crescita negativo del 4,4% rispetto al 2019. Ci si aspetta infatti che l’industria dei compositi subirà un calo dovuto all’interruzione della catena di approvvigionamento a causa della pandemia da Covid-19…

Leggi tutto…

Una nuova tecnologia rivoluzionaria sviluppata dal National Composites Center (NCC) e dalla Oxford Brookes University consente ora di separare (o smantellare) le strutture in materiale composito in modo rapido ed economico utilizzando una semplice fonte di calore. Questa ricerca potrebbe trasformare la progettazione, l’uso e il riciclaggio a fine vita di un’ampia gamma di prodotti, tra cui automobili, aeromobili e turbine eoliche…

Leggi tutto…