Aumentata la resa dei materiali compositi grazie all’intelligenza artificiale

Kanfit (Nof HaGalil, Israele), produttore di parti e assemblaggi per l’industria aerospaziale, di dispositivi per il settore medicale e altri comparti che forniscono assemblaggi pronti in materiali compositi e metalli avanzati, rivela i vantaggi tratti dall’utilizzo di un software di Plataine (Waltham, Mass., U.S.), che combina AI e IIoT allo scopo di rendere più facile il tracciamento, la gestione e la pianificazione delle materie prime, riducendo il rapporto buy-to-fly, lo spreco di materiale e gli errori causati da una gestione manuale di materiali sensibili al tempo.

 
Maggiori controlli per evitare il deterioramento

La soluzione TSMM (Time-Sensitive Material Management) di Plataine impedisce di utilizzare materiale scaduto o prossimo alla scadenza, dal momento che le informazioni sui materiali vengono raccolte automaticamente dai sensori di fabbrica e registrate durante il processo di produzione, eliminando i rapporti manuali. Inoltre, fa sì che gli operatori possano gestire automaticamente il processo di ricezione, tracciando in maniera immediata la posizione e le condizioni dei materiali, nonché la loro durata residua. Si tratta di un sistema digitalizzato e automatizzato che migliora l’efficienza complessiva delle attività di fabbrica, riducendo notevolmente le rilavorazioni e gli sprechi e garantendo la conformità con gli audit.

 

I benefici dei piani di taglio intelligenti

Le soluzioni software AI di Plataine ottimizzano e automatizzano i processi di produzione dei compositi. La soluzione per il taglio e l’assemblaggio dei kit si integra perfettamente con il sistema ERP (Enterprise Resource Planning) di Kanfit, consentendo di creare automaticamente piani di produzione olistici. In questo modo l’azienda può massimizzare fino al 3% l’uso del materiale e ridurre i costi. I piani di taglio dinamici e intelligenti combinano gli ordini di lavoro, risparmiano materiale e riducono il numero complessivo di piani di taglio, facilitando la domanda di macchinari CNC, in grado di aumentare la capacità del materiale.

 


Leggi anche

Obiettivo del progetto, che unisce ricerca e industria, è quello di definire un nuovo standard di accessibilità per la produzione di parti composite strutturali stampate in 3D. Queste potranno quindi essere realizzate con la stessa facilità delle alternative metalliche, grazie agli innovativi strumenti di workflow Additive Fusion Technology. …

Leggi tutto…

È stato recentemente progettato e approvato un armadio di stoccaggio medico che verrà utilizzato da un operatore di soccorso aereo. Piloti e paramedici ritengono che il Medical Storage Cabinet sia molto utile per conservare in sicurezza l’attrezzatura nella cabina passeggeri….

Leggi tutto…

Un team di ricercatori dell’Università del Texas ad Arlington (UTA), guidati da Paul Davidson, assistente professore del Dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale (MAE), sta mettendo a punto uno strumento predittivo che utilizzerà l’apprendimento automatico e strumenti computazionali, per determinare la vita, la durata e la sicurezza dei compositi utilizzati nella produzione di aeromobili….

Leggi tutto…

Meccanismi innovativi per azionare e posizionare i pannelli solari, un adattatore universale in materiali compositi e il miglioramento dell’elettronica di rete centrale sono le novità che caratterizzano i razzi delle tre missioni Artemis: il rivoluzionario programma della NASA, che, dopo cinquant’anni, segna il ritorno dell’uomo sulla Luna. …

Leggi tutto…

Dettagli concettuali, come l’incorporazione di materiali compositi; un design biomimetico e un focus sulla sicurezza caratterizzano il nuovo concept dell’abitacolo a cinque posti del veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Supernal. Il team di ingegneri e progettisti ha utilizzato l’approccio riduttivo dell’industria automobilistica per creare una cabina leggera, in fibra di carbonio sagomata. …

Leggi tutto…