Aumentata la resa dei materiali compositi grazie all’intelligenza artificiale

Kanfit (Nof HaGalil, Israele), produttore di parti e assemblaggi per l’industria aerospaziale, di dispositivi per il settore medicale e altri comparti che forniscono assemblaggi pronti in materiali compositi e metalli avanzati, rivela i vantaggi tratti dall’utilizzo di un software di Plataine (Waltham, Mass., U.S.), che combina AI e IIoT allo scopo di rendere più facile il tracciamento, la gestione e la pianificazione delle materie prime, riducendo il rapporto buy-to-fly, lo spreco di materiale e gli errori causati da una gestione manuale di materiali sensibili al tempo.

 
Maggiori controlli per evitare il deterioramento

La soluzione TSMM (Time-Sensitive Material Management) di Plataine impedisce di utilizzare materiale scaduto o prossimo alla scadenza, dal momento che le informazioni sui materiali vengono raccolte automaticamente dai sensori di fabbrica e registrate durante il processo di produzione, eliminando i rapporti manuali. Inoltre, fa sì che gli operatori possano gestire automaticamente il processo di ricezione, tracciando in maniera immediata la posizione e le condizioni dei materiali, nonché la loro durata residua. Si tratta di un sistema digitalizzato e automatizzato che migliora l’efficienza complessiva delle attività di fabbrica, riducendo notevolmente le rilavorazioni e gli sprechi e garantendo la conformità con gli audit.

 

I benefici dei piani di taglio intelligenti

Le soluzioni software AI di Plataine ottimizzano e automatizzano i processi di produzione dei compositi. La soluzione per il taglio e l’assemblaggio dei kit si integra perfettamente con il sistema ERP (Enterprise Resource Planning) di Kanfit, consentendo di creare automaticamente piani di produzione olistici. In questo modo l’azienda può massimizzare fino al 3% l’uso del materiale e ridurre i costi. I piani di taglio dinamici e intelligenti combinano gli ordini di lavoro, risparmiano materiale e riducono il numero complessivo di piani di taglio, facilitando la domanda di macchinari CNC, in grado di aumentare la capacità del materiale.

 


Leggi anche

Dettagli concettuali, come l’incorporazione di materiali compositi; un design biomimetico e un focus sulla sicurezza caratterizzano il nuovo concept dell’abitacolo a cinque posti del veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Supernal. Il team di ingegneri e progettisti ha utilizzato l’approccio riduttivo dell’industria automobilistica per creare una cabina leggera, in fibra di carbonio sagomata. …

Leggi tutto…

Un recente progetto ha visto la realizzazione e l’approvazione di una sovrapposizione del pannello strumenti in un elicottero Airbus H125. L’intero procedimento doveva far sì che l’abitacolo venisse modernizzato, come richiesto dal cliente, ma senza dover aspettare i tempi e sostenere i costi necessari per rifare completamente il pannello….

Leggi tutto…

Il progetto, finanziato da un contratto Australian Government Defence Innovation Hub, ha visto la progettazione di una ruota in fibra di carbonio con una capacità di carico di 9.000 kg e un peso del 35% inferiore rispetto a quelle attualmente utilizzate sul velivolo. La ruota concettuale garantisce, inoltre, una maggiore durata e rappresenta un punto di partenza per altre applicazioni aerospaziali e militari con sollevamento verticale….

Leggi tutto…

Partita a luglio la collaborazione tra la compagnia statunitense e i leader mondiali nipponici nella produzione di fibre avanzate e materiali prepeg. Il prototipo, ideato per la mobilità aerea urbana negli USA al via nel 2023, sarà realizzato con il composito in carbonio e resina oggi con maggiore resistenza alla trazione. Avrà una bassa rumorosità e sarà a emissioni zero….

Leggi tutto…

Strutture dei velivoli in miscele di plastica, grafite e ceramica al posto dei metalli per rendere la prossima generazione di aerei da trasporto leggera, aerodinamica, a minor consumo di carburante. Coinvolti nel progetto HiCAM centri di ricerca, gruppi dell’industria ed enti del governo. L’obbiettivo è ridurre i tempi di produzione dei compositi polimerici, diffondendone l’uso….

Leggi tutto…