Bio-based acrylonitrile for carbon fiber applications

The letter of intent signed by Solvay and Trillium Renewable Chemicals will enable the supply chain for bio-based acrylonitrile (bio-ACN). On the one hand, Trillium will supply Solvay with bio-ACN from Trillium’s planned commercial asset; on the other, Solvay will evaluate bio-ACN for carbon fiber manufacturing for the development of sustainable solutions from bio-based or recycled sources. The goal of this agreement is to produce carbon fiber for use in various applications such as:

  • aerospace
  • automotive
  • energy
  • consumer goods

 

But what is acrylonitrile?

It is a chemical intermediate typically made from petroleum-based feedstocks like propylene and is the primary raw material used in the production of carbon fiber. Trillium’s Bio-ACN™ process delivers acrylonitrile from plant-based feedstocks like glycerol with a lower carbon footprint.
 

Stephen Heinz, head of composite research & innovation, Solvay, comments:

“We are thrilled to be partnering with Trillium which aligns well with our Solvay One Planet commitment to more than double our revenue based on renewable or recycled materials by 2030. Innovation partnerships such as this are driven by a desire to make a real-world sustainability impact. Bio-based feedstocks are a key part of Solvay’s sustainability strategy, and we look forward to being a consumer of bio-ACN from Trillium’s first bio-based acrylonitrile plant”

 

Corey Tyree, CEO of Trillium, explains:

 “Trillium’s bio-ACN process technology enables bio-carbon fiber. We are excited to continue our partnership with Solvay, who have supported the bio-ACN process technology development since 2014. Solvay is a leader in the most rapidly-growing acrylonitrile segment (carbon fiber) and are market leaders in bio-carbon fiber and sustainable development”.

 

 


Leggi anche

Meccanismi innovativi per azionare e posizionare i pannelli solari, un adattatore universale in materiali compositi e il miglioramento dell’elettronica di rete centrale sono le novità che caratterizzano i razzi delle tre missioni Artemis: il rivoluzionario programma della NASA, che, dopo cinquant’anni, segna il ritorno dell’uomo sulla Luna. …

Leggi tutto…

Dettagli concettuali, come l’incorporazione di materiali compositi; un design biomimetico e un focus sulla sicurezza caratterizzano il nuovo concept dell’abitacolo a cinque posti del veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Supernal. Il team di ingegneri e progettisti ha utilizzato l’approccio riduttivo dell’industria automobilistica per creare una cabina leggera, in fibra di carbonio sagomata. …

Leggi tutto…

Un recente progetto ha visto la realizzazione e l’approvazione di una sovrapposizione del pannello strumenti in un elicottero Airbus H125. L’intero procedimento doveva far sì che l’abitacolo venisse modernizzato, come richiesto dal cliente, ma senza dover aspettare i tempi e sostenere i costi necessari per rifare completamente il pannello….

Leggi tutto…

Il progetto, finanziato da un contratto Australian Government Defence Innovation Hub, ha visto la progettazione di una ruota in fibra di carbonio con una capacità di carico di 9.000 kg e un peso del 35% inferiore rispetto a quelle attualmente utilizzate sul velivolo. La ruota concettuale garantisce, inoltre, una maggiore durata e rappresenta un punto di partenza per altre applicazioni aerospaziali e militari con sollevamento verticale….

Leggi tutto…

Partita a luglio la collaborazione tra la compagnia statunitense e i leader mondiali nipponici nella produzione di fibre avanzate e materiali prepeg. Il prototipo, ideato per la mobilità aerea urbana negli USA al via nel 2023, sarà realizzato con il composito in carbonio e resina oggi con maggiore resistenza alla trazione. Avrà una bassa rumorosità e sarà a emissioni zero….

Leggi tutto…