Boeing consegna a Singapore Arlines Dreamliner 787-10

Il 787-10 è uno splendido esemplare di ingegneria. Progettato con materiali compositi solidi e leggeri, con i sistemi più avanzati e dotazioni confortevoli in cabina. Il 787-10, tuttavia – spiega il costruttore – ha una fusoliera allungata che consente di trasportare circa 40 passeggeri in più o un totale di 330 posti a sedere in una configurazione standard a due classi.
Grazie alla capienza aggiuntiva, il 787-10 garantisce alle compagnie aeree costi operativi più bassi per posto a sedere di qualsiasi altro aereo widebody in servizio oggi. Dreamliner sarà un elemento importante nella strategia di crescita dell’aviazione commerciale, grazie all’esperienza di volo superiore per i passeggeri del 787 e a un risparmio di carburante senza precedenti: fattori che aiutano le compagnie aeree ad aprire nuove rotte e a ottenere risparmi di carburante significativi e riduzione di emissioni.

BOEING DA SINGAPORE ALL’ASIA
Con quest’ultima consegna, Singapore Airlines, che con la controllata Scoot vola anche con i modelli -8 e -9, sarà il primo a operare tutti e tre i modelli Dreamliner. Le prestazioni superiori del 787-10 permettono di collegare tutti i punti della regione e di offrire agli operatori asiatici la flessibilità giusta per volare verso l’Oceania, l’Africa e l’Europa. La compagnia ha in programma di mettere in servizio i suoi 787-10 a maggio, con voli da Singapore a Osaka (Giappone) e Perth (Australia). Prima dell’entrata in servizio, gli aerei saranno operati su voli selezionati verso Bangkok e Kuala Lumpur per l’addestramento degli equipaggi.

IL RUOLO DELL’INDUSTRIA ITALIANA
Al programma Dreamliner partecipa anche l’italiana Leonardo, che realizza il 14% dell’innovativo aereo in fibra di carbonio. A Grottaglie, il campione italiano realizza in fibra di carbonio e materiali compositi due sezioni di fusoliera (la numero 44 e la numero 46), mentre a Foggia viene costruito lo stabilizzatore orizzontale del 787. A Cameri c’è inoltre Avio Aero (business di GE Aviation), che si occupa di realizzare tramite stampa 3D e additive manufacturing le pale e le turbine dei motori del 777 e del 787.


Leggi anche

AMSilk, azienda leader nel settore aerospaziale e produttore di biopolimeri avanzati, in partnership con Airbus, sviluppa l’utilizzo della fibra Biosteel® nella realizzazione di aerei leggeri e ad alte prestazioni. La nuova fibra, identica nella composizione molecolare alla ragnatela, ovvero la seta prodotta dal ragno, offre una flessibilità superiore rispetto alla fibra di carbonio, consentendo nuove tecniche di progettazione e costruzione, senza comprometterne la forza e rendendo il prodotto altamente sostenibile e privo di alcun input di petrolio…

Leggi tutto…

In occasione della IV edizione del Convergent Aeronautics Solutions (CAS), la NASA selezionerà tre nuove idee meritevoli di ulteriore ricerca all’interno della stessa NASA o presso aziende di settore. La selezione dei progetti inizierà il 1° ottobre e riguarderà le seguenti tematiche: nuove tecniche di assemblaggio con materiali compositi, nuove soluzioni per ridurre e dissipare il calore generato da un motore elettrico e l’utilizzo di una soluzione a base d’acqua per generare elettricità e sostituire le batterie in litio…

Leggi tutto…

Chem-Trend, leader del mercato nello sviluppo e nella produzione di prodotti distaccanti superperformanti, granulati detergenti e altri strumenti per la formatura, è stata certificata dalla Società Tedesca di Certificazioni di Sistemi di Management (Deutsche Gesellschaft zur Zertifizierung von Managementsystemen – DQS -) ai sensi della EN 9100: 2016. L’azienda, in questo modo, adempie alle severe prescrizioni di qualità poste ai rifornitori nel campo dell’aeronautica.

Leggi tutto…

Gli UAV (unmanned aerial vehicle), i veicoli aerei senza pilota, ora sono droni e la tecnologia dei droni guarda oggi ai materiali compositi. Una delle grandi promesse di utilizzo dei compositi nei droni è quella di abilitare i sistemi persistenti di lunga durata che forniscono un accesso a Internet WiFi su ampia area. Due i prototipi in volo, L’ Aquila di Facebook e il Jungle Hawk Owl prodotto dall’Istituto di tecnologia del Massachusetts

Leggi tutto…

Il nuovo materiale ceramico rinforzato, interamente sviluppato in Italia, ha superato i test per i futuri programmi di Nasa ed Esa nel settore sistemi di protezione termica. Una filiera made in Italy che mette a fattor comune le attività di ricerca del CIRA nel campo delle tecnologie per il rientro spaziale e le capacità industriali nel settore dell’alta tecnologia per l’automotive di Petroceramics

Leggi tutto…