Costruzioni: il bamboo può sostituire l’acciaio

Il 70% dei danni alle infrastrutture moderne sono dovuti alla corrosione dell’acciaio, che oltre a non essere troppo resistente nel tempo è anche difficile da trasportare e molto costoso. La soluzione a questa problematica, la sta cercando il gruppo di lavoro Future Cities Laboratory (FCL) al Singapore-ETH Centre, il quale sembra averla individuata nel bamboo. I pregi sono molti: è leggero, economico, facilmente trasportabile e facilmente trovabile in natura. Gli svantaggi pure: ha problemi di rigonfiamento/restringimento se contaminato da acqua e cresce in posti, come l’Africa, dove non si riesce a fare ricerche a causa dell’arretratezza industriale. Il tentativo è quello di estrarne delle fibre da poter integrare in un nuovo materiale composito.

Leggi tutto…

50% di batteria in più? Sì, grazie al grafene

Il principale problema che molte aziende stanno cercando di risolvere, tramite svariati metodi, degli smartphone è quello relativo alla durata della batteria. A metà giornata, se si usa troppo internet, lo smartphone inevitabilmente si spegne. A dare una soluzione a questo problema ci ha provato la ditta cinese Galapad con il suo nuovo dispositivo innovativo che da lunedì prossimo sarà sul mercato. La soluzione sarebbe usare il tanto misterioso quanto favoloso grafene. Alla presentazione del prodotto, l’Ad dell’azienda, il sign. Wu, non ha voluto svelare nulla sul lato tecnico del nuovo dispositivo, se non che sarà il primo smartphone in produzione di massa composto da grafene.

Leggi tutto…

Gta Spano, una hypercar in grafene

Le peculiarità del grafene (possiede la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica) ne permettono un possibile impiego nel mondo dell’automotive, in special modo negli accumulatori di nuova generazione, nell’elettronica di bordo (grazie alle sue capacità di miniaturizzazione e conducibilità elettrica) e nelle carrozzerie. Proprio quest’ultimo possibile impiego è realtà, seppure allo stadio di prototipo. Il primo risultato, che viene presentato in questi giorni al Salone di Ginevra, è la versione 2015 della Gta Spano, supercar realizzata dalla spagnola Spania Gta in collaborazione con Graphenano, azienda spagnola specializzata nella produzione di grafene.

Leggi tutto…

H160: primo elicottero in materiali compositi

L’Airbus Helicopters H160, presentato all’HAI Heli Expo 2015, sarà il primo elicottero sul commercio completamente strutturato in materiali compositi. E’ dunque arrivata la tanto attesa presentazione del AD della Airbus Helicopters Guillaume Faury, che è stata preceduta da una campagna mediatica mai vista per questo settore. Il lavoro del team di comunicazione dell’azienda franco tedesca ha creato tante aspettative oltre ad aver appiccicato sul nuovo modello di elicottero un nomignolo tanto simpatico quanto veritiero: “il cittadino modello”. Il nuovo elicottero di materiali compositi infatti, non sembra avere molti difetti.

Leggi tutto…

Celle solari, batterie, supercondensatori con il grafene

“Flagship Grafene”, il progetto europeo per lo sviluppo delle capacità del grafene, ha reso pubblico il piano di azione per l’inserimento del grafene e di altri materiali bidimensionali nel mercato. E’ stato previsto anche un tempo per l’inserimento: che è di 3/5 anni per il campo dei materiali compositi, mentre di circa 10 per il campo medico. Il documento prodotto da questo progetto di collaborazione europea, nominato “Roadmap”, ha anche dato un idea ben precisa degli oggetti che questi materiali andranno a strutturare, ovvero: dispositivi elettronici flessibili, memorie RAM più efficienti e nuovi materiali con migliori proprietà per svariati usi.

Leggi tutto…

Made Expo 2015 punta su innovazione, sostenibilità e bellezza per crescere

In un panorama macroeconomico ancora di non facile interpretazione, un ruolo fondamentale è svolto da MADE expo, che dal 18 al 21 marzo 2015 sarà al centro del mondo dell’architettura e delle costruzioni, continuando così un percorso che in sole sette edizioni l’ha portata a essere la manifestazione dedicata all’edilizia e all’architettura leader in Italia e tra le più apprezzate a livello internazionale.

Leggi tutto…

Dentelli di patelle, il materiale più resistente

L’ultimo test della Laboratory of Bio-Inspired and Graphene Nanomechanics dell’Università di Trento e dell’Università di Portsmouth e della Queen Mary University di Londra sono i dentelli di patella il materiale più resistente in natura. Dunque i dentelli del piccolo gasteropodo, superano il record detenuto dalla seta del ragno. Il test mostra dunque l’esistenza in natura di un materiale composito a estrema resistenza, e il Dott. Pugno, già impegnato nei test dei dentelli di patella, ha già realizzato la fibra più resistente del mondo.

Leggi tutto…

Prima industria di grafene a Genova?

3 grammi di materiale, tra 100 e 300 volte più forte dell’acciaio, per coprire un campo da calcio. Sì, parliamo del grafene, il miracoloso materiale già rinominato la plastica del futuro, perché, proprio come questa, è economico, duttile e pervasivo oltre ad essere super conduttore, super leggero e molto resistente. Secondo l’Istituto Italiano di tecnologia entro l’inizio del 2016, sarà l’Italia ad avere la prima vera fabbrica di grafene europea, e, più precisamente, questa sarà ubicata a Genova. Gli usi di questo incredibile materiale sono veramente eterogenei: si va dai caschi agli occhiali da vista.

Leggi tutto…

Nuova molecola per inchiostri e materiali polimerici

Lo scorso 16 febbraio un gruppo di ricercatori del Politecnico di Milano ha brevettato una molecola in grado di legarsi con stabilità a diverse forme di carbonio, rendendole disperdibili in ambienti polari come l’acqua, ma anche solventi a basso impatto ambientale. L’invenzione del Politecnico di Milano permette di ottenere, dunque, oddotti di varie forme di carbonio, in modo estremamente semplice evitando reazioni chimiche costose, condotte con agenti chimici invasivi.

Leggi tutto…

Valencia, primo faro fatto di materiali compositi

A Valencia sarà costruito il primo faro fatto di materiali compositi. L’ambizioso progetto, finanziato e costruito dall’Acciona Agua, è stato installato nei precedenti giorni con successo e sarà completato nel mese di Aprile. Tempi di costruzione ridotti del 50% e l’inquinamento classico dei materiali usati precedentemente ridotto del 20%, questi sono solo alcuni dei tanti vantaggi che la costruzione tramite materiali compositi porta con se. I materiali compositi estremamente leggeri, anche in questo campo, sembrano aver portato una vera e propria rivoluzione.

Leggi tutto…