Call pubblica per le offerte di Nanoleap


NANOLEAP is funded under the H2020 European Research and Innovation Programme. The aim of the call for tenders is to carry out a pilot programme to test and validate the operation of the future network of pilot plants set by the NANOLEAP consortium. The network intends to offer the following services:

– Pre-treatment and functionalisation of nanoparticles or nano-aggregates to ensure optimal compatibility with the bulk matrix and avoid dispersion problems.
– Implementation of advanced quality control and process verification technologies to increase production volumes, repeatability and robustness of the products.
– Real-time measurement, analysis and operations at the nanoscale level to characterise relevant materials properties (e.g. nanofillers dispersion, nanofillers distribution, interfacial properties at the nano level).
– Support in the adoption of safer-by-design approaches with the detection, the identification and the characterisation of particles emitted in workplace air and the implementation of risk mitigation measures (e.g confinement barriers, collective and personal protective equipment).
– Market oriented services: IPR management, market analysis & business modelling, nanosafety, life cycle analysis, environmental assessment, engineering consultancy, dissemination & networking.

The selected applicants will be granted free access to the technologies and services offered by the NANOLEAP pilot plants to carry out a research project or a business case supported by the NANOLEAP project. Proposals must be received by 31 December 2017. Tenders will be granted until 31 March 2018.


Leggi anche

È l’obiettivo del progetto H2020 FiberEUse, che mira al recupero e al riutilizzo in applicazioni industriali di materiali compositi costituiti da polimeri, rinforzati con fibre di vetro e di carbonio (GFRP e CFRP) a fine vita, ottenendo prodotti di arredamento e sportivi da pale eoliche e da componenti aeronautici obsoleti, attraverso l’utilizzo della stampa 3D e di tecniche a basso impatto ambientale…

Leggi tutto…

Tre vincitori sono stati selezionati per i premi per l’innovazione nei biocompositi alla recente Biocomposites Conference di Colonia (BCC), che si è svolta dal 6 al 7 dicembre. Gli stessi riconoscono i progressi nel settore dei biocompositi e delle loro applicazioni come l’edilizia, l’industria dell’automotive e i beni di consumo. …

Leggi tutto…

Ridotte dimensioni, nullo impatto ambientale e grande durata dei componenti sono gli aspetti che rendono Betty Boat un investimento vincente per l’ambiente acquatico. L’imbarcazione sarà lunga 2,5 e larga 1,4 metri, sarà in grado di trasportare 2 adulti e 1 bambino, mentre il sistema di comando e guida utilizzerà la piattaforma hardware Arduino. Gli scafi saranno molto leggeri, circa 50 kg, poiché interamente costruiti in vetroresina e gelcoat….

Leggi tutto…

La sostenibilità come fattore chiave per l’utilizzo di materiali compositi e la necessità di metodi di valutazione del ciclo vitale che forniscono risultati affidabili e riproducibili sono stati evidenziati durante il recente seminario sui materiali leggeri, durevoli e sostenibili organizzato dall’Associazione Europea dei Materiali Compositi (EuCIA )…

Leggi tutto…

Un generatore solare portatile sta aiutando a fornire energia all’isola americana di Puerto Rico, messa in ginocchio a seguito del forte impatto dell’ uragano Maria nei mesi scorsi. Questo generatore, chiamato Sun Commander, è formato da compositi prodotti tramite processo di pultrusione con l’utilizzo del poliuretano…

Leggi tutto…