Chem-Trend immette sul mercato Zyvax® 1070W, distaccante rivoluzionario

Chem-Trend, leader globale per lo sviluppo, la produzione e il marketing dei sistemi di distacco ad elevata performance, granulati detergenti ed altri prodotti ausiliari per stampaggio e pressofusione sta sviluppando la gamma di distaccanti Zyvax®, pensati per affrontare le esigenze di stampaggio dei materiali compositi di prima qualità nel settore aerospaziale. A seguito del successo nello sviluppo del distaccante Zyvax® Take-Off, certificato con l’IPS 12-02-002-03, Chem-Trend immette ora sul mercato Zyvax® 1070W, un prodotto nuovo, rivoluzionario e senza silicone formulato per applicazioni semplici e rapide come spray o con un panno, senza la necessità di asciugare la superficie.


Zyvax® TakeOff™

Zyvax® TakeOff™ consente l’utilizzo di compositi termoindurenti e termoplastici leggeri direttamente nella fusoliera dei velivoli fin dal suo lancio nel 2015. Zyvax® TakeOff™ è ideale per le applicazioni aeronautiche, in quanto formulato specificamente per lavorare su pezzi epossidici stampati estremamente grandi. Zyvax® TakeOff™ è un distaccante a base di acqua, semi permanente, adatto a tutte le tipologie di resine negli stampaggi di compositi avanzati e richiede un numero minimo di applicazioni, ognuna delle quali si asciuga rapidamente.

Zyvax® TakeOff™, in quanto distaccante a base di acqua, va oltre ai requisiti di sicurezza ambientale più severi e consente ai dipendenti di operare in un ambiente lavorativo più gradevole. Un altro vantaggio che distingue Zyvax® TakeOff™ è dato dalla possibilità di poterlo applicare a stampi con differenti temperature, il che – in confronto ai prodotti a base di solvente – riduce il tempo di inattività richiesto per il raffreddamento degli stampi. È stato certificato con l’IPS 12-02-002-03 da un noto fabbricante per applicazioni epossidiche fino a 200 °C, estendendo in questo modo i propri vantaggi alle linee di produzione.

Solitamente questo agente distaccante, se usato su superfici degli stampi in acciaio invar di elevata qualità per applicazioni aerospaziali o prepreg epossidiche, non richiede un sigillante, sebbene i sigillanti o il primer siano raccomandati per gli attrezzi in composito e per ampliare la produttività degli stampi. Inoltre, il trasferimento del distaccante sul pezzo stampato è ridotto al minimo. Ciò riduce significativamente il processo di pulizia successivo allo stampaggio e precedente alla verniciatura e all’incollaggio.


Zyvax® 1070W rivoluziona l’applicazione e la pulizia degli attrezzi nei processi avanzati di stampaggio dei materiali compositi
 

Zyvax® 1070W, ultimo arrivato nella gamma Chem-Trend di distaccanti per stampi, riduce da ore a minuti i tempi di preparazione degli attrezzi nello stampaggio di materiali compositi nell’industria aerospaziale e risulta particolarmente efficace per componenti in prepreg epossidico di fibra di carbonio realizzati sottovuoto e con stampaggio in autoclave. A parere di Sam Dethloff, business development manager – Composites di Chem-Trend: “La qualità del distaccante Zyvax® 1070W consente di godere di vantaggi significativi che gli stampatori del settore aerospaziale possono utilizzare per migliorare numerosi processi relativi alla preparazione e alla pulizia degli stampi ovvero alla preparazione delle parti dopo lo stampaggio.”

Zyvax® 1070W ha una composizione non pericolosa, non infiammabile, priva di solventi e va incontro alle esigenze dei dipendenti e a quelle della gestione dei costi. Aggiunge Dethloff: “La riduzione dei tempi dei processi, dei processi di applicazione dei prodotti, degli scarti per la pulizia degli attrezzi, delle emissioni e il miglioramento dell’ambiente di lavoro consentono di realizzare risparmi energetici.” La tecnologia contenuta nel Zyvax® 1070W è altamente efficace, consente di migliorare l’efficienza dello stampaggio di materiali compositi e fornisce risultati ottimizzati per rispondere alla sempre maggiore domanda di soluzioni a basso impatto.

I produttori del settore nautico, ferroviario e automobilistico stanno utilizzando i materiali compositi in modo crescente per ottenere gli stessi vantaggi raggiunti dall’industria aerospaziale. 

Per ulteriori informazioni sui prodotti e sulle tecnologie innovative di Chem-Trend per lo stampaggio di materiali compositi visitate il sito chemtrend.com/it.


Leggi anche

Composite Cluster Singapore (CSS) ha annunciato che sta lavorando con Eviation Aircraft of Israel, azienda israeliana che si occupa di aviazione elettrica, allo sviluppo di “Alice”, un velivolo totalmente elettrico costruito per il 95% con materiali compositi, controllato da un sistema fly-by-wire e azionato da tre eliche, alle estremità alari e sulla fusoliera posteriore. CSS si sta occupando della progettazione delle ali per il velivolo presentato al 53° Salon International de l’aéronautique et de l’espace tenutosi a Le Bourget, in Francia, dal 17 al 23 giugno….

Leggi tutto…

Un nuovo concetto per la ICC, nuove aree “Process Live”, un grande Forum dedicato alle Lightweight Technologies e “Foam Expo Europe”, questa edizione di COMPOSITES EUROPE 2019, che si terrà a Stoccarda dal 10 al 12 settembre, si presenta ricca di novità assolute. I visitatori incontreranno oltre 300 espositori provenienti, che presenteranno le più avanzate tecnologie dei materiali compositi. …

Leggi tutto…

Inaugurato il centro da 8.9 milioni di sterline che dovrà sviluppare materiali più leggeri ed efficienti per l’industria ad alto valore aggiunto, inclusa quella dell’automotive e aerospaziale….

Leggi tutto…

L’alluminio è uno dei materiali più promettenti per le applicazioni nel settore automobilistico e aerea. L’università russa National University of Science and Technology “MISIS” ha trovato un modo semplice ed efficace per rafforzare i materiali compositi a base di alluminio. …

Leggi tutto…

Stratolunch è l’aeroplano più grande del mondo realizzato con materiali compositi: sei motori e centodiciassette metri di ala. È stato pensato per il lancio di razzi e satelliti nello spazio a un costo più economico….

Leggi tutto…