Compositi riciclabili per il settore della nautica

Fondata nel dicembre del 2019 da tre amici e velisti, la start-up Northern Light Composites, con sede a Monfalcone, è specializzata nello sviluppo di materiali compositi riciclabili per la costruzione di barche a vela. Recentemente, ha ideato rComposite™, un composito riciclabile, che unisce una matrice termoplastica a fibre naturali o riciclate e a “l core Atlas HPE” di NMG Europe. Garantisce un basso impatto ambientale e un fine vita sostenibile.

 

Innovazione al servizio della nautica

rComposite™ ha caratteristiche meccaniche paragonabili a quelle della tradizionale vetroresina, un prezzo allineato ai competitor, ma è decisamente meno inquinante.

Per dimostrare che si tratta di un materiale pronto per il mercato, nlcompTM ha costruito una imbarcazione da regata, EcoRacerTM, di 7,69 metri, interamente realizzata in resina termoplastica e fibra di lino, dotata inoltre di:

  • vele riciclabili
  • motore elettrico
  • pannelli solari.

In tre anni di attività, la start-up ha presentato quattro prototipi di imbarcazione:

  1. EcoPrimus
  2. EcoOptimist
  3. EcoRacerTM
  4. EcoFoiler

ottenendo riconoscimenti in tutta Europa.

Oggi nlcompTM è in procinto di realizzare due nuove barche, una da regata e una per la crociera sportiva, firmate dal talentuoso Yacht Designer Matteo Polli. Nella loro costruzione saranno impiegate resine a matrice termoplastica e materie prime a basso impatto come la fibra di lino e il basalto, oltre al core Atlas HPE by NMG Europe.

 

Non solo imbarcazioni

La nautica non è l’unico ambito in cui trova applicazione la tecnologia sviluppata da nlcompTM. rComposite™ può essere utilizzato, infatti, in numerosi settori che vanno dall’arredamento agli accessori, senza dimenticare realtà industriali più complesse come l’automotive o il comparto delle energie eoliche.

La start-up ha impostato la sua attività principalmente su tre differenti business unit:

  • principale: dedicata alla progettazione e alla vendita di imbarcazioni a vela e a motore
  • seconda: si occupa di ingegnerizzazione di imbarcazioni in eco-design
  • ultima: è quella della consulenza ad aziende che operano nel settore dei compositi, circa le strategie per affrontare un percorso di transizione ecologica.

 

L’impegno nel sociale

Attualmente la start-up è coinvolta in due progetti di pubblico interesse:

  • Yacht Recovery Project” rivolto al ritrovamento e al recupero delle barche abbandonate in tutto il territorio nazionale
  • ecoOptimist for Sailing School“, lanciato in collaborazione con la non-profit inglese Clean Sailors, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani velisti sull’importanza di praticare uno sport pulito e di utilizzare tecnologie e materiali sostenibili, in un’ottica di tutela dell’ambiente.  

 


Leggi anche

Il modulo sperimentale Mengtian della China Space Station è stato lanciato dal razzo vettore Long March 5B presso la stazione spaziale di Wenchang ed è entrato con successo nell’orbita predeterminata. Si tratta del veicolo spaziale cinese più grande e pesante costruito finora. …

Leggi tutto…

In risposta alle normative che impediscono l’utilizzo di materiali riciclati nel settore medicale, è nato un progetto che prevede di recuperare la poliarilammide proveniente da attrezzature chirurgiche, rigenerarla, miscelarla con poliarilammide vergine e utilizzarla nei settori dell’automotive, delle attrezzature sportive e degli articoli per il tempo libero. …

Leggi tutto…

Un’inedita alleanza tra aziende e centri di ricerca ha avviato una collaborazione industriale con l’obiettivo di sviluppare alternative rinnovabili e di origine biologica ai prodotti chimici di derivazione petrolifera, contribuendo, quindi, a soddisfare la domanda mondiale di tecnologie pulite e al raggiungimento degli obiettivi di zero emissioni di carbonio…

Leggi tutto…

Si chiama Aehra il nuovo Sport Utility Vehicle che vanta una potenza fino a 816 CV (550-600 kW) e un’autonomia superiore agli 800 km, grazie a soluzioni aerodinamiche all’avanguardia e a un peso inferiore alle 2 tonnellate. L’auto è realizzata in materiali compositi, scelti per la loro leggerezza e il basso impatto ambientale, ottenuto grazie all’impiego di materiali riciclabili fino a cinque cicli e alla possibilità di utilizzare compositi da riciclo….

Leggi tutto…

La Class40 è una delle flotte più competitive nelle regate di yacht. I progettisti di questo tipo di imbarcazioni devono realizzare scafi leggeri e resistenti, anche nelle condizioni più estreme, che, per una questione economica, non possono essere rinforzati con fibre di carbonio. Di conseguenza diventa fondamentale puntare sulla qualità delle resine utilizzate per l’infusione e la laminazione degli scafi stessi. …

Leggi tutto…