Convalidata virtualmente la ruota in compositi per CH-47 Chinook

Carbon Revolution (Geelong, Australia), produttore di ruote automobilistiche in fibra di carbonio, ha dimostrato i vantaggi della sua tecnologia leggera nelle applicazioni aerospaziali, sottolineando al contempo la resistenza della fibra di carbonio, grazie alla convalida virtuale delle sue ruote in materiali compositi per il Boeing (Chicago, Ill., U.S.) CH-47 elicottero Chinook.

La prossima fase del programma vedrà Carbon Revolution produrre e testare prototipi di ruote fisiche, prima di esplorare la possibilità di espandersi ad altre applicazioni aerospaziali.

 

Leggerezza significa economia

Il CEO Jake Dingle ha affermato che il programma ha rappresentato per Carbon Revolution, produttore automobilistico di primo livello, una grande opportunità di portare la propria tecnologia in fibra di carbonio nel settore aerospaziale, con l’obiettivo di progettare aeromobili sempre più leggeri.

La nostra squadra di ingegneri si è fortemente concentrata sull’ottimizzazione dell’architettura globale per trovare la struttura più efficiente in materia di capacità di carico. – Spiega Dingle – Le nostre concept wheel vantano una riduzione del peso del 35% (27 kg su sei ruote) e potrebbero diventare ancora più leggere. Possono essere montate su elicotteri CH-47 Chinook di nuova costruzione o adattate a migliaia di CH-47 già operativi. Il nostro obiettivo è quello di progettare ruote anche per altri velivoli, militari e civili, a sollevamento verticale, dal momento che crediamo che la riduzione di peso possa trasformarsi, per gli operatori commerciali, in un notevole risparmio di costi del carburante.”

 

Andare oltre l’automotive

Ashley Denmead, Chief Technology Officer di Carbon Revolution, fa notare come il progetto abbia dimostrato le capacità del suo team di progettisti di andare al di là del settore automobilistico. Le ruote sono infatti progettate per soddisfare il requisito di carico verticale statico massimo del CH-47 di oltre 9.000 kg per ruota, molto superiore ai requisiti di 500 kg per ruota, che Carbon Revolution soddisfa quando produce ruote per un’auto ad alte prestazioni.

Questo progetto aerospaziale ci ha richiesto degli standard di progettazione che in molti casi sono più rigorosi rispetto a quelli del settore automobilistico – sottolinea Denmead – Il fatto che siamo stati in grado di soddisfare tali requisiti, creando una ruota ancora più leggera, è la conferma delle incredibili proprietà tecniche della fibra di carbonio e del talento dei nostri ingegneri.”

Il processo di convalida virtuale della ruota includeva:

  • l’analisi degli elementi finiti (FEA)
  • test su scala ridotta
  • la progettazione dell’architettura interna degli strati.

I risultati sono stati consegnati in un rapporto al Defense Innovation Hub.

 


Leggi anche

Dettagli concettuali, come l’incorporazione di materiali compositi; un design biomimetico e un focus sulla sicurezza caratterizzano il nuovo concept dell’abitacolo a cinque posti del veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Supernal. Il team di ingegneri e progettisti ha utilizzato l’approccio riduttivo dell’industria automobilistica per creare una cabina leggera, in fibra di carbonio sagomata. …

Leggi tutto…

Un recente progetto ha visto la realizzazione e l’approvazione di una sovrapposizione del pannello strumenti in un elicottero Airbus H125. L’intero procedimento doveva far sì che l’abitacolo venisse modernizzato, come richiesto dal cliente, ma senza dover aspettare i tempi e sostenere i costi necessari per rifare completamente il pannello….

Leggi tutto…

Partita a luglio la collaborazione tra la compagnia statunitense e i leader mondiali nipponici nella produzione di fibre avanzate e materiali prepeg. Il prototipo, ideato per la mobilità aerea urbana negli USA al via nel 2023, sarà realizzato con il composito in carbonio e resina oggi con maggiore resistenza alla trazione. Avrà una bassa rumorosità e sarà a emissioni zero….

Leggi tutto…

Strutture dei velivoli in miscele di plastica, grafite e ceramica al posto dei metalli per rendere la prossima generazione di aerei da trasporto leggera, aerodinamica, a minor consumo di carburante. Coinvolti nel progetto HiCAM centri di ricerca, gruppi dell’industria ed enti del governo. L’obbiettivo è ridurre i tempi di produzione dei compositi polimerici, diffondendone l’uso….

Leggi tutto…

Il Gruppo Reglass, oltre 100 anni di attività, da più di 40 opera nel campo dei materiali compositi avanzati della fibra di carbonio. Resine polimeriche e fibre di carbonio vengono trasformate in fogli di pre-impregnato (prepreg) per produrre tubi altamente performanti. A supporto, l’attività di ricerca e sviluppo che si svolge nei laboratori aziendali in collaborazione con Università e centri di ricerca….

Leggi tutto…