Corso di perfezionamento in “Ingegneria dei Materiali Compositi” alla sua 3° edizione!

Il corso di perfezionamento in “Ingegneria dei Materiali Compositi” organizzato dall’Università Politecnica delle Marche giunge alla terza edizione. Nonostante le difficoltà relative all’attuale situazione epidemiologica, la necessità per le aziende di avere a disposizione tecnici con competenze trasversali nel mondo dei materiali compositi ha dato la spinta per replicare anche quest’anno il corso di perfezionamento.

Modalità di svolgimento

La sede resta la splendida Facoltà di Economia di San Benedetto del Tronto, situata a pochissimi metri dal mare, lungo la riviera delle palme. Tuttavia, la grande novità di quest’anno risiede nella possibilità di seguire anche a distanza grazie all’ausilio di piattaforme streaming, permettendo così la partecipazione di un pubblico più ampio senza la necessità di spostamenti.

Il corso ha durata di 120 ore ed è diviso in 5 moduli:

  1. introduzione ai materiali compositi
  2. meccanica dei compositi
  3. progettazione di parti in composito
  4. tecnologie di produzione di componenti in composito
  5. controlli di prodotto e processo

Le lezioni saranno tenute sia dai docenti dell’Università Politecnica delle Marche che da esperti facenti parte delle più importanti aziende italiane del settore. Compatibilmente con la situazione legata al COVID-19 sono previste visite ai laboratori dell’Università Politecnica delle Marche e ad un’importante azienda manifatturiera del territorio.

 

La scadenza per le iscrizioni è giovedì 29 aprile alle ore 13:00

 

Clicca qui per avere maggiori informazioni
 
CONTATTI

Ing. Alessio Vita
alessio.vita@staff.univpm.it
Tel.: +39 071 2202306

 
 

SUBSCRIBE NOW
to our quarterly newsletter

to stay updated on news,
technologies and activities 

 


Leggi anche

Dettagli concettuali, come l’incorporazione di materiali compositi; un design biomimetico e un focus sulla sicurezza caratterizzano il nuovo concept dell’abitacolo a cinque posti del veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Supernal. Il team di ingegneri e progettisti ha utilizzato l’approccio riduttivo dell’industria automobilistica per creare una cabina leggera, in fibra di carbonio sagomata. …

Leggi tutto…

Un recente progetto ha visto la realizzazione e l’approvazione di una sovrapposizione del pannello strumenti in un elicottero Airbus H125. L’intero procedimento doveva far sì che l’abitacolo venisse modernizzato, come richiesto dal cliente, ma senza dover aspettare i tempi e sostenere i costi necessari per rifare completamente il pannello….

Leggi tutto…

Il progetto, finanziato da un contratto Australian Government Defence Innovation Hub, ha visto la progettazione di una ruota in fibra di carbonio con una capacità di carico di 9.000 kg e un peso del 35% inferiore rispetto a quelle attualmente utilizzate sul velivolo. La ruota concettuale garantisce, inoltre, una maggiore durata e rappresenta un punto di partenza per altre applicazioni aerospaziali e militari con sollevamento verticale….

Leggi tutto…

Partita a luglio la collaborazione tra la compagnia statunitense e i leader mondiali nipponici nella produzione di fibre avanzate e materiali prepeg. Il prototipo, ideato per la mobilità aerea urbana negli USA al via nel 2023, sarà realizzato con il composito in carbonio e resina oggi con maggiore resistenza alla trazione. Avrà una bassa rumorosità e sarà a emissioni zero….

Leggi tutto…

Strutture dei velivoli in miscele di plastica, grafite e ceramica al posto dei metalli per rendere la prossima generazione di aerei da trasporto leggera, aerodinamica, a minor consumo di carburante. Coinvolti nel progetto HiCAM centri di ricerca, gruppi dell’industria ed enti del governo. L’obbiettivo è ridurre i tempi di produzione dei compositi polimerici, diffondendone l’uso….

Leggi tutto…