eTa Blades per l’impatto ambientale: la rigenerazione dei parchi eolici

Il progetto di rigenerazione senza ruspe è firmato da eTa Blades una ex start up di Fano, nelle Marche. In Italia è leader nella progettazione, sviluppo e produzione di pale: ne ha realizzate oltre 2.000 dal 2012 ad oggi.

Una grande percentuale di parchi entro il 2022/23 arriverà a fine vita. I primi grandi parchi risalgono infatti al 2004/2005. Che ne facciamo? Smantellare è un disastro. E rispetto alle nuove esigenze i siti sono troppo piccoli.

Inoltre, va ricordato anche che siamo vicini al fine vita degli incentivi e se la produzione di energia deve essere sostenibile ecologicamente, lo deve essere pure economicamente.

Giovanni Manni, fondatore e amministratore delegato di eTa Blades, dice:

“Il nostro progetto permette di ottenere più energia dai siti meno ventosi quindi generare profitto anche dai parchi più marginali. Le nuove pale permettono di sfruttare meglio le ventosità minori. In Italia abbiamo sempre comprato le turbine dei paesi del Nord Europea, dove c’è più vento, mentre le nostre sono state progettate studiando le condizioni tipiche del Mediterraneo”.

Manni raccontando la genesi della sua azienda afferma che uno dei primi obiettivi di eTa Blades è stato proporre sul mercato delle pale con efficienze maggiori di quelle già presenti, con la doppia possibilità di essere installate su turbine nuove o su quelle vecchie.

Questa opzione è fondamentale in un’ottica di sostenibilità.

“L’elemento più critico sulla lunga distanza è il rotore. La turbina ha un ciclo di vita di 20 anni e poi deve essere sostituita. Ma l’elemento più esposto all’usura sono le pale. Le nostre, oltre a produrre di più, incidono di meno sugli altri componenti e si allunga così il ciclo di vita dell’intero sistema”.

Dunque cambiando solo le pale si riesce ad allungare la vita dei parchi. Il concetto chiave di eTa Blades è il re-blading, ovvero il miglioramento delle performance e l’allungamento del ciclo di vita dell’impianto eolico.


Leggi anche

In a new study, researchers from the University of Oxford describe environmentally friendly, recyclable films that can replace the metallic layer in food packaging, while offering a similar level of protection for food….

Leggi tutto…

Michelin e General Motors hanno presentato a Movin’On il summit per la mobilità sostenibile, una nuova generazione di pneumatici airless per auto, il prototipo MICHELIN Uptis (“Unique Puncture-proof Tire System) a prova di foratura….

Leggi tutto…

Sinuosa ed elegante e muscolosa, la nuova GT superleggera sfida le convenzioni della categoria Gran Turismo con un accattivante mix del design, materiali innovativi di alta qualità. Concepita per percorrere lunghe distanze, offre il comfort e lo spazio che uno si aspetta da una Gran Turismo, ma con un livello di agilità che non si è mai visto in questo segmento. …

Leggi tutto…

Il primo robot progettato a basso costo, al pari di una televisione di ultima generazione. Il robot è stato realizzato da un team di 32 ricercatori e designer dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova. Al massimo entro 18 mesi auspicano la produzione in serie, presto entrerà nelle nostre case….

Leggi tutto…

Chem -Trend è in grado di fornire sistemi distaccanti a base di acqua o di solvente per processi di stampaggio RTM e per via umida, compresi primer per stampi, sigillanti, distaccanti interni ed esterni e prodotti ausiliari come i detergenti per stampi. Essi consentono ai produttori che fabbricano volumi elevati di materiali compositi per l’industria automobilistica di mantenere l’operatività degli stampi….

Leggi tutto…