La prima barca a vela stampata in 3D sarà in termoplastici rinforzati con carbonio

La tecnologia di stampa 3D è alla base del progetto nato dall’ambizione di due imprenditori italiani. In particolare, è stata adottata la tecnologia di stampa 3D dedicata all’estrusione diretta con la loro azienda Ocore che oltre a migliorare l’hardware di stampa – robot, estrusore e ugello – ha brevettato una nuova strategia di deposizione del materiale utilizzando un algoritmo ispirato ai frattali.

Il progetto è stato supportato da Lehvoss Group – con la sua casa madre Lehmann & Voss & Co. ad Amburgo, in Germania – che ha formulato e consegnato materiali per la stampa 3D personalizzati, dedicati a questa specifica tecnologia e applicazione.

I materiali creati ad hoc, denominati Luvocom 3F sono in polimeri termoplastici, come poliammidi ad alte prestazioni e PEEK. Inoltre, per ottenere le proprietà meccaniche richieste, sono stati rinforzati con fibre di carbonio e modificati per fornire una maggiore resistenza e leggerezza del layer.
Grazie alle leggere e resistenti parti stampate in 3D, la barca sarà altamente competitiva. Inoltre, la stampa 3D riduce drasticamente i tempi di costruzione con un notevole abbattimento di costi di realizzazione.
Lo yacht Livrea mostrerà, in occasione della prossima competizione Minitransat 2019, le altissime perfomance che i polimeri di elaborazione 3D e di stampa 3D possono raggiungere.

Attualmente sono in corso le attività di simulazione e valutazione, supportate da ingegneri esperti in America’s Cup e Volvo Ocean Race, mentre la costruzione della barca è stata affidata al team NautiLab


Leggi anche

Linea Guida per la identificazione, la qualificazione ed il controllo di accettazione di compositi fibrorinforzati a matrice inorganica (FRCM) da utilizzarsi per il consolidamento strutturale di costruzioni esistenti…

Leggi tutto…

RIMTA, the Rhode Island Marine Trades Association has the aim to turn old boats into cement. The fiberglass recycling pilot project has been launched thanks to new funding from BoatUS Foundation….

Leggi tutto…

“Horizon 202”, il nuovo programma realizzato per agevolare e finanziare progetti di ricerca e di crescita nel settore manifatturiero. L’Unione Europea ha messo a disposizione 11,5 milioni di euro per il progetto “Manunet III: ERA NET on advanced manufacturing technologies”, in attesa del secondo bando previsto per il14 gennaio 2019…

Leggi tutto…

Un nuovo design, il robot milliDelta, ideato e realizzato da un team di Harvard negli Stati Uniti. Si supera la sfida di miniaturizzazione, integrando la tecnica di microfabbricazione ispirata agli origami con materiali compositi ad alte prestazioni. È così che il milliDelta può operare con precisione ad alta velocità, forza e micrometro, rendendo possibile una serie di operazioni di micromanipolazione nella produzione e nella medicina….

Leggi tutto…

È stata annunciata la rivoluzione tecnologica che coinvolgerà il settore dei carburanti marittimi. Il progetto di nuovi serbatoi notevolmente più leggeri comporterà una maggiore diffusione del gas liquefatto e un nuovo futuro di quest’ultimo in qualità di “marine fuel”….

Leggi tutto…