La prima edizione di JEC World a Paris Nord Villepinte


La Presidente e CEO di JEC Group Frédérique Mutel ha affermato che “I team di JEC hanno fatto un magnifico lavoro. È stata presentata, condivisa ed esposta un’ampia gamma di prodotti e tecnologie. I materiali compositi continuano a essere sempre più diffusi: in un mondo in cui si ricercano risparmio energetico e riciclabilità, sembrano distinguersi come una delle risposte più idonee. Occorre ricercare soluzioni innovative per rispondere alle sfide attuali e future in termini di prestazioni superiori, diminuzione di peso, riduzione dei costi e dei tempi di lavorazione e, naturalmente, alle sempre più pressanti problematiche ambientali”.

L’evento di quest’anno è stato caratterizzato dal lancio di quattro “Innovation Planets”, ognuno rivolto a uno specifico mercato di utenti finali: Aero Planet, Auto Planet, Sports Planet e Sustainable Planet. In queste aree i visitatori hanno avuto modo di osservare l’applicazione dei materiali e assistere a dimostrazioni.
Infine, durante le tre giornate, i visitatori hanno usufruito di una moltitudine di informazioni, grazie a numerosi convegni di alto livello e presentazioni tecniche.

La prossima edizione di JEC World si terrà dal 14 al 16 marzo 2017.
Per ulteriori informazioni: www.jeccomposites.com


Leggi anche

NUST MISIS presentation of aluminum matrix composites

Gli scienziati dei materiali dell’Università Nazionale di Scienza e Tecnologia MISIS, in Russia, hanno presentato una nuova tecnologia per la produzione di compositi a matrice di alluminio da nuove materie prime, polveri composite per la stampa 3D di componenti per aeromobili e autovetture. Il nuovo metodo aumenta del 40% l’uniformità delle proprietà e la durezza dei compositi ottenuti rispetto agli analoghi prodotti in maniera standard…

Leggi tutto…

Access panel in recycled thermoplastic composites

All’interno del progetto TPC-Cycle recycling, è stato sviluppato un pannello di accesso per aeromobili in materiale composito termoplastico riciclato ed è stato testato con successo in volo. Il pannello è stato ottenuto utilizzando un nuovo processo di riciclaggio, che ha permesso di rendere il componente più leggero e meno costoso rispetto ai pannelli standard…

Leggi tutto…

Clean Sky 2 NEWCORT project

All’interno del programma Clean Sky 2 finanziato con fondi Horizon 2020, di recente sono stati presentati due progetti che rientrano negli obiettivi generali del programma, ovvero ridurre CO2, emissioni di gas e livelli di rumore prodotti dagli aerei. I due progetti hanno sviluppato rispettivamente una tecnologia per consentire migliori riparazioni per strutture complesse e un prototipo di un sistema di misurazione per monitorare le condizioni degli aeromobili…

Leggi tutto…

Le ali sono una delle cause del rumore degli aerei. Quando i dispositivi di alta portanza e le superfici di controllo incontrano l’ala, c’è una brusca transizione tra questi profili alari e l’aria che li circonda verso la parte fissa dell’ala. Studi aerodinamici hanno dimostrato che tali transizioni sono tra le cause del rumore. Una superficie flessibile tra l’ala e le superfici mobili può ridurre il rumore in quest’area? I ricercatori del Centro aerospaziale tedesco (DLR) insieme ad altri enti ha lavorato al progetto FlexMat, che prova a rispondere a questa domanda…

Leggi tutto…

I compositi fibrorinforzati sono ampiamente utilizzati nell’industria aerospaziale e in altre industrie ad alta tecnologia. Comprendere in che modo la loro microstruttura e la forza dell’interfaccia fibra/matrice influenzano le loro proprietà di rottura può aiutare a produrre materiali più resistenti. Un recente studio dell’Università dell’Illinois propone un modello per identificare le sensibilità alla fessurazione (cracking) trasversale, uno dei processi chiave di fallimento dei laminati compositi, nella microstruttura composita…

Leggi tutto…