Leonardo potenzia con Cevotec la produzione di compositi

Dopo un anno di progettazione, sviluppo e installazione è in funzione da marzo in uno degli stabilimenti Leonardo in Italia il sistema SAMBA Pro Prepreg della tedesca Cevotec. La tecnologia di Fibre Patch Placement (FPP) è il primo sistema con due robot a sei assi per la produzione su larga scala, complessa e di precisione, di compositi da multimateriali. 

L’impiego di quest’automazione pick&place di ultima generazione per il posizionamento delle patch aumenta notevolmente la capacità di intervento su geometrie di grandi superfici difficili da lavorare, come ad esempio quelle curve.


Dimitrios Sikoutris, team lead production technology di Cevotec, spiega:

Il sistema commissionato da Leonardo è il SAMBA Pro Prepreg più avanzato fino ad oggi. La tecnologia di FPP rappresenta un grande potenziale per l’industria manifatturiera dell’aerospaziale. Siamo felici di farla avanzare ancora, sviluppando sue nuove applicazioni insieme a un partner così esperto come Leonardo“.

Monotoraggio completo e tagli di precisione

Il SAMBA Pro Prepreg è dotato di un monitoraggio avanzato dell’intero processo di lavorazione. Due sistemi di ispezione visiva per il controllo di qualità verificano l’accuratezza geometrica di ogni patch e la collocazione sulla pinza di posizionamento. In questo modo il 100% della materia prima trattata risulta conforme.
Grazie a un sistema di raffreddamento avanzato, la tecnologia di Cevotec è inoltre in grado di elaborare una vasta gamma di materiali compositi. Tra questi le fibre di carbonio e vetro, in configurazioni di fibre secche e preimpregnate, e materiali tecnici come gli adesivi. L’unità di taglio a ultrasuoni è dotata di una testa del gruppo GFM Austria, che migliora le prestazioni nei tagli di precisione, in particolare nel materiale preimpregnato.

La tecnologia di FPP consente la laminazione automatizzata di fibre di carbonio, fibre di vetro, film adesivi e altre fibre tecniche su geometrie 3D complesse. Dal design alla fabbricazione delle parti, l’intero processo di manifattura può essere gestito attraverso i software e i sistemi di automazione Cevotec.


Applicato per le aerostrutture e i mezzi pesanti

I sistemi SAMBA Pro Prepreg con due robot a sei assi sono particolarmente adatti per automatizzare la posa di compositi multimateriale nelle superfici estese di componenti di aerei commerciali e per la mobilità aerea urbana. Con l’ultima tecnologia FPP di Cevotec nel portafoglio, un gruppo leader nell’aerospaziale, nella difesa e nella sicurezza come Leonardo potenzierà la produzione dei compositi per aerostrutture.

 

Thorsten Groene. ceo e co-fondatore di Cevotec, afferma:

Siamo molto orgogliosi di supportare un gigante dell’aerospaziale e della difesa come Leonardo nel progresso delle tecnologie FPP. Sono impressionato dalla visione tecnologica di Leonardo nella futura produzione di compositi”.

 

Oltre alle aerostrutture composite in multimateriale, la tecnologia FPP si presta per i compositi di altri mezzi di trasporto pesante, come treni su rotaia, autobus, tir e tank. Per i rinforzi compositi di recipienti a pressione e in generale per componenti ad alte prestazioni in multimateriale.

Negli stabilimenti produttivi il passaggio dai processi convenzionali all’automazione completa e digitale attraverso le tecnologie di Fiber Patch Placement (FPP) permette, secondo le stime di Cevotec, di abbattere tra il 20% e il 60% dei costi e dei tempi di produzione.


Le tappe della tecnologia FPP

Cevotec, società specializzata nell’automazione, nell’ultimo decennio ha sviluppato un sistema avanzato per la produzione di compositi in fibra complessa

  • La tecnologia del Fiber Patch Placement (FPP) è stata inventata nel 2008 da Airbus Innovation Works
  • Nel 2011 la FPP è stata sviluppata e commercializzata dal team dei fondatori di Cevotec
  • Nel 2014 nasce la società Cevotec
  • Nel 2017 Cevotec presenta JEC World di Parigi i brevetti dei sistemi di produzione SAMBA e del software ARTIST STUDIO.

Oltre alla collaborazione con Leonardo, la società è partner di Airbus. Opera nel Nord America e ha stretto partnership in Asia, nel mercato giapponese. L’azienda è stata supportata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ed è membro della Composites United Association. 


Leggi anche

Strutture dei velivoli in miscele di plastica, grafite e ceramica al posto dei metalli per rendere la prossima generazione di aerei da trasporto leggera, aerodinamica, a minor consumo di carburante. Coinvolti nel progetto HiCAM centri di ricerca, gruppi dell’industria ed enti del governo. L’obbiettivo è ridurre i tempi di produzione dei compositi polimerici, diffondendone l’uso….

Leggi tutto…

Il Gruppo Reglass, oltre 100 anni di attività, da più di 40 opera nel campo dei materiali compositi avanzati della fibra di carbonio. Resine polimeriche e fibre di carbonio vengono trasformate in fogli di pre-impregnato (prepreg) per produrre tubi altamente performanti. A supporto, l’attività di ricerca e sviluppo che si svolge nei laboratori aziendali in collaborazione con Università e centri di ricerca….

Leggi tutto…

Il Gruppo Reglass, oltre 100 anni di attività, da più di 40 opera nel campo dei materiali compositi avanzati della fibra di carbonio. Resine polimeriche e fibre di carbonio vengono trasformate in fogli di pre-impregnato (prepreg) per produrre tubi altamente performanti. A supporto, l’attività di ricerca e sviluppo che si svolge nei laboratori aziendali in collaborazione con Università e centri di ricerca….

Leggi tutto…

The global composites community reunited at JEC World from May 3rd to 5th for 3 busy rewarding days of innovation, networking and knowledge sharing. The industry was excited to reconnect and the show exceeded all expectations in terms of product launches, content and business activity. The event welcomed 32,000+ professional visits, in Paris and online, from 115 countries and featured 1,201 exhibitors and 26 pavilions….

Leggi tutto…

Orkot® C620, materiale composito all’avanguardia, è stato sviluppato da Trelleborg Sealing Solutions appositamente per soddisfare le esigenze del mercato aerospaziale. Si tratta di un materiale resistente e leggero in grado di sopportare carichi e sollecitazioni elevati per una lunga durata, rendendolo ideale per il carrello di atterraggio. Una soluzione innovativa e sostenibile che consente di avere aeromobili più leggeri con un consumo di carburante inferiore….

Leggi tutto…