Magnasense, il nuovo progetto NDT nell’aerospace


Con la globalizzazione in crescita si è verificato un notevole aumento nel traffico aereo negli ultimi decenni, e tutte le previsioni suggeriscono che continuerà a crescere nei prossimi due decenni. Le tecnologie di controllo non distruttive sono fondamentali per la competitività e la sostenibilità. Possono rilevare meglio i difetti e i danni, riducendo ii tempi per la manutenzione e i costi di riparazione. Favoriscono inoltre le riduzioni di peso associate all’inclusione di funzioni di sicurezza aggiuntive e riducono così il carico che gli aerei trasportano e il consumo di carburante e le emissioni associate.

Con il supporto UE del progetto Magnasense (Magnetostrictive sensor applications for self-sensing of composite structures) gli scienziati hanno sviluppato tecnologie di manutenzione intelligente per strutture composite resistenti e leggere rafforzate da fibre di carbonio (CFR). Esse si basano su fili magnetici sensibili allo sforzo intessuti in una rete metallica e incorporati nel composito CFR.

File di rilevamento del flusso magnetico prive di contatto analizzano ed effettuano la mappatura dello sforzo nelle strutture composite che sfruttano forse la funzione più innovativa del sistema, il monitoraggio ottico. È possibile ottenere ciò grazie a una telecamera a raggi infrarossi (IR) e a un trasduttore con un diodo ad emissione di luce (LED) IR collegato. Il LED guida la telecamera nella localizzazione del sito di controllo. Un sistema di acquisizione dati registra il segnale e lo converte in un formato numerico per l’analisi, con tutte le tecnologie wireless.

Tutto il software e l’hardware si combinano per formare un sistema di rilevamento sofisticato per il monitoraggio della salute strutturale dei compositi CFR. La precisione viene migliorata mediante algoritmi di filtraggio avanzati. Uno strumento di correlazione delle immagini che sfrutta la metrologia ottica confronta la superficie strutturale in condizioni di riferimento e verifica, offrendo una firma dello sforzo a campo completo. Il sistema Magnasense ha indicato con efficienza le aree di danno potenziale in un test di un dimostratore di scala dei componenti, un inserto rafforzato danneggiato con una toppa in composito legato.

Il metodo offre velocemente e in modo affidabile ed economico indicazioni dei danni interni in modo privo di contatto. I partner si aspettano di commercializzare molto velocemente il sistema Magnasense, aumentando notevolmente la competitività globale dell’industria aerospaziale dell’UE e l’intera catena di erogazione per il prodotto. L’accettazione diffusa offrirà inoltre un importante contributo alla sicurezza e alla sostenibilità del volo.

Fonte: http://cordis.europa.eu/result/rcn/170021_it.html


Leggi anche

Orkot® C620, materiale composito all’avanguardia, è stato sviluppato da Trelleborg Sealing Solutions appositamente per soddisfare le esigenze del mercato aerospaziale. Si tratta di un materiale resistente e leggero in grado di sopportare carichi e sollecitazioni elevati per una lunga durata, rendendolo ideale per il carrello di atterraggio. Una soluzione innovativa e sostenibile che consente di avere aeromobili più leggeri con un consumo di carburante inferiore….

Leggi tutto…

CMS Advanced Materials, brand di CMS SpA società di SCM Group, annuncia la nuova partnership con United Aerospace, che porterà all’installazione del primo CMS Kreator: la macchina ibrida di CMS che combina la tecnologia di additive manufacturing per grandi formati alla fresatura e che sarà la prima installata nel Regno Unito….

Leggi tutto…

Leonardo e Vertical Aerospace: accordo per la fornitura delle fusoliere in materiale composito per il nuovo velivolo elettrico VX4. Saranno prodotte negli stabilimenti di Leonardo a Grottaglie, in Puglia, una delle strutture più avanzate in Europa per la produzione di aerostrutture in composito…

Leggi tutto…

The letter of intent signed by the two companies – Solvay and Trillium Renewable Chemicals – will enable the supply chain for bio-based acrylonitrile (bio-ACN). The goal of this partnership is to produce carbon fiber for use in various applications such as aerospace, automotive, energy and consumer goods….

Leggi tutto…

Appuntamento con la X edizione del Convegno/Exhibition che dal 28 al 29 settembre 2022 ospiterà nella cornice del Museo Alfa Romeo la supply chain dell’Additive Manufacturing….

Leggi tutto…