Materiali CFRTP per la cabina del veicolo eVTOL

Hyundai Motor Group, che ha collaborato con Supernal alla realizzazione della cabina del velivolo a batteria per viaggi intra-urbani, ha sfruttato i processi e i materiali tipici della progettazione automobilistica, per soddisfare i più elevati standard di sicurezza dell’aviazione commerciale e migliorare l’esperienza dei passeggeri AAM (Advanced Air Mobility).

 

Afferma Jaiwon Shin, presidente di Hyundai Motor Group e CEO di Supernal

Affinché AAM diventi una modalità di trasporto diffusa, ogni dettaglio, dall’esperienza dei passeggeri alle normative e alle infrastrutture, deve essere affrontato con cura fin dall’inizio. Supernal sta lavorando insieme ai migliori designer automobilistici di Hyundai Motor Group per sviluppare un eVTOL commerciale sicuro e leggero che offra ai passeggeri la sicurezza e il comfort che trovano nelle loro auto“.

Eleganza e comfort

Con il design che rispecchia la filosofia della biomimesi – una farfalla in questo caso – e la sostenibilità come priorità, il progetto di cabina incorpora materiali come l’avanzato termoplastico rinforzato con fibra di carbonio riciclabile (CFRTP), la resistente pelle a base vegetale, il tessuto plastico riciclato e i legni di provenienza responsabile.

Il layout dell’abitacolo si basa sull’innovazione dello spazio automobilistico con una paratia ridotta al minimo, che offre ai passeggeri più spazio per la testa.

I sedili, il cui telaio utilizza materie prime di scarto del processo di produzione della cellula, sono ergonomicamente sagomati, in modo da rendere l’ambiente interno simile a un bozzolo. Le console dispiegabili imitano quelle delle automobili e forniscono una stazione di ricarica e un vano di stivaggio per oggetti personali.

Il sistema di illuminazione, che comprende le luci a soffitto ispirate ai tetti apribili delle vetture, varia durante le diverse fasi del volo per emulare un effetto di “terapia della luce“.

 

I progetti di Hyundai nell’aeronautica

L’azienda afferma di voler sfruttare le sue capacità di abilitazione alla mobilità per sviluppare una famiglia di veicoli aerei elettrici.

A partire dal 2028, infatti, la divisione coreana di Hyundai, si focalizzerà sulla mobilità aerea regionale, sviluppando un veicolo merci e passeggeri di medie dimensioni alimentato a idrogeno per viaggi tra città poco distanti. La divisione prevede di lanciare il servizio del suo veicolo a idrogeno nel 2030.

Supernal e la divisione stanno collaborando con i team di innovazione manifatturiera di Hyundai in tutto il mondo per creare un robusto processo di produzione AAM di alta qualità che, nei prossimi decenni, produrrà veicoli aerei elettrici su larga scala a un prezzo sempre più conveniente.

 


Leggi anche

Il programma Ariane 6 è l’unico progetto europeo che consente l’accesso indipendente allo spazio alle missioni strategiche. Nei prossimi anni consentirà di lanciare carichi pesanti e leggeri in diverse orbite allo scopo di migliorare l’osservazione della Terra, le telecomunicazioni, gli studi meteorologici e le tecniche di navigazione….

Leggi tutto…

Il modulo sperimentale Mengtian della China Space Station è stato lanciato dal razzo vettore Long March 5B presso la stazione spaziale di Wenchang ed è entrato con successo nell’orbita predeterminata. Si tratta del veicolo spaziale cinese più grande e pesante costruito finora. …

Leggi tutto…

L’Agenzia spaziale europea ha dato l’ok a Phoebus, un progetto volto a dimostrare che le fibre di carbonio possono essere utilizzate al posto delle parti metalliche nei serbatoi criogenici ad uso aerospaziale. Questa innovazione garantirà un risparmio di peso, una maggiore competitività, un aumento della capacità del carico utile e un uso più sostenibile delle risorse….

Leggi tutto…

Utilizzare nuovi metodi di stampa 3D per fabbricare, a costi contenuti, prodotti in materiali compositi ed ibridi da utilizzare nei settori farmaceutico, aeronautico e automobilistico. È questo l’obiettivo del progetto AMICO che nasce dalla collaborazione tra IMAST (Distretto tecnologico italiano per l’ingegneria dei materiali compositi), che ha fatto da capofila, ENEA, Leonardo, FCA Italy, MBDA, Dompé Farmaceutici, Cnr, CRF, CIRA, Politecnico di Torino, Università di Napoli Federico II, Università di Roma “La Sapienza”, Università di Trento e Aerosoft Spa…

Leggi tutto…

La corsa verso gli obiettivi europei di neutralità climatica e la scelta di una strategia inclusiva in materia di transizione ecologica e digitale, sono stati gli argomenti al centro dell’European SDG Summit, che si è svolto online, dal 10 al 12 ottobre scorsi, e ha visto la partecipazione di oltre cento relatori, in rappresentanza delle istituzioni europee, delle realtà industriali e della società civile. …

Leggi tutto…