NASA per lo sviluppo di componenti di nuova generazione


NASA’s Glenn Research Center in Cleveland recently signed a commercial nonexclusive license agreement with Imitec Inc. of Schenectady, New York. The agreement includes development, manufacturing and distribution of NASA’s resin transfer moldable RTM370 imide resin to make the next generation of high-performance aerospace polyimides. RTM370 high-temperature material has a variety of potential applications ranging from aerospace applications – such as aircraft engines, space propulsion systems and missiles — to bushings and bearings for non-aerospace applications — such as oil drilling and rolling mills. “We are very happy to announce this partnership,” said Kim Dalgleish-Miller, chief of the Technology Transfer Office at Glenn. “The collaboration between NASA and Imitec opens excellent opportunities for creating impact in the marketplace and benefits to the economy.”
NASA and the aerospace industry need lightweight polymer composites to replace metal components, which would result in fuel efficiency and bigger payloads in aircraft and space transportation vehicles.
Dr. Chun-Hua “Kathy” Chuang, inventor of RTM370, is a chemical engineer in the Materials Chemistry and Physics Branch at Glenn.
Produced by a solvent-free melt process, these resins exhibit high glass transition temperatures (Tg = 370 to 400°C), low-melt viscosities (10 to 30 poise), long pot-life (1 to 2 hr), and can be easily processed by low-cost RTM and vacuum-assisted resin transfer molding (VARTM). These RTM resins melt at 260 to 280°C and can be cured at 340 to 370°C in 2 hr, without releasing any harmful volatile compounds.
This technology was developed to make polyimide resins from novel asymmetric dianhydrides (a-dianhydrides) and kinked diamines to achieve low-melt viscosities that are amenable to low-cost RTM and VARTM, while retaining high-temperature finished product performance above 300°C. These a-dianhydride-based RTM imide resins display low-melt viscosities (10 to 30 poise), which cannot be achieved using normal symmetric dianhydrides. RTM imide resins can be melted at 260 to 280°C, and injected into fiber preforms under pressure (200 psi) or vacuum (VARTM). The resins also can be made into powder prepregs with lengthy out-time by melting the resin powders so that they fuse onto fibers. RTM imide resins display high softening temperatures (370 to 400°C) and excellent toughness, as evidenced by the RTM370 resins open-hole compression strength. The resins also possess significant thermo-oxidative stability by long-term isothermal aging at 288°C (550°F) for 1000 hr. The unique melt process without a solvent provides a manufacturing advantage over the expensive high boiling solvents previously needed to produce oligomers. This process also eliminates the need for tedious and high-cost solvent removal.

Caption: Dr. Chun-Hua “Kathy” Chuang.
Credits: NASA


Leggi anche

rocket

La Cina ha portato a termine con successo i primi test di stampa 3D nell’ambiente a microgravità dello spazio. Con la “stampante 3D spaziale” sviluppata dalla China Academy of Space Technology (CAST) sono stati prodotti compositi polimerici rinforzati con fibra di carbonio continua. Con questa missione, il CAST punta a migliorare le tecniche di stampa 3D di filamenti rinforzati in fibra di carbonio, con la speranza che questa ricerca permetta di costruire un giorno grandi strutture nello spazio…

Leggi tutto…

Il progetto europeo InductICE che si è concluso a dicembre 2019 putava a contrastare il problema della formazione di ghiaccio sulle ali in materiale composito degli aerei. Per raggiungere lo scopo, il progetto ha sviluppato un sistema completamente innovativo di protezione dal ghiaccio che utilizza l’induzione elettromagnetica per riscaldare una sottile rete metallica integrata nelle ali composite dell’aeromobile. Questo sistema ha dimostrato maggiore efficienza e minori costi di mantenimento rispetto a quelli attualmente in uso…

Leggi tutto…

JEC ceremony 2019

Quest’anno i JEC Innovation Awards, il premio alle innovazioni nel settore dei compositi, si terrà per la prima volta in modalità online, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 13 maggio alle ore 12 e sarà possibile partecipare gratuitamente, previa registrazione. Verranno premiati 11 progetti per ognuna delle categorie in gara su 33 progetti giunti in finale, selezionati da una giuria internazionale …

Leggi tutto…

Laser metal deposition

Oggi le aziende hanno bisogno di processi di produzione più rapidi e più economici, che consentano di passare velocemente dalla fase di ideazione a quella di realizzazione e di immissione sul mercato di un nuovo prodotto. Il Fraunhofer Institute ha cercato una soluzione a questo problema con il progetto ProLMD, che riguarda lo sviluppo di una catena di processi economica che ricorra alla tecnologia LMD (Laser Metal Deposition)…

Leggi tutto…

ElectraFly prototype

Nello sviluppo del nuovo settore emergente dei velivoli per la mobilità urbana (UAM, Urban Air Mobility) rivestiranno un ruolo centrale i materiali compositi avanzati stampati in 3D e ultraleggeri. Come suggerisce un progetto condotto dall’UAMMI in collaborazione con un’azienda dello Utah, il loro impiego aiuterà a risolvere i problemi di efficienza che incidono al momento sulle prestazioni e sullo sviluppo del mercato legato a questi velivoli…

Leggi tutto…