NASA termina i test sulla criotanica in composito


“E’ una delle più importanti realizzazioni tecnologiche della NASA per il 2014,” ha dichiarato Michael Gazarik, amministratore associato della NASA per Space Technology. “Questo è il tipo di tecnologia che può migliorare la competitività di tutta l’industria di lancio negli Stati Uniti, per altri che vogliono sostituire i componenti in metalli pesanti con materiali compositi leggeri. I test, e altri che abbiamo condotto quest’anno sulle tecnologie di atterraggio per veicoli Mars, mostrano come lo sviluppo tecnologico sia la chiave per guidare l’esplorazione dello spazio. ”
La serie impegnativa di test sul serbatoio dal diametro di 5,5 metri sono stati condotti all’interno di un banco di prova della NASA, il Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama. Gli ingegneri hanno aggiunto carichi strutturali al serbatoio per rispondere alle sollecitazioni fisiche dei veicoli di lancio durante il volo.
In altri test, il serbatoio ha mantenuto con successo i combustibili a temperature estremamente basse ed è stato sottoposto a diverse pressioni. Gli ingegneri hanno riempito il serbatoio con quasi 30.000 litri di idrogeno liquido refrigerati a -423 gradi Fahrenheit, e applicato ripetutamente una pressione tra 20-53 libbre per pollice quadrato – il limite di pressione impostato per le prove.
“Questo è il culmine di un impegno di tre anni, volto alla progettazione e costruzione di una grande vasca ad alte prestazioni con nuovi materiali e nuovi processi, da testare in condizioni estreme,” ha detto John Vickers, il responsabile del progetto Composite Cryogenic Technology Demonstration Project, una delle tecnologie chiave finanziate dal NASA’s Game Changing Development Program. “Siamo un passo più vicini a dimostrare in volo una tecnologia che potrebbe ridurre il peso dei serbatoi per i razzi del 30 per cento, riducendo i costi di almeno il 25 per cento.”
“Mai prima d’ora una vasca di queste dimensioni ha dato prova di mantenere idrogeno liquido a queste pressioni”, ha detto Dan Rivera, responsabile del programma Boeing per il progetto Cryotank. ” La nuova vasca è anche più strutturalmente efficiente delle precedenti, un risultato importante per la NASA e l’azienda Boeing che ha costruito il serbatoio. “Stiamo cercando di utilizzare i serbatoi di carburante in composito per molte applicazioni aerospaziali.”
Il progetto fa parte di Space Technology Mission Directorate della NASA, che punta allo sviluppo e alla sperimentazione di nuove tecnologie e per l’uso in future missioni della NASA. Nel corso del prossimo anno, la Direzione farà nuovi investimenti per affrontare diverse sfide ad alta priorità per rendere sicura e conveniente l’esplorazione dello spazio profondo.


Leggi anche

Alpha rocket, produced by the house Firefly Aerospace, will be upgraded using the automatic carbon fiber spreading process. The new automated rocket manufacturing sites will create several advantages, such as reduced composite material waste, manpower, construction time, structure weight, and overall costs….

Leggi tutto…

La Scuola estiva materiali compositi prenderà il via dal 15 al 17 settembre in 3 sessioni pomeridiane online attraverso la piattaforma “Compositi Live Webinar”.
La Scuola è rivolta a tecnici e progettisti, ricercatori, studenti che desiderano approfondire le proprie competenze su proprietà, tecnologie di processo, progettazione e nuove applicazioni. Qui di seguito l’abstract dell’intervento dal titolo “Thermoplastic Composites: current production and new developments in Aerospace” che terrà Arnt Offringa, GNK Fokker….

Leggi tutto…

University of Illinois composite manufacturing methods

Le ali degli aeroplani, le pale delle turbine eoliche e altre parti di grandi dimensioni vengono in genere create utilizzando la polimerizzazione in massa (bulk polymerization), che richiede l’impiego di enormi autoclavi. La frontal polymerization è un nuovo metodo per la produzione dei compositi che al contrario non necessita di un investimento in grandi strutture. I ricercatori dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign hanno condotto uno studio, mettendo i due processi a confronto per valutare i rispettivi pro e contro…

Leggi tutto…

UK Aerospace funding

Il governo del Regno unito e il mondo dell’industria annunciano progetti di ricerca e sviluppo aerospaziali all’avanguardia, supportati da finanziamenti del settore pubblico e privato per 400 milioni di sterline…

Leggi tutto…

Aperte le iscrizioni per la Scuola Estiva Materiali Compositi 2020

Quest’anno la Scuola Estiva Materiali Compositi si svolgerà online e in collaborazione con Compositi Magazine e la piattaforma Compositi Live Webinar. L’evento si svolgerà in tre sessioni pomeridiane nelle giornate del 15, 16 e 17 settembre. È possibile iscriversi sia a una sola sessione, che a due o a tutte e tre. Iscriviti ad ogni sessione a cui vuoi partecipare, effettuando una singola registrazione per ciascuna. L’iscrizione verrà ritenuta valida una volta ricevuta la contabile del bonifico….

Leggi tutto…