Porsche 912-c superleggera con la carrozzeria in materiali compositi

A reinterpretare in chiave attuale la Porsche degli anni ’60 è l’atelier ungherese KAMM, che la rende un’auto classica, da utilizzare tutti i giorni per recarsi in ufficio o per divertirsi in pista.

 

Potente e leggera

A spingere la 912c progettata da KAMM c’è un boxer quattro cilindri da 2,0 litri aspirato, elaborato dalla svizzera JPS Aircooled che gira a 7.200 giri / min ed eroga 170 CV, garantendo quasi il doppio delle prestazioni di una 912 standard degli Anni ’60.

La potenza è scaricata sulle sole ruote posteriori attraverso un cambio manuale a cinque rapporti della ZF con differenziale a slittamento limitato.

Ma la caratteristica più rivoluzionaria di questa vettura è il peso: di solo 750 kg, ossia 200 kg in meno vettura originale.

Questa incredibile leggerezza, ottenuta grazie ad una carrozzeria interamente in fibra di carbonio e materiali compositi, consente di dimezzare i tempi della scatto da fermo.

 

Tradizione e modernità

Il neonato brand ungherese ha aggiornato anche la parte telaistica della vettura, installando nuove sospensioni regolabili e rinforzando la struttura. Per quanto riguarda i freni, invece, quelli anteriori derivano da una Porsche 964, mentre quelli posteriori sono della Brembo.

La nuova 912c conserva il design di una volta, sia all’esterno che all’interno, ma è anche dotata di alcuni comfort moderni come: i sedili con intelaiatura in fibra di carbonio, il climatizzatore automatico, un impianto audio e finiture più lussuose e curate.

Le prime 912c di KAMM saranno disponibili sul mercato a partire dal 2023 e sarà possibile sia farsi trasformare una 912c già esistente che acquistare un esemplare già convertito dall’azienda.

 


Leggi anche

I giovani ingegneri del Team Dynamis PRC hanno studiato e realizzato una struttura di assorbimento di impatti frontali in fibra di carbonio per la vettura che gareggerà nel campionato di Formula Student nella stagione 2022. La monoposto elettrica del Team del Politecnico di Milano parteciperà a 3 competizioni a livello universitario in Italia, Ungheria e Germania tra luglio e agosto. …

Leggi tutto…

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio. …

Leggi tutto…

I sistemi compositi continui e il sistema di pultrusione in poliuretano riducono le dimensioni della traversa fornendo allo stesso tempo resistenza, rigidità e stabilità per resistere a carichi elevati. Il primo pick-up della serie F completamente elettrico della Ford Motor Company debutterà questa primavera con una sezione strutturale pultrusa in poliuretano. Con i sistemi di Continuous Composites Systems™(CCS) di L&L Products e il sistema di pultrusione poliuretanica Elastocoat® 74850 di BASF non è stata necessaria l’ampia riprogettazione della traversa….

Leggi tutto…

Ilium Composites, produttore globale di rinforzi compositi strutturali in fibra di vetro, ha sviluppato un prodotto innovativo per garantire una migliore finitura estetica. Si tratta di Amplify surface veil che trova applicazione soprattutto nel settore marittimo e automobilistico. Preferito rispetto alle alternative in metallo, non ha rivali in termini di rapporto qualità/prezzo e di resistenza chimica…

Leggi tutto…

Elettronica integrata nei rivestimenti interni delle automobili grazie all’impiego di tessuti hi-tech realizzati con scarti di fibra di carbonio. È uno degli obiettivi del progetto di ricerca industriale TEX-STYLE che vede la partecipazione, tra gli altri, di ENEA e del Centro Ricerche Fiat (CRF) come coordinatore. Alla base un mix tra fibra di carbonio e poliestere per la creazione di un tessuto intelligente e soprattutto a basso impatto ambientale….

Leggi tutto…