Sistemi di recinzione per l’ampliamento dell’Aeroporto di Hong Kong

 

 

FibreFENCE è la linea di recinzioni e cancelli in materiale composito PRFV dedicati al settore aeroportuale, progettata e realizzata da Fibre Net Spa. Grazie alle peculiari caratteristiche di radio-trasparenza e frangibilità del PRFV (Poliestere Rinforzato in Fibra di Vetro), a differenza dei materiali tradizionali, questi sistemi di recinzione garantiscono l’assenza di interferenze con i dispositivi ILS e Radar con limitazione dei danni in caso di impatto aeromobili e decisivo miglioramento della sicurezza del volo.

A causa dei significativi tassi di crescita dei passeggeri, del traffico merci e dei movimenti aerei negli ultimi dieci anni, l’aeroporto internazionale di Chek Lap Kok (HKIA), il principale scalo di Hong Kong, ha elaborato il Master Plan 2030, che ha delineato lo sviluppo futuro piani della zona per far fronte alla crescente domanda. Dopo una consultazione pubblica, le autorità locali hanno deciso di ampliare la capacità aeroportuale e le recinzioni perimetrali attraverso la costruzione della terza pista (3RS) in aggiunta alle due esistenti (2RS).

Grazie alla sua esclusiva tecnologia di produzione e design costruttivo, FibreFENCE è stato riconosciuto a livello internazionale come la migliore soluzione per recintare e proteggere le aree sensibili degli aeroporti che circondano apparecchiature e dispositivi ILS o Radar. Di conseguenza, è stato incluso come elemento obbligatorio nella specifica di gara dell’intero progetto dall’Autorità aeroportuale di Hong Kong.

Sono stati forniti oltre 6,0 km di FibreFENCE MESH, con un’opzione per ulteriori 3,3 km, che verranno utilizzati per la costruzione di una recinzione radiotrasparente per separare l’area aeroportuale esistente da quella nuova.

L’installazione è molto semplice e veloce, FibreFENCE MESH è estremamente leggera e la sua installazione non necessita di speciali dispositivi di sollevamento o gru in loco, riducendo notevolmente i costi complessivi di installazione rispetto a qualsiasi altra soluzione. Le dimensioni della maglia assicurano una grande visibilità per migliorare la sicurezza attiva e passiva, mentre la sua grande resistenza meccanica è una garanzia contro i tentativi di intrusione e le condizioni meteorologiche avverse tipiche di questa regione. Per evitare anche piccole intrusioni faunistiche, è possibile interrare parte della rete nel terreno e utilizzare una rete più piccola sulla parte più vicina al suolo, secondo le più recenti raccomandazioni delle Autorità aeronautiche.

I sistemi di recinzione FIbreFENCE incontrano, perciò, gli standard ICAO in termini di radiotrasparenza e frangibilità al fine di garantire la sicurezza nelle aree sensibili. Si adattano, inoltre, al design delle infrastrutture aeroportuali e mantengono l’investimento iniziale molto basso con costi di manutenzione ridotti quasi a zero. Ecco perché i sistemi FibreFENCE sono stati già scelti ed installati in ben oltre 100 aeroporti di tutto il mondo.

 

 
 


Leggi anche

Axiom Space, ideatore della prima stazione orbitale commerciale, ha annunciato una collaborazione con Prada, luxury brand milanese fondato nel 1913, per la creazione delle tute destinate agli astronauti della missione Artemis III della NASA. Sarà il primo sbarco sulla Luna con equipaggio dai tempi dell’Apollo 17, che risale al 1972….

Leggi tutto…

Con l’obiettivo di promuovere l’adozione di tecnologie verdi nel settore aeronautico, riducendo conseguentemente, le emissioni di carbonio. La NASA ha deciso di stanziare cinquanta milioni di dollari per finanziare quattordici organizzazioni che si occuperanno dello sviluppo di processi di produzione e materiali compositi avanzati per le strutture degli aerei…

Leggi tutto…

Il Fraunhofer Institute for Manufacturing Technology and Advanced Materials IFAM di Stade (Germania) sta sperimentando nuovi materiali e soluzioni di automazione per produrre velivoli più leggeri ed efficienti. Queste tecnologie rappresentano un passo decisivo sulla strada della sostenibilità, dato che ogni chilogrammo di peso risparmiato in un aereo passeggeri comporta una diminuzione del consumo di cherosene fino a 120 kg all’anno….

Leggi tutto…

La supply chain dell’Additive Manufacturing in scena dal 28 al 29 settembre 2023 nella cornice del Museo Alfa Romeo per la XI edizione del Convegno/Exhibition RM FORUM…

Leggi tutto…

Plataine, fornitore di soluzioni di AI e Industrial IIoT per l’ottimizzazione della produzione, ha intrapreso una collaborazione con l’Advanced Technologies Lab for Aerospace Systems (ATLAS), parte del National Institute for Aviation Research (NIAR) della Wichita State University, per esplorare le possibilità di evoluzione digitale dei processi di produzione di compositi avanzati, grazie all’analisi dei dati….

Leggi tutto…