Spicca il volo Stratolaunch, il più grande aeroplano mai realizzato

È decollato per la prima volta dal Mojave Air and Space Port in California l’aereo di Stratolaunch Systems, un vicolo della società Paul G.Allen con un’apertura alare pari a 117, 3 metri e sei motori Boeing 747. Ha compiuto il suo primo volo sul deserto Mojave per due ore e mezza raggiungendo una velocità massima di 304 chilometri l’ora e un’attitudine di 17.000 piedi (5mila metri).

Stratolaunch Systems è una società creata dal cofondatore miliardario di Microsoft, Paul G. Allen, scomparso a ottobre dello scorso anno, che nel 2011 acquisisce i diritti dell’ingegnere Burt Rutan dalla società connazionale Scaled Composite. Il veicolo è costruito con materiali compositi e si caratterizza per una doppia carlinga, la quale può ospitare lanciatori di satelliti con un peso di 590 tonnellate, che possono essere sganciati a un’altezza tale da permettere l’autonomia dai razzi.

In questo modo i lanci nello spazio divengono meno dispendiosi e consentono che le operazioni di lancio avvengano indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, che spesso impongono ritardi e costi maggiori.
Per decollare Stratolaunch necessita solo di una pista lunga che permetta le manovre di decollo, ma non esige rampe di lancio fisse.


Leggi anche

Il mercato del composito, prima esclusivo del racing e delle supercar, è sempre più orientato alla definizione di strutture leggere che permettano minori consumi e miglior efficienza su veicoli di uso comune. Abbiamo intervistato Francesco Varrasi, CEO di Mind Composites, azienda Italiana attiva dal 2006 specializzata nell’industrializzazione di componenti in materiale composito….

Leggi tutto…

Un team di ricercatori coordinati dall’Università della California di Los Angeles (UCLA) ha sviluppato un nuovo materiale ultra leggero e isolante, costituito per più del 99% di aria. Grazie alla sua capacità di resistere alle temperature estreme dello spazio, lo speciale e rivoluzionario Aerogel sarà perfetto per fare da scudo alle navicelle spaziali che nei prossimi anni andranno alla scoperta del cosmo. …

Leggi tutto…

È stata annunciata la rivoluzione tecnologica che coinvolgerà il settore dei carburanti marittimi. Il progetto di nuovi serbatoi notevolmente più leggeri comporterà una maggiore diffusione del gas liquefatto e un nuovo futuro di quest’ultimo in qualità di “marine fuel”….

Leggi tutto…

Con grandi progressi tecnologici lungo la catena, l’industria dei compositi riesce ad automatizzare e ridurre i tempi dei processi di produzione. Questi sviluppi sono stati di grande rilevanza per COMPOSITES EUROPE 2018 che si è svolto per la tredicesima volta dal 6 all’8 Novembre. Le prospettive per l’intera industria dei Compositi sono decisamente buone e con enormi potenziali….

Leggi tutto…

L’accordo per recuperare le fibre di carbonio dagli sfridi di lavorazione dei materiali compositi in ambito aerospaziale è stato recentemente siglato da Boeing e ELG Carbon Fibre. Entrerà in vigore in undici siti produttivi del colosso dell’industria aerospaziale, dove i compositi in fibra di carbonio sono ampiamente utilizzati nella costruzione di aeromobili, in particolare i modelli più recenti 787 Dreamliner e 777X…

Leggi tutto…