Strategie di taglio materiali compositi per la nautica

Dalla nostra Call for Papers – MARINE

 

Maltese S.p.A., azienda specializzata nel settore della cantieristica nautica, fornisce prodotti e servizi all’avanguardia tecnologica e qualitativa per:

  • modelleria
  • stampi
  • compositi quali alberi ed accessori in carboresina
  • verniciatura
  • allestimenti

Grazie alle innovative tecnologie è possibile, per un cantiere che necessiti di realizzare in tempi brevi un’imbarcazione completa di scafo e coperta, raggiungere velocemente l’obbiettivo di ottenere un’imbarcazione da esporre e da testare ancora prima di aver investito su uno stampo ad alta tiratura. Tutto ciò ad un costo molto vicino a quello della realizzazione di un modello.

Parte della dotazione tecnologica all’avanguardia, il nuovo impianto per il taglio CNC Premiumcut di casa Bullmer e il sistema CAD Assyst per l’ingegnerizzazione delle dime 2D in formato digitale, che fa parte del piano di investimenti industria 4.0, sostenuto dalla Maltese.

Nelle applicazioni in campo nautico, i materiali compositi sono le fibre maggiormente impiegate, in quanto aiutano ad aumentare le prestazioni di barche a vela, yacht a motore ed imbarcazioni da diporto. Utilizzando i compositi, le parti in acciaio e alluminio possono essere sostituite per ottenere:

  1. una considerevole riduzione di peso
  2. risparmio energetico
  3. maggior resistenza alla corrosione

I materiali compositi utilizzati sono differenti e possono essere impiegati per la costruzione dello scafo, delle coperte, delle sovrastrutture e anche delle parti interne. Sono molti i materiali che possono essere impiegati, come fibra di vetro, fibre aramidiche e fibra di carbonio. Ciascuna fibra è caratterizzata da particolari capacità meccaniche. In base al tipo di fibra, al peso della superficie e alla combinazione dell’orientamento degli strati, è possibile ottenere caratteristiche meccaniche differenti.

Il materiale composito che ne risulta è così personalizzato per rispondere alle esigenze specifiche di impiego. L’impiego di queste fibre nei processi produttivi richiede particolare attenzione nella fase di taglio ed è proprio qui che si inserisce la competenza tecnologica di casa Bullmer, esperta nelle soluzioni di taglio ad alta qualità, per l’Italia partner di Assyst, che arricchisce l’offerta con i sistemi CAD proprietari specifici per l’ingegnerizzazione delle dime 2D, per le esigenze del settore compositi.

Proprio per l’ampia gamma di materiali impiegati nel settore della nautica, sia in termini di tipologia, che in termini di dimensioni, in fase di produzione è importante disporre di una soluzione flessibile e versatile, oltre che estremamente precisa. Tutti questi requisiti sono soddisfatti nel taglio automatico Premiumcut ELC, a controllo numerico digitale, dotato di testa con modulo multi-utensile predisposto per l’utilizzo di una varietà di utensili da taglio e di una eventuale unità di stampa digitale.

Molte sono le aziende leader operanti nel campo dei settori compositi per la nautica, come anche per l’automotive, che utilizzano i tagli Bullmer per la propria attività. Proprio la molteplicità di impieghi ed esigenze di taglio, rendono la macchina Bullmer la scelta privilegiata, per garantire qualità e precisione, oltre che risparmio e riduzione degli sfridi di produzione.

 

To be continued…

 
 

 


Leggi anche

In funzione da marzo in uno stabilimento in Italia il sistema avanzato SAMBA Pro Prepreg di Cevotec. La versione è la più evoluta, con due robot a sei assi per la produzione su larga scala di precisione di compositi da multimateriali. La tecnologia di Fibre Patch Placement (FPP) della società tedesca è adatta alla lavorazione delle superfici grandi e complesse delle aerostrutture….

Leggi tutto…

Una ricerca accademica dalla Cina analizza l’impiego della fibra in basalto per energia pulita da centrali più sostenibili. Questi compositi non emettono gas serra nocivi e non presentano tossicità per l’uomo o per l’ambiente. Le proprietà meccaniche sono migliori della fibra in vetro comunemente utilizzata per le apparecchiature elettriche….

Leggi tutto…

Le compagnie marittime britanniche si stanno unendo per realizzare il primo impianto per riciclare la plastica rinforzata in fibra di vetro (GRP) e in altre fibre (FRP), da destinare a nuove componenti di imbarcazioni e impianti eolici. Del Blue Composites Project fanno parte anche centri di ricerca ed enti locali, per affrontare la transizione del trasporto marittimo verso le emissioni zero….

Leggi tutto…

Una ricerca della United Arab Emirates University illustra i vantaggi nel reimpiego delle fibre di carbonio di compositi polimerici in nuovi materiali polimerici. Particolarmente promettenti i test sui compositi biodegradabili in acido polilattico (PLA) rinforzati da scarti di carbonio. Essenziale cambiare approccio sui rifiuti in plastica, investendo sulla ricerca sulla loro riciclabilità….

Leggi tutto…

La settimana prossima si terrà presso il Dipartimento di Tecnica e Gestione dei sistemi industriali dell’Università di Padova (sede di Vicenza) la 3a edizione della Summer School Internazionale sul tema dell’Affidabilità strutturale e resistenza a lungo termine di strutture in materiale composito avanzato (Fatigue and Damage Mechanics of Composite Materials)….

Leggi tutto…