SUV elettrico premium con carrozzeria in compositi

Aehra, la startup dal cuore italiano che mira a rivoluzionare la produzione di veicoli elettrici premium, ha mostrato in anteprima mondiale il suo primo modello. Si tratta di un “SUV” che porta il nome stesso dell’azienda e si distingue per incredibili caratteristiche prestazionali e di leggerezza. Il lancio sul mercato è previsto per il 2025, con un obiettivo di produzione di 25mila unità l’anno.

 

L’importanza dell’aerodinamica

Il SUV Aehra, con monoscocca in fibra di carbonio, ha un passo di tre metri, che garantisce:

  1. maggiore abitabilità
  2. lunghezza complessiva di cinque metri
  3. larghezza di due
  4. altezza di 164 cm.

Presenta quattro ruote sterzanti e un peso inferiore alle due tonnellate. L’autonomia superiore agli 800 km è garantita da soluzioni aerodinamiche e dal miglioramento del thermal management delle batterie.

Aehra – spiega Alessandro Serra Aehra Head of Designpossiede una gestione aerodinamica unica al mondo su vetture EV, con elementi mobili all’anteriore e al posteriore, che offrono l’emozione di una guida sportiva e allo stesso tempo una maggiore sicurezza in termini di aderenza alla strada“.

 

Novità a livello di design

Altri elementi innovativi che caratterizzano la vettura sono le raffinate portiere a Elitra e gli specchietti in stile “moto Gp”, che integrano delle fotocamere al posto dei tradizionali retrovisori. E ancora, i cerchi, i gruppi ottici, il frontale scolpito, la fiancata pulita e il tetto che confluisce in un alettone. Tutti elementi che sono stati concepiti per creare un nuovo paradigma nell’automotive di alta gamma.

Oggi – afferma Hazim Nada, CEO di Aehra – non presentiamo un’auto, ma un nuovo paradigma di innovazione, design, sostenibilità e tecnologia, che siamo sicuri rappresenterà un riferimento non solo per il settore dell’auto elettrica, ma per tutto il mondo dell’automotive di alta gamma“.

 

Un bolide amico dell’ambiente

Oltre che per le sue caratteristiche tecniche e di design Aehra si distingue per la sua bassa impronta di carbonio. Tutti i materiali utilizzati per la sua produzione, infatti, sono riciclabili fino a cinque volte e alcune parti della carrozzeria sono realizzate direttamente in compositi riciclati.

Siamo guidati dalla sostenibilità. – prosegue Nada – La ritroviamo nei materiali, nella struttura, nel design, ma soprattutto nei nostri valori. La vettura sarà totalmente in fibra di carbonio e altri materiali compositi, a partire dalla scocca fino ad arrivare ai più piccoli dettagli, perché l’attenzione ai processi innovativi e sostenibili sono parte del nostro DNA“.

 


Leggi anche

I giovani ingegneri del Team Dynamis PRC hanno studiato e realizzato una struttura di assorbimento di impatti frontali in fibra di carbonio per la vettura che gareggerà nel campionato di Formula Student nella stagione 2022. La monoposto elettrica del Team del Politecnico di Milano parteciperà a 3 competizioni a livello universitario in Italia, Ungheria e Germania tra luglio e agosto. …

Leggi tutto…

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio. …

Leggi tutto…

I sistemi compositi continui e il sistema di pultrusione in poliuretano riducono le dimensioni della traversa fornendo allo stesso tempo resistenza, rigidità e stabilità per resistere a carichi elevati. Il primo pick-up della serie F completamente elettrico della Ford Motor Company debutterà questa primavera con una sezione strutturale pultrusa in poliuretano. Con i sistemi di Continuous Composites Systems™(CCS) di L&L Products e il sistema di pultrusione poliuretanica Elastocoat® 74850 di BASF non è stata necessaria l’ampia riprogettazione della traversa….

Leggi tutto…

Ilium Composites, produttore globale di rinforzi compositi strutturali in fibra di vetro, ha sviluppato un prodotto innovativo per garantire una migliore finitura estetica. Si tratta di Amplify surface veil che trova applicazione soprattutto nel settore marittimo e automobilistico. Preferito rispetto alle alternative in metallo, non ha rivali in termini di rapporto qualità/prezzo e di resistenza chimica…

Leggi tutto…

Elettronica integrata nei rivestimenti interni delle automobili grazie all’impiego di tessuti hi-tech realizzati con scarti di fibra di carbonio. È uno degli obiettivi del progetto di ricerca industriale TEX-STYLE che vede la partecipazione, tra gli altri, di ENEA e del Centro Ricerche Fiat (CRF) come coordinatore. Alla base un mix tra fibra di carbonio e poliestere per la creazione di un tessuto intelligente e soprattutto a basso impatto ambientale….

Leggi tutto…