Ujet, miniscooter made in EU with a carbon fiber frame


Luxembourg-based company Ujet unveiled a smart scooter at CES 2018 in Las Vegas, the world’s largest electronics fair. Ujet’s most innovative feature, in addition to its fourteen-inches orbital wheels, is that it can be folded into three parts in a few seconds, so that its owner is able to carry it in the elevator or in the car trunk without too much effort, since its weight is less than fifty kilos. The battery can also be removed and transported as if it were a luggage trolley. With an alloy frame made of carbon fiber and magnesium, Ujet owns an engine of four kW power output and a torque output of ninety Nm in the rear wheel, regenerative braking and a delivered top speed of fourty five kms per hour, as a normal motor cycle. Charging times may vary between three and six hours with the on-board charger, and between one and two hours with the fast charger. The Ujet also gets the best of communication technology, with connectivity options for 3G, GPS, WiFi and Bluetooth. Apart from the fact that the scooter can be unlocked and started via your smartphone, it also gets a fully digital instrument panel that allows you to connect your phone to configure the scooter. You can even get social media updates, access the web and view the world via an onboard HD camera. The scooter also gets built-in speakers and a slot to power mobile devices via its ‘power bank’ mode. At the time of the order, you can customize it by choosing between two different body designs, two different seat heights and five different colors. Prices start from 8,690 euros.


Leggi anche

Per aumentare la sicurezza dei caschi indossati dai piloti del motorsport a 4 ruote la Federazione Internazionale dell’Automobile ha introdotto a partire da quest’anno un nuovo regolamento, più rigido e restrittivo. Le specifiche tecniche da rispettare per ottenere l’approvazione riguardano la conformazione e la struttura dei caschi così da limitare danni e incidenti alla testa, la zona più delicata e al tempo stesso più esposta del conducente….

Leggi tutto…

Con grandi progressi tecnologici lungo la catena, l’industria dei compositi riesce ad automatizzare e ridurre i tempi dei processi di produzione. Questi sviluppi sono stati di grande rilevanza per COMPOSITES EUROPE 2018 che si è svolto per la tredicesima volta dal 6 all’8 Novembre. Le prospettive per l’intera industria dei Compositi sono decisamente buone e con enormi potenziali….

Leggi tutto…

Il polo McLaren di Sheffield, centro di eccellenza della casa automobilistica inglese per la ricerca e produzione di componenti in materiali compositi rinforzati con fibra di carbonio, ha in serbo grandi progetti per il 2019. Costato oltre 50 milioni di sterline, è il secondo impianto produttivo di McLaren Automotive…

Leggi tutto…

Koenigsegg ha prodotto la prima auto al mondo in puro carbonio, non trattato. Quello che il costruttore chiama Koenigsegg Carbon Naked (KCN). Ad indossarlo è una Regera, la cui carrozzeria in fibra di carbonio non è stata trattata con nessun altro elemento. Nessuno smalto, nessuna vernice o rivestimento lasciando scoperta la superficie di carbonio grezzo…

Leggi tutto…

Williams Advanced Engineering (WAE) e il suo Team, a stagione conclusa, impiegano le proprie competenze per sviluppare nuove tecnologie sfruttando l’esperienza consolidata nella lavorazione dei materiali compositi. In particolare, WAE ha progettato e realizzato “Bodypod”, una struttura in fibra di carbonio adatta per i trasporti d’emergenza infantile…

Leggi tutto…