Xenia®, compositi termoplastici high-tech per il futuro dello sport

Ortles Couloir di Salewa è uno scarpone integralmente ramponabile. Nel processo di realizzazione dello scarpone, ritroviamo i materiali tecnici avanzati di Xenia® Materials. L’azienda è infatti entrata in gioco per la produzione del puntale utilizzando una base polimerica. Tale soluzione garantisce rigidità e sostegno e leggerezza, richiesti dal mondo dello sport.

Il processo di produzione dei termoplastici caricati carbonio di ultima generazione, grazie allo stampaggio a iniezione, consente la standardizzazione e la realizzazione di strutture con spessori ottimizzati e con nervature complesse. Con la laminazione tradizionale, invece, questi passaggi sarebbero molto più difficili e costosi. Inoltre il materiale termoplastico è facilmente riciclabile.

Il design compatto, stabile e agile, caratterizzato da una zona delle dita stretta, garantisce a Ortles Couloir precisione nell’arrampicata sia su roccia sia su ghiaccio. L’ingegnoso esoscheletro, reso leggero e robusto grazie all’utilizzo della fibra di carbonio, è collegato alla base dello scarpone tramite una cerniera. In questo modo, è assicurata sia la camminabilità nella fase di avvicinamento sia il supporto durante l’arrampicata.

 
William Starka, Senior Product Manager Footwer & Equipment Salewa, spiega

“Questo nuovo scarpone è ispirato alle Dolomiti, che sono la nostra casa. Il suo design pulito è una novità assoluta nel settore degli scarponi da alpinismo e ci ha permesso di ottenere grande precisione, totale libertà di movimento e una eccellente stabilità sulla roccia e nell’arrampicata su ghiaccio. Per assicurare una lunga durata nel tempo, abbiamo selezionato materiali tecnici durevoli e di prima qualità. L’Ortles Couloir fa entrare lo sviluppo degli scarponi da alpinismo in una nuova dimensione”.

 
Enrico Mancinetti, Sales Manager di Xenia® Materials, aggiunge

“Collaborare con Salewa® e con i suoi partner è stata una grande sfida partita da un preciso processo di customizzazione che ha comportato la scelta di un polimero e di una percentuale ben definita di fibra di carbonio, un lavoro ad hoc a più mani al quale siamo molto contenti di avere partecipato”.
 

Xenia Footwear Materials Lab

Xenia® Materials ha creato una nuova divisione – chiamata “Xenia Footwear Materials Lab” – per studiare le migliori applicazioni possibili dei materiali compositi con base termoplastica insieme ad altri brand del mondo outdoor. L’azienda mette infatti a disposizione delle aziende che producono calzature outdoor un laboratorio per:

  • la scelta dei materiali
  • il co-design dei prodotti
  • testing e simulazione del comportamento in determinate circostanze

Abbiamo parlato di questo progetto qualche tempo fa, clicca qui per leggere il nostro articolo.

 


Leggi anche

Grazie alla provata e lunga esperienza nel taglio digitale per il settore dei materiali compositi, ATOM ha sviluppato sistemi ideali per la loro lavorazione in grado di soddisfare i più elevati standard di sicurezza e ridotto impatto ambientale….

Leggi tutto…

Il progetto FireMat mira a superare i principali limiti tecnici dei compositi a matrice polimerica (PMC), vale a dire resistenza al fuoco e la non riciclabilità. Il progetto, coordinato da ENEA – Laboratorio tecnologie dei materiali Faenza (ENEA-TEMAF), ha coinvolto 4 partner no-profit (ISTEC-CNR, CertiMaC, Consorzio MUSP e Romagna Tech), tutti appartenenti alla rete regionale “Rete Alta Tecnologia”, e 4 aziende locali (Bucci Composites SpA, Curti Costruzioni Meccaniche SpA, Aliva Srl e Tampieri Energie Srl)….

Leggi tutto…

Il gruppo giapponese Toyoda Gosei Co., Ltd. ha sviluppato un nuovo materiale composito con matrice termoplastica e rinforzo in nanofibre di cellulosa (CNF) per applicazioni automotive con l’obiettivo di ridurre la CO2 durante il ciclo di vita dei componenti automobilistici, dall’approvvigionamento e produzione delle materie prime al riciclaggio e allo smaltimento. CNF è cinque volte più resistente dell’acciaio e ha un quinto del peso dell’acciaio. …

Leggi tutto…

I sistemi compositi continui e il sistema di pultrusione in poliuretano riducono le dimensioni della traversa fornendo allo stesso tempo resistenza, rigidità e stabilità per resistere a carichi elevati. Il primo pick-up della serie F completamente elettrico della Ford Motor Company debutterà questa primavera con una sezione strutturale pultrusa in poliuretano. Con i sistemi di Continuous Composites Systems™(CCS) di L&L Products e il sistema di pultrusione poliuretanica Elastocoat® 74850 di BASF non è stata necessaria l’ampia riprogettazione della traversa….

Leggi tutto…

Hypetex e Philip Morris International (PMI), proprietaria del marchio di dispositivi per il riscaldamento del tabacco IQOS, hanno recentemente collaborato per sviluppare un programma per creare cover colorate in composito di carbonio per i dispositivi di riscaldamento del tabacco IQOS. Hypetex, produttore e fornitore britannico di materiali avanzati ha coordinato tutti gli aspetti, dall’ideazione iniziale alla soluzione finale, compreso un processo di produzione completamente ottimizzato….

Leggi tutto…